Se sei già registrato           oppure    

Orario: 21/05/2022 17:52:39  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Solare Fotovoltaico

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (30)  < ...  10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   [24]   25   26   27   28   29   30    (Ultimo Msg)


Come gestire un Inverter Grid Tie
FinePagina

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 22/04/2014 17:45:04

No ....
Quel progetto nasce per recuprere l'energia che altrimenti sarebbe venduta.
Senza scambio devi limitare la produzione a quello che consumi.
La presente discussione illustra alcune soluzioni.
Se sei in possesso degli invertir presi in esame , puoi modificare il loro firmware (istruzioni sono qualche pagina dietro ...... anche se andrebbero rimesse in ordine) e dandoti la possibilità di regolare la potenza massima con un ingresso analogico.
Questo segnale di controllo può essere regolato per eliminare il consumo costante di casa altrimenti dovrà provenire da un sistema che calcola quanta potenza può essere prodotta (vedi progetto PowerMeter).
Se invece hai altri inverter dovrai costruire il regolatore PWM (ahimè ho perso schemi ..., ma entro un mese ne devo realizzare una evoluzione .... e posterò tutto).
Il regolatore dovrà essere posto in serie all'inverter e ne limiterà la potenza che potra riversare.
Anche in questo caso dovrai avere un sistema che calcoli la potenza da immettere perché non devi mai produrre più di quello che consumi.

 

gruppo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:964

Stato:



Inviato il: 24/07/2014 19:44:25

Salve vi seguo da un pò di tempo ed ho visto con interesse la modifica dell'inverter grid tie, tanto che mi sono deciso ad acquistarne uno
eccolo è arrivato.
gti-500 14V-28V
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/ventGTI-500.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/gti-500.jpg
lo provo subito salendo con la tensione piano piano ed intorno a 14V inizia ad assorbire corrente ma appena salgo di pochissimo l'MPPT dopo qualche secondo cerca di tirare il massimo infatti in un baleno raggiungo i 30A dove ho impostato la limitazione.
poichè dovrei usarlo collegato ad un gruppo batteria da 24V vorrei intervenire modificando il firmware e gestirne la potenza senza l'installazione di un PWM.
Apro lo sportello sotto e trovo la scritta sulla scheda diversa gti-600 ...bè forse meglio.
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/scheda_gti-600.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/gti-500_trasf.jpg
guardando bene mi sembra molto simile alle foto sul forum infatti anche se ha le scritte degli integrati smd limate penso senza ombra di dubbio di essere in possesso di un inverter con un atmel.
saldo subito un flat verificando le connessione con datasheet atmel, ma in particolare un ringraziamento agli utenti del forum che condividono le informazioni, quindi mi procuro un programmatore isp per atmel (USBASP)
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/gti_500_isp.jpg
...dopo il primo entusiamo il software extreme burner avr sembra leggere il contenuto del chip ma verificando meglio trovo i fuse come da foto.
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/fuse.jpg

ora sono indeciso se continuare dissaldando l'originale e montando uno zoccolo per inserire ed eventualmente cambiare più volte un atmel atmega8;
oppure, ed è qui che chiedo un aiuto ad Electroshock,
se con i fuse così impostati è possibile una cancellazione del atmel e riscriverlo con i firmware modificati.
Cercando con San google ho trovato un sito per il calcolo del fuse ed impostando i valori trovati ecco cosa salta fuori:
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/fuserisultato.jpg

Qualcuno ha già modificato con successo questo inverter?
ringranziandovi un saluto.



Modificato da gruppo - 24/07/2014, 21:09:30
 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 25/07/2014 11:16:32

Ciao Gruppo,
effettivamente è molto somigliante (dovresti accertarti se i piedini che rilevano tensione -corrente - ecc siano uguali per avere ancor più sicurezza).
Cmq ti consiglio di dissaldare e sostituire il chip ,garantendoti il firmware originale .
A proposito alleghi il file Hex

Dopo di che segui questa guida e ricerca i fattori di conversione più adatti al tuo inverter.
GUIDA
Altri fattori di Conversione
Uso Tabella

E' chiaro che i fattori di conversione (servono per adattare il valore della tabellina con il valore letto)vanno rilevati sperimentalmente ....
Quindi alimentatore variabile con limitatore di corrente impostato a pochi Amper
Poi trovato quello della tensione si passa alla corrente.
Ciao e spero di esserti stato utile

Note:
PortC 0 (Pin23) = tensione ingresso
PortC 1 (Pin24) = Corrente lato DC
PortC 2 (Pin25) = Tensione di Rete .... con lo 0 a 2.5V
PortC 3 (Pin26) = Temperatura

 

gruppo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:964

Stato:



Inviato il: 25/07/2014 16:34:00

sei stato utilissimo
qui ingressi corrispondono
il partitore di ingresso in tensione r1 r2 è 100mv/V http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/partitore%20vingresso14-28.jpg
partitore corrente r30 r26http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/partitore%20corrente%20r30-r26.jpg
qui sul forum tedesco http://www.daswindrad.de/forum/viewtopic.php?f=19&t=860&hilit=gti300&sid=465585086a9386756f9f1b46f58685b7&start=110
a pagina 12 ho trovato il firmware x gestire anche lcd e c'è una foto dell'inverter uguale al mio.
gti 500 di badwater uguale al mio
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/gti-500lcdtedesco.jpg
stò costruendo l'interfaccia per lcd su multiforata con il 74hc164
Da quello che ho visto sono fortemente convinto che il nuovo firmware funzionerà vista la foto sul link tedesco pag 12.
anche se è saggio come dice elettroshock di salvarsi l'originale devo però fare i conti col fatto che con la procedura di sostituzione potrei fare guai col saldatore (non ho la stazione ad aria) ed inoltre così come è adesso l'inverter non mi serve a nulla perchè non potrei utilizzarlo.
Prima di tentare una cancellazione sul atmega già montato vorrei sapere da chi maneggia gli atmel più spesso, se con i fuse così impostati, mi sarebbe permessa la cancellazione e la riscrittura fregandomene del contenuto attuale.

i fuse impostati dal costruttore non mi permettono la lettura in chiaro anche se extreme burner sembra legga senza problemi (legge un numero sequenziale) vedi foto

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/lettoflashko.jpg
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/eepromko.jpg
non allego l'hex perchè purtroppo non mi sembra valido.

allego foto ingrandita dove si vede il valore delle resistenze ed il nome.
Anche se la scheda è diversa da quella nella guida linkata da electroshock il nome dei componenti è il solito sulla serigrafia.
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/atmelgti500.jpg



 

gruppo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:964

Stato:



Inviato il: 21/08/2014 17:53:44

Ho finalmente inserito il firmware dopo averlo compilato con avr studio 6.2 e apportato piccole modifiche. il software di base per gestire anche lcd l'ho recuperato dal forum tedesco e devo ringraziare i post di JBecker e Bhernard8 che mi hanno permesso di arrivare a questo risultato.
è ancora da sistemare l'hardware ma dalle prime prove sembra tutto ok.
intanto posto la foto del prototipo.
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/lcd_1.jpg

lo schema di connessione utilizzato è questo
http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/B/schema74hc164.jpg

nella compilazione del sorgente con avr studio6.2 per far riconoscere la frequenza corretta utilizzata per le routine delay.h
ho modificato così


#define VERSION                      200
#define DEV_VERSION                  102
//#define REV							 001

/*
**===========================================================================
**  1.2     References
**===========================================================================
*/
// Hardware
// -------------- MCU LIB CONFIGURATION
#define FOSC    (16000) // 16 MHz external crystal
//#define F_CPU (FOSC*1000) // needed for AVR GCC //mio commento
#define F_CPU	16000000UL  // linea inserita per il delay


ho inoltre inserito la versione da 500W

#ifdef PJ14V                             // PowerJack 14-28V
#ifdef P300W
#define _CurrMax                   16*100 // maximum input current ca.16 Ampere
#define _PeMax                     300*10 // maximum input power   ca.300.0W
#endif
#ifdef P600W
#define _CurrMax                   35*100 // maximum input current  ca.35 Ampere
#define _PeMax                     600*10 // maximum input power    ca.600.0W
#endif
#ifdef P500W
#define _CurrMax                   25*100 // maximum input current  ca.25 Ampere
#define _PeMax                     500*10 // maximum input power    ca.500.0W
#endif






Immagine Allegata: basetta74hc164.jpg
 
ForumEA/B/basetta74hc164.jpg


Scarica allegato

lcd.jpg ( Numero download: 225 )



Modificato da gruppo - 21/08/2014, 18:39:37
 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 21/08/2014 18:31:52

Faccine/Smileys_0003.gif

 

beppe2810
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 24/09/2014 16:46:07

buongiorno,
è da qualche tempo che seguo questi vostri dibattiti per regolare la potenza di uscita degli inverter al fine di ridurre gli autoconsumi evitando di mandare energiam in rete.
Per me la soluzione migliore è senz'altro quella di intervenire sul firmware dell'inverter. Io però non mi sento in grado di affrontare questa operazione.
Leggendo i vari post mi è però venuta un'idea e chiedo il vostro parere.
Se si ha a disposizione, all'interno dell'inverter, il segnale di retroazione della corrente erogata in rete non sarebbe possibile inserire tra il trasduttore e l'ingresso del processore un operazionale che amplifichi questo segnale e faccia credere all'inverter di lavorare al massimo quando invece stà erogando di meno.
Seguendo questo ragionamento si potrebbe poi regolare il guadagno di questo amplificatore con un processore esterno sulla falsa riga del regolatore PWM da voi ampiamente trattato ed ottenere un sistema facilmente gestibile.
Se la cosa sembra fattibile qualcuno potrebbe fare qualche prova preliminare?
Saluti e complimenti a tutti!

 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 24/09/2014 17:22:24

CITAZIONE (beppe2810, 24/09/2014 16:46:07 ) Discussione.php?54218241&24#MSG351

buongiorno,
è da qualche tempo che seguo questi vostri dibattiti per regolare la potenza di uscita degli inverter al fine di ridurre gli autoconsumi evitando di mandare energia ..............


Semplicemente geniale ...... e credo che ci voglia una mattinata per provare.
Se avrò tempo sarò lieto di testare e aggiungere la tua tecnica alla discussione.

Ciao e grazie della condivisione
Elettro

 

beppe2810
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 02/10/2014 12:41:22

grazie a Voi per l'ottimo lavoro fin qui fatto.
ElettroshockNow, dopo la tua risposta incoraggiante ho deciso di procurarmi un inverter per fare delle prove. Sono in trepida attesa.
Nel frattempo sto mettendo a punto un controller con Arduino basato sulle routine di openenergymonitor (a mio avviso sono fantastiche).
Non ho visto risultanze dei tuoi test. Mancanza di tempo? (posso senz'altro capire), risultati non incoraggianti? (sarebbe molto peggio).
saluti

 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 02/10/2014 16:23:48

Il tuo metodo per me funziona (perché non dovrebbe ) e associato ad un controller sarebbe una soluzione fantastica.

Aggiungerei che :
Una volta isolato il pin che risente della corrente bisognerebbe creare un circuito optoisolato che consente al controller di variare la potenza in uscita.
Sarebbe una soluzione semplice e funzionale.

Per ora faccio da spettatore , ma appena concludo qualche progetto torno sui grid

 

kango99
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5

Stato:



Inviato il: 30/11/2014 23:10:58

Ciao a tutti, aggiungo altra carne al fuoco....

Scopo: ridurre consumo totale bolletta x rimanere in tariffe più economiche

Piccolo investimento in soldi e poco spazio per pannelli (1x250W)

No accumulatori = costi/perdite/ingombro



Immagine Allegata: idea 01.jpg
 
ForumEA/C/idea 01.jpg

 

Il_Salentino
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:919

Stato:



Inviato il: 13/12/2014 16:54:47

Ciao a tutti, volevo fare una domanda ad elettroshokNow per cercare di capire perchè 1 inverter grid tie da 1000W se non utilizzo la corrente del mio inverter ad isola, non modula, ossia non immette corrente in rete, se la corrente utilizzata è quella dell'inverter max Power da 3000W ad isola modula correttamente e si interrompe quando passo ad Enel, mentre ne ho 1 altro sempre da 1000W che modula sia con enel che con isola.
Premetto che non ho il problema del surplus, perchè ho verificato che se sono ad isola ed mmetto in rete più dell'utilizzo, il surplus non va conteggiato come consumato, perchè sono distaccato dall'enel, ma va ad aumentare le batterie del banco accumulo.
Ecco la domanda: perchè il 1^ inverter se sono ad isola modula e se sono con enel non modula mentre il 2^ modula sempre sia che sono ad isola o con enel?
Ringrazio anticipatamente per la risposta.



---------------
1 inverter PIP 5048MST + 12 pannelli TIANWEI 230Wp + 18 pannelli amorfi da 75Wp + 28 pacchi da 200 celle 18650 litio 600Ah
1 inverter PIP 5048MSD + 3 pannelli junko 255 Wp + 3 pannelli Tianwhei 230 Wp + 12 batterie 4 V 200 Ah
1 generatore eolico da 1000W autocostruito.
Boiler Ariston 150l

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3123

Stato:



Inviato il: 13/12/2014 21:42:48

Ma sei collegato ad enel o no?! Prima dici di no poi dici di sì.. e cosa intendi con modula?



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

Il_Salentino
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:919

Stato:



Inviato il: 14/12/2014 13:04:31

Caro Luca, ho un impianto ad isola con commutazione automatica ad enel quando il banco batterie scende a 25 V per ritornare ad isola al raggiungimento di 26V delle batterie.
A parte ho altri pannelli che utilizzo con i grid tie sono 2 da 1000W ma quello che verifico è che quando sono ad isola con il mio inverter i grid tie immettono corrente prelevando direttamente dai pannelli. Quando le batterie scendono a 25V e l'impianto commuta su enel, 1 dei 2 grid tie si ferma non immette in rete la corrente (non modula).
Puoi dirmi perchè si verifica questo?
grazie anticipatamente.
Franco



---------------
1 inverter PIP 5048MST + 12 pannelli TIANWEI 230Wp + 18 pannelli amorfi da 75Wp + 28 pacchi da 200 celle 18650 litio 600Ah
1 inverter PIP 5048MSD + 3 pannelli junko 255 Wp + 3 pannelli Tianwhei 230 Wp + 12 batterie 4 V 200 Ah
1 generatore eolico da 1000W autocostruito.
Boiler Ariston 150l

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3123

Stato:



Inviato il: 14/12/2014 21:09:18

Puoi fare uno schema del tuo impianto? Sembra che i grid-tie siano collegati sulla linea dell'inverter. Giusto? Tutti e due?



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 
 InizioPagina
 

Pagine: (30)  < ...  10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20   21   22   23   [24]   25   26   27   28   29   30    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum