Se sei già registrato           oppure    

Orario: 26/10/2020 02:38:30  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Applicazioni E Realizzazioni Pratiche

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (167)  < ...  33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   [43]   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53  ...>    (Ultimo Msg)


Homemade Inverter "modulo DC/AC"
FinePagina

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 15:13:34

Davvero bella!! Stavo pensando che a livello software non deve essere molto semplice calcolare esattamente il cambio di livello senza avere un piccolo gradino nella sinusoide in uscita, specie sotto carico... da provare...



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 15:37:13

..... sennò il divertimento dove starebbe
Cmq giro e rigiro ,ma nella rete non si trova una base da dove iniziare .

Tanto vale montarne uno e fare esperienza sul campo ...

 

salvatre

Avatar
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:75

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 18:11:26

[quote=ElettroshockNow, 07/05/2014 15:37:13 ?Discussione.php?55031252&42#MSG639]CITAZIONE (salvatre, 06/05/2014 18:22:33 ) Discussione.php?55031252&41#MSG638

Chiedo scusa ...Dovresti rifare la prova......



Ho rifatto la prova seguendo il suggerimento di Elettro e il risultato è riportato nella tabella seguente.
Ne devo dedurre che anche la terza scheda verde è rimasta danneggiata in uno dei suoi due IR2110?
Faccio notare una stranezza: se tolgo il riferimento a massa di MOS_LH3 e MOS_RH3, non riottengo sul gate LH4 i 6,9V di ieri, ma sempre 0,9V.
Mi torna in mente la stranezza dell’altra volta quando la sera ottenevo correttamente un valore efficace in AC e il mattino no



Immagine Allegata: Snap 2014-05-07 at 17.52.11.png
 
ForumEA/A/Snap 2014-05-07 at 17.52.11.png

 

ElettroshockNow

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4656

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 18:44:40

È si anche il driver left è danneggiato
Ripararlo è semplice , ma bisogna capire perché è morto !!!!

Ma la schedina è saldata sul PCB o passa attraverso un connettore a pettine.
Non vorrei che ci fosse un falso contatto ...

A questo punto ti conviene sostituire l'IR (usa uno buono delle altre schede).

Poi rifai le prove , sollecitando meccanicamente il pcb e vedi se noti variazioni.
Se le tensioni restano stabili con carico sui 5,5V , allora rimonta il ponte (usando magari Mosfet di recupero (deadtime 500nS) e alimenta il ponte aumentando la tensione fino a 24 (monitore l'assorbimento del ponte che dovrà sempre restare quasi nullo).
A questo punto prendi una lampadina da 12V 20W e connettila all'uscita di un mezzo ponte . La lampadina dovrà accendersi sia se colleghi l'altro capo al positivo che al negativo.
Fai la stessa prova all'altra metà del ponte.

Poi riduci la tensione a 18V e connetti la lampadina tra i ponti misurando circa 12Vac.

Se tutto è andato a buon fine prendi un trasformatore 12/220 da qualche decina di watt (quello che hai) e connetti un lato diretto al ponte e l'altro attraverso una bobina (quella che hai in casa .... bastano 200microH avvolta con un cavo da almeno 1mm ) e sul lato 220 potrai connettere un carico in proporzione al trasformatore.

Per ora evita condensatori in parallelo al ponte (in grado di rompere i finali in caso di incrocio dei finali) e mantieni sempre la linea di alimentazione al ponte con un fusibile rapido da 6A (anche meno)

Solo dopo che hai avuto la certezza che funziona ti consiglio di aumentare la tensione.

A proposito ... hai misurato come sono rotti i finali come consigliato da kekko.
Il corto è solo tra source e drain (emettitore e collettore) ?
O è in corto anche il gate ?

Ciao

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 19:16:07

Aggiornamento:

Sto finendo la parte di retroazione e inseguimento delle due semionde, ho messo un forte ritardo nel firmware in modo da rendere il tutto ben visibile.


Kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

salvatre

Avatar
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:75

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 20:16:38

Si: il corto è solo tra emettitore e collettore dell'IGBT.



Modificato da salvatre - 07/05/2014, 20:39:20
 

scinty

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:734

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 20:26:05

io non sono ne per Tesla ne per Edison sono ovviamente per Scinty e sono sicuro solo di una cosa: quello che non c'è non si rompe, infatti se trovassi un sistema semplice ed efficace di accumulo ad alta tensione(che poi 400v non si può chiamare alta secondo le norme fino a 1500Vdc risulta ancora bassa!)eviteri anche survoltori e DC/DC vari.....



---------------
14 pannelli mono da 250Wp 24 pannelli amorfi Sharp da 130Wp banco batterie 48V 225Ah survoltore 5000W homemade inverter 6000VA trifase homemade modalità di interconnessione ibrida Scinty-Kirchoff (nodo DC) secondo inverter di supporto mppt inverter Sunny boy 3000(nodo AC)

 

scinty

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:734

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 20:35:01

tra emettitore e collettore è un igbt... che si sia fuso solo il diodo di ricircolo? Hai messo lo snubber? molto strano....



---------------
14 pannelli mono da 250Wp 24 pannelli amorfi Sharp da 130Wp banco batterie 48V 225Ah survoltore 5000W homemade inverter 6000VA trifase homemade modalità di interconnessione ibrida Scinty-Kirchoff (nodo DC) secondo inverter di supporto mppt inverter Sunny boy 3000(nodo AC)

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 20:40:52

CITAZIONE (scinty, 07/05/2014 20:26:05 ) Discussione.php?55031252&43#MSG660

quello che non c'è non si rompe


Ne sono convinto anche io! Per questo non amo molto i DC converter, sono organi "delicati", specie quando lavorano ad alta frequenza. Preferisco un buon antico trasforamtore a lamierini, che non dipende infatti da nessuna elettronica, e funziona a prescindere.
Per l'alta tensione dipende dove si opera, nell'automotive ad esempio su bici e scooter elettrici, le norme prevedono "tensione elevata" dopo i 72VDC, e soggetta quindi a normative ed omologazioni differenti. In ambiente domestico invece, posso garantirti che 400VDC o 1500VDC in caso di contatto con il corpo umano, ci resti stecchito lo stesso.
Nel caso di accumulatori a quelle tensioni, credo che le normative in ambiente domestico lo vietino proprio. Nel caso di un faslo contatto sui poli, gli archi che si creano in DC ti fanno incendiare ed esplodere tutto quanto.



Modificato da kekko.alchemi - 07/05/2014, 20:44:26


---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 20:49:40

Secondo me, per avere una soluzione tecnologicamente avanzata, bisogna riuscire ad unire le tecnologie consolidate nel tempo, con le innovazioni moderne. Escludere a prescindere le consolidate, non credo vada mai troppo bene.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

scinty

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:734

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 20:58:05

ok allora esco l'asso dalla manica e sconfiggo qualsiasi normativa!
inverter 11 livelli tipo cascade con 5 fonti a 48v facile da configurare, onda perfetta con qualsiasi carico e soprattutto visto che le batterie sono isolate tra di loro è pure certificabile!



Modificato da scinty - 07/05/2014, 21:07:24


---------------
14 pannelli mono da 250Wp 24 pannelli amorfi Sharp da 130Wp banco batterie 48V 225Ah survoltore 5000W homemade inverter 6000VA trifase homemade modalità di interconnessione ibrida Scinty-Kirchoff (nodo DC) secondo inverter di supporto mppt inverter Sunny boy 3000(nodo AC)

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 21:18:26

Avevamo già considerato una cosa simile, volevamo farlo a 12 o 24 livelli, in modo da usare a 24/48V ogni cella per ogni stadio mosfet/IGBT. Ma nel modo in cui dici te, cmq non elimineresti il DC-DC converter step-down che viene dai pannelli, fonte di perdite. Dovresti fare tutto l'impianto a 48V, allora si che andrebbe bene, ma rimarrebbe ancora il fatto di quella dannata corrente continua a 800VDC sul ponte.



Modificato da kekko.alchemi - 07/05/2014, 21:44:18


---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

scinty

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:734

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 21:24:32

nel cascade non puoi trattare le fonti come se fossero in serie perchè hai un h bridge per ogni fonte, vanno sommati i Vrms di ogni livello che è cmq composto da componenti sollecitati pochissimo 48V 15A quindi nello stadio finale te la cavi con una manciata di mosfet economicissimi, quello che costa è l'algoritmo di controllo ma quello non si paga perchè lo sfornano i nostri cervelli!!!



---------------
14 pannelli mono da 250Wp 24 pannelli amorfi Sharp da 130Wp banco batterie 48V 225Ah survoltore 5000W homemade inverter 6000VA trifase homemade modalità di interconnessione ibrida Scinty-Kirchoff (nodo DC) secondo inverter di supporto mppt inverter Sunny boy 3000(nodo AC)

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 21:51:09

Per l'algortimo non la vedo difficile, tutto si può fare. Quello che non capisco è il voler complicare le cose a tutti i costi per qualche punto percentuale in più. Secondo me sorgerebbe poi un problema di fondo, ovvero quello che da ogni banco preleveresti una corrente diversa. Questi banchi si troverebbero quindi ad avere scariche diverse, e perciò si sbilancerebbero continuamente. Alla fine ti troverai con un il primo banco ancora carico, e l'ultimo completamente scarico. Questo significherebbe che dovresti avere un regolatore di carica dedicato per ogni banco (circa 10 se ho capito bene). In questo modo i regolatori non potranno essere MPPT perchè assorbirebbero potenze completamente diverse. Si potrebbero connettere insieme e farli comunicare, ma dubito cambi di molto la questione. E se è vero che tutto quello che non c'è non si rompe, in questo caso aggiungiamo parecchie variabili.

Io sono per le cose semplici, robuste e funzionali.



Modificato da kekko.alchemi - 07/05/2014, 21:54:28


---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 07/05/2014 22:00:34

metto un immagine giusto per far capire a tutti di cosa stiamo parlando.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/A/cascaded.bmp

PS: aggiungo che i regolatori di carica, oltre a non poter essere mppt, dovrebbero anche avere le uscite galvanicamente isolate tra loro, cosa che ne riduerrebbe ulteriormente il rendimento (step-down senza massa comune). Potresti creare stringhe di pannelli separati con potenze diverse, ma complichiamo ancora.



Modificato da kekko.alchemi - 07/05/2014, 22:08:08


---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 
 InizioPagina
 

Pagine: (167)  < ...  33   34   35   36   37   38   39   40   41   42   [43]   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum