Acqua: come utilizzarla, generarla e sfruttarla
Potabilizzare l'acqua di un pozzo

VISUALIZZA L'ALBUM

Pag: (11)  < ...  2   3   4   [5]   6   7   8  ...>    (Ultimo Msg)


FinePagina

drmacchi11
GigaWatt


Utente
Msg:963

Stato:



Inviato il: 18/5/2011,22:31

Ciao parli di conducibilità elettrica, ma l'info andrebbe completata con un'analisi dettagliata sui tipi di sali presenti e relativa conc.. serve innanzitutto il tds.
questo documento potrebbe tornarti utile.
http://www.finisterrae-onlus.org/Documenti...inizzazione.pdf
cordialmente, lorenzo

 

giuse71
milliWatt


Utente
Msg:3

Stato:



Inviato il: 19/5/2011,11:43

Grazie per la risposta DRMACCHI11,
il TDS è di circa 4100: la prossima settimana posso indicare il dettaglio dei sali disciolti in quanto ho consengato questa mattina i campioni al laboratorio... ma penso che non ci siano novità rispetto al passato: conducibilità misurata al volo: 4800 uS/cm .....
Dovrò obbligatoriamente pensare all'osmosi o potrò provare con qualche resina.....ne varrà la pena per acqua da irrigazione?

 

drmacchi11
GigaWatt


Utente
Msg:963

Stato:



Inviato il: 19/5/2011,11:47

Scusa , ma l'irrigazione non l'avevi nominata ! se lo fai per l'orto domestico , lascia perdere ! la comperi al mercato la verdura e spendi meno..... se lo fai per lavoro allora devi farti i conti in tasca ! io pensavo per l'uso domestico con tutti i problemi , futuri, anche su tubazioni , bollitori , caldaie etc

 

giuse71
milliWatt


Utente
Msg:3

Stato:



Inviato il: 19/5/2011,13:32

purtroppo non è un orto domestico... in questi periodi siccitosi devo utilizzare 15-20 m3 di acqua al giorno per irrigazione degli ortaggi + giardino dell'agriturismo...
Mi sarebbe piaciuto poterlo fare dopo aver speso per il pozzo.
Ma dici che non c'è nulla da fare?

 

drmacchi11
GigaWatt


Utente
Msg:963

Stato:



Inviato il: 19/5/2011,21:39

Ciao Giuse , in effetti avevi scritto dell'irrigazione ! MEA CULPA !. facciamo due conti :
usi 20 mc. di acqua al giorno , se li comperi dalla rete : dal sito di beppe grillo sembra che le tariffe in italia variano da 0,8 a 1,8 euro/mc facciamo per esempio 1,20 e /mc . quindi 20 *1,2 = 24 euro al giorno. ossia al mese 24*30= 720 euro (bella botta). chiaro che se arriva gratis da un bel pozzo tanto di guadagnato! Quanto costa un impianto di osmosi inversa con portata di 20 mc giornalieri? bisogna considerare l'installazione ed il mantenimento (pulizia, reagenti, controlli periodici ecc.). credo che un impianto serio costi 5-10.000 euro quindi lo ammortizzi in 5 (+) anni.

 

fabianchi
milliWatt


Utente
Msg:23

Stato:



Inviato il: 10/6/2011,11:09

Sono nuovo del forum, leggendo l’argomento “potabilizzare l’acqua di pozzo” sono rimasto entusiasta dell’ idea, perché anch’io ho un pozzo in cui entra una vena d’ acqua con una portata di circa 10 l/min.
Più che un pozzo è più una cisterna di circa 70 m cubi e la vena nasce a qualche centinaia di metri, io l’ho incanalata e portata dentro alla cisterna.
L’acqua è apparentemente cristallina e insapore, dato che la vena proviene da un drenaggio abbastanza profondo fatto per risanare un terreno di collina, ma è piuttosto dura.
Quello che volevo chiedere a Eneo, che ho capito è del mestiere, è se si può costruire, con le stesse tecniche che ha spiegato per i filtri a sabbia e a carbone, un addolcitore .
Così io prima di potabilizzare l’acqua di pozzo la renderei meno dura per poterla usare anche per lavatrice, lavastoviglie, cucina e bagno.
Così visto l’ombra della privatizzazione dell’ acqua e l’aumento dei costi fino al quattrocento per cento in provincia di Arezzo dove c’è già in atto questa legge, staccherei del tutto o quasi l’ acquedotto e manderei a quel paese questi speculatori del bene comune.

Vorrei anche chiedere a Eneo se ritiene opportuno nel processo di potabilizzazione mettere due filtri a carbone, uno a carbone attivo minerale per l’ eliminazione dei contaminanti organici e altri odori e sapori e un’ altro a carbone attivo vegetale per eliminare inquinanti organici, pesticidi, solventi ecc…visto che sopra la vena il campo viene coltivato e ogni coltivazione oggi viene sempre trattata con prodotti chimici.

Allora spiego meglio come avrei intensione di realizzare l’ impianto:

Addolcitore, filtro a sabbia ( o viceversa, mi dirai tu Eneo),primo filtro a carbone attivo vegetale, secondo filtro a carbone minerale ( o viceversa, mi dirai tu Eneo) , Sterilizzatore UV, accumulo ( molto piccolo per non inquinare l’ acqua di batteri ) e pompaggio con autoclave alle cannelle.

Io sono un tecnico in elettronica e una vota fatto questo impianto potrei pensare anche ad un’ automatismo per i lavaggi, il riassetto ecc……
Magari per fare questo la vedo dura con i costi perche bisogna mettere nei punti nevralgici dell’ impianto tutte elettrovalvole magari sanitarie che costano un’ occhio della testa.

Saluti a tutti Fabrizio di Siena

Una foto vale più di cento parole!!

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2068

Stato:



Inviato il: 10/6/2011,22:21

ciao fabio adesso sono in ferie, appena rientro ti faro' sapere...
ma alla fine qual'e' la portata di acqua al giorno che hai bisogno?
ps. le elettrovalvole per l'irrigazione costano molto meno.

 

fabianchi
milliWatt


Utente
Msg:23

Stato:



Inviato il: 11/6/2011,22:10

Ok Eneo bene intanto faccio un'analisi microbiologica e fisico chimica dell' acqua del pozzo, tanto per vedere dopo che cosa dobbiamo correggere.
Per la portata io vorrei che fosse equivalente all' acquedotto.
Ci sentiamo fai buone ferie non c'è fretta, questo progetto se sarò in grado di farlo stimo di andare ad ottobre novembre, perchè ora in estate ho da fare altri lavori alla casa.
Saluti da Siena Fabrizio

 

drmacchi11
GigaWatt


Utente
Msg:963

Stato:



Inviato il: 14/6/2011,19:23

Ciao Fabrizio , fai fare un'analisi dettagliata per i contaminanti chimici, visto l'uso dei pesticidi. chiaro che dovresti avere un'idea di quali vengano usati altrimenti a furia di fare HPLC ti viene una botta di spesa. Lorenzo

 

fabianchi
milliWatt


Utente
Msg:23

Stato:



Inviato il: 21/6/2011,23:55

Ok ho fatto fare l'analisi dell' acqua del mio pozzo, i campioni sono stati prelevati direttamente da un rubinetto che tramite pompa pesca a 5-6 metri di profondità e così potere vedere le analisi.

Adesso mi hanno consigliato di fare un'ulteriore analisi microbiologica dell' acqua che sgorga dalla vena, si perchè la mia situazione è così:
Una vena di acqua con portata 10 l.min. nasce a qualche decina di metri in una collina e poi io l'ho incanalata nel mio pozzo che in realtà è una cisterna di circa 70m3.
Così facendo posso vedere la carica microbica reale dell' acqua e non quella che associa la cisterna.
Eventualmente fosse 0 la carica microbica alla sorgente io potrei mandare quest' acqua in un'altra cisterna alimentare di dimensioni più piccole ad esempio 1000-2000 litri e pensare di trattare questa per l'usi domenstici, bagno compreso e lasciare quella della cisterna da 70 m3 per irrigazione.
Saluti Fabrizio di Siena
http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/7/2/2/5/3/9/8/1308696568.jpg
http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/7/2/2/5/3/9/8/1308696569.jpg
http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/7/2/2/5/3/9/8/1308696571.jpg

 

drmacchi11
GigaWatt


Utente
Msg:963

Stato:



Inviato il: 22/6/2011,11:18

Eh si la carica microbica delle analisi non va bene. Spero di sbagliarmi , ma che la carica alla sorgente sia zero è difficile, sopratutto se intorno alla zona c'è pastorizia o molti animali selvatici. Facci sapere perchè è interessante il discorso faccine/smile.gif. Ciao

 

fabianchi
milliWatt


Utente
Msg:23

Stato:



Inviato il: 22/6/2011,13:35

Allora Mercoledì prossimo sono d'acordo con gli analisti del centro di portare i nuovi campioni e poi dopo una settimana avremo i risultati, mi sono venuti incontro dicendomi che se mi bastano i risultati a voce senza certificazione la spesa sarà molto inferiore.
Bene allora aspettiamo e poi vedremo cosa fare
Saluti Fabrizio da Siena

 

sandro_g
milliWatt


Utente
Msg:1

Stato:



Inviato il: 26/6/2011,21:31

ciao a tutti sono nuovo del sito io ho fatto analizzare la mia acqua in un terreno in campagna vicino al mare e i risultati sono stati una carica microbica alta e la presenza di coliformi, non fecali. Io non voglio potabilizzarla, non voglio berla ma utilizzarla d'estate per la doccia, per lavarmi i denti o la verdura. Poichè per ora non ho la corrente pensavo ad un impianto di questo tipo:
pompa meccanica
filtro a sabbia
filtro a carboni attivi
accumulo in un serbatoio da 500 l e l'inserimento in quest'ultimo delle pastiglie di coloro come quelle delle piscine.
Doppio filtro a corda e uscita dai rubinetti.
Secondo voi faccio bene?
saluti, sandro

 

drmacchi11
GigaWatt


Utente
Msg:963

Stato:



Inviato il: 26/6/2011,22:01

Sandro , guarda che per lavarsi denti e lavare la verdura serve acqua potabile o cmq sarebbe per te + salutare faccine/smile.gif. ciao

 

fabianchi
milliWatt


Utente
Msg:23

Stato:



Inviato il: 28/6/2011,11:34

Allora Sandro quello quello che ti ha detto Drmacchi11 è verissimo, anche io ho la stessa tua esigenza e la stessa tua carica batterica nella mia acqua.Alla USL locale dove ho fatto fare le analisi mi hanno detto che non si può usare neache per innaffiare verdura destina al consumo umano, perchè le piante tipo l' insalata la trattengono e rimane la carica batterica.
Io tento di rifare l' analisi microbiologica proprio domani alla sorgente dove sgorga la vena e non dell' acqua della cisterna come ho fatto fare, così spero che all' origine non ci siano contminazioni microbiche
Vedremo! e poi ipotizzeremo un' impianto di potabilizzazzione con l'esperto ENEO.
Saluti Fabrizio di Siena

 
 InizioPagina
 

Pag: (11)  < ...  2   3   4   [5]   6   7   8  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum