Se sei già registrato           oppure    

Orario: 29/10/2020 00:02:49  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Eolico

Pagine: (2)   [1]   2    (Ultimo Msg)


l'idea è questa
FinePagina

Erygold
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 1/3/2011,23:18

faccine/construction.gif Salve a tutti..

non so se sono nelle sezione giusta...
ma avrei alcune domande da porre a chi ne sa più di me..

mi sto dedicando all'energia alternativa ..
ho istallato su un traliccio autocostruito un generatore eolico...
e ho intenzione di istallare sul tettuccio del garage dei pannelli fotovoltaici..

Praticamente ho intenzione di costruire un impianto ibrido..
solare e eolico insieme che mi andrebbe a ricaricare delle batterie
le quali alimenterebbero un inverter per produrre corrente a 220 volt

con una potenza tale di poter mandare la mia abitazione per almeno un giorno
cioe un banco batterie che possano alimentare un inverter da 7 kw
(in realta me ne servirebbero 5 kw ) ma stiamo sul sicuro..

ora quello che chiedo io...
dato che so che l'enel non accetta gli impianti autocostruiti...

mi servirebbe sapere se ci sono strumenti o congegni o come posso fare..
per staccarmi in automatico dall'enel..
( cioe staccare il contatore...e alimentare la casa con l'inverter)
questo dovrebbe accadere quando le batterie sono cariche....
e riattaccare il contatore quando le batterie sono scariche sotto
un certo voltaggio..

In pratica mi basta staccarmi dall'enel anche per pochi periodi
sarebbe tutto risparmio e non dovrei sorbirmi tutte le pratiche burocratiche ..
che ci vogliono per istallare gli impianti ....

spero non mi prendiate per un visionario ma penso che un impianto cosi si possa fare....
so che manualmente e fattibile ..ma necessita che uno vada a controllare
lo stao di carica delle batterie se sono ok avvii l'inverter e stacchi manualmente il contatore..

io tutto questo vorrei che avvenisse in automatico..Si puo Fare?

Ringrazio tutti e spero che qualcuno mi dia la soluzione..


 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 1/3/2011,23:33

stai descrivendo un inverter combo con funzione ups.
fa tutto da solo e scollega l' enel se le batterie sono cariche,inoltre ha un carica batterie interno (combo) che in caso di necessità ricarica le batterie per non danneggiarle.

ma caspita!! 7 kW?

ma quanto consumi a casa tua? o si tratta di una officina?

 

drmacchi11
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:963

Stato:



Inviato il: 1/3/2011,23:46

ciao MaX , puoi fare quacke esempio pratico (links) di questi inverters? grazie. Lorenzo

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 2/3/2011,09:51

questo per esempio:

http://shop.rainbow-techs.com/product_info...products_id=154

ha "solo" 3 kW di potenza, m a immagino che ce ne siano di + grossi...forse parallelabili

cmq per 7 kW ti serviranno almeno 20 m2 di pannelli e un paio di aerogeneratore con 4 mt di diametro faccine/biggrin.gif oltr a 7-8.000 euro di batterie... su diciamo che con 35-40.000 euro te la cavi

ciao
MaX

 

Erygold
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 2/3/2011,20:43

Caro Max,

non voglio essere polemico..

ma è possibile che se uno ha un idea si risponda solo sarcasticamente
guardando solo quanto spende e non che cosa deve realizzare...

Noto che in questo forum più che spiegazioni tecniche date spiegazioni di costi...
a me quanto costa fare una cosa non importa niente...

Mi importa se è fattibile e tecnicamente come si fa? come funziona?

Un inverter combo con funzione ups non mi dice niente..perchè sono ignorante in materia..
per questo lo chiedo sul forum...poi quanto costa sta a me decidere se comprarlo o no.

Non è meglio spiegare come funziona ---come va collegato....ecc

Spiegare come fare un impianto come ho chiesto io ...

Cioè essere più tecnici e meno impiccioni....nel forum nessuno sa le possibilita monetarie
di chi lo frequenta..ma puo sapere il livello di conoscenza della materia in questione che ha chi chiede le spiegazioni..

Premetto una cosa i soldi non mi mancano e posso pagare tranquillamente la corrente che l'enel mi fornisce....

Ma di natura sono rivoluzionario ..cioè se posso inculare lo stato gli enti che ci forniscono servizi..
tipo Enel Gas Telefono..faccio di tutto per non dargli i soldi anche se poi per distaccarmi da questi servizi spendo più che a pagare la fornitura..non so se mi sono spiegato...

Percui ..e questo vale per tutte le sezioni del forum e per tutti i moderatori...
DATE RISPOSTE PIU TECNICHE..E NON FINANZIARIE..

Mi piacciono le discussioni dove si spiega per filo e per segno ..i metodi ..le tecniche...
gli esempi pratici ..dove si insegna passo passo a fare qualcosa...

non dove " Lo sai quanto spendi a fare questo.."Questo lasciamo decidere a chi lo vuol fare..

Spero di non essere stato troppo polemico....


 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 2/3/2011,21:00

Non sei stato troppo polemico, tranquillo, è che spesso arrivano delle persone che chiedono ...voglio rendermi autonomo dall'enel ma mantenere i consumi attuali di tot kWh al giorno.
poi gli si fanno i calcoli e questi ci dicono che pensavano di spendere 20 volte di meno o giù di li.

OK, la volontà non ti manca, ma per poterti aiutare devi fornire maggiori dati... e il principale è:

quanti kWh consumi l'anno? Il dato lo trovi nelle bollette dell'enel, non ti posso dire esattamente dove, perchè sono 10 anni che manco dall'italia.

altra domanda... per quanti giorni vuoi essere autosufficente? Da quello che scrivi all'inizio non capisco bene. Non capisco se vuoi un impianto ad isola con eventuale supporto dell'enel, o se vuoi poter far fronte ad eventuali backup per qualche ora.
Di solito gli impianti ad isola hanno una autonomia di 3 giorni e oltre, e le batterie vanno dimensionate in base a questo dato.

Dammi questi dati e ti faccio l'eleco del materiale necessario, dopodichè si possono fare i passi seguenti

ciao
MaX

intanto dai una occhiata al tread di keyosz nella sezione Fotovoltaico: ISOLA 6
Si tratta di un impianto simile a quello che vuoi fare tu

 

Erygold
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 2/3/2011,22:17

Caro Max..

ho dato un occhiata all'impianto di Keyosz...

Ha fatto un capolavoro...
lo apprezzo molto perchè la pensa come me...

fare le cose nel limite del possibile ..per la soddisfazione di essere riuscito a farle...

Ora capisco anchio che a costruire un impianto del genere ci vogliono dei bei soldini..
ma pensa alla soddisfazionedi essere se pur per poco indipendente dall'enel.....

Copmunque .il mio consumo annuale è di 9000 kw ....
A me basta costruire un impianto che faccia funzionare anche per un giorno
la casa a pieno regime...io ho 5 kw istallati...

A conti fatti consumo mediamente 24 Kw il giorno..

Mi interesserebbe creare un impianto con un eolico e solare che mi ricaricano..
un banco batterie che mi fornisce 24 kw per un giorno....
se poi come dici tu potessi andare avanti per due o tre giorni sarebbe
gia una conquista...

Quello che mi interessa è che l'impianto sia tutto automatico....
cioe finche le batterie non sono cariche vado con l'enel..
quando le batterie sono cariche ci deve essere qualcosa che senta la carica ..
e mi disconnette il contatore e la casa la fa andare con l'energia accumulata nelle batterie...
nel momento che le batterie sono alla soglia di scarica del 50% quell'automatismo
mi deve staccare l'impianto delle batterie e riallaccare il contatore...

Principalmente puo essere per anche solo un'ora giusto per contenere i costi ed evitare di buttare soldi se l'impianto non dovesse funzionare....

Cioè iniziare con poco e crescere piano piano....

ti ringrazio della tua cortesia....

 

OggettoVolanteIdentificato

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:721

Stato:



Inviato il: 2/3/2011,23:22

CITAZIONE (Erygold @ 2/3/2011, 20:43)
Percui ..e questo vale per tutte le sezioni del forum e per tutti i moderatori...
DATE RISPOSTE PIU TECNICHE..E NON FINANZIARIE..

Spero,mi auguro,e presumo che tu stia scherzando. Il forum ha un'impronta ben precisa,nata dalla collaborazione dell'Admin con i moderatori: chi ritieni di essere,tu che entri e ti arroghi il diritto di modificare lo stato delle cose e degli argomenti?

Stai forse pagando un servizio? Credi che in Italia vi siano schiavi che via Internet ti debbano fornire risposte a tutte le tue domande?
Per tua norma e regola, i forum di energie alternative,trattano e discutono sul problema di
utilizzare fonti che riescano ad essere,dal punto di vista finanziario,più competitive di quelle attuali basate su petrolio e uranio.
La tua infelice uscita sul ''DATE RISPOSTE PIU TECNICHE..E NON FINANZIARIE..'' non può essere presa in considerazione,perchè se proprio ti dovessi rispondere come tu desideri ti direi:
acquista un gruppo elettrogeno da 7 Kilowatt e taniche di gasolio,e buona fortuna con il relè automatico collegato al contatore.

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 2/3/2011,23:51

ok, allora dai una occhiata a questo pdf:
https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=exp...0YmMxYWQ3&hl=en

Riassunto:
Pannelli Fotovoltaici 11400 Watt-picco
Batterie 2000 Ah - 48V
Sezione cavi Pannelli->Batterie 119 mm2
Regolatore Fotovoltaico (PWM) 219 A
Caricabatteria emergenza 37.5 A
Generatore diesel di emergenza 9 CV

qui sopra il riassunto per agevolare la lettura.
Ammettiamo che tu voglia comprare tutto assieme, il necessario per qesto impianto di notevoli dimensioni:

ti servono 11 o 12 kWp di pannelli che supponendo che siano da 100Wp l'uno sarebbero 114 panneli (50x150cm l'uno circa di superficie)
Poi avresti bisogno di diversi regolatori solari direi 3 da 80A in parallelo
I cavi devono essere generosi per non disperdere l'energia e accontentandosi di perdere l'1% dovresti usare una sezione di 120mm2 ipotizzando una distanza di 10mt tra panneli e batterie.
Se prevedi un caricabatteria di emergenza (che può essere interno al inverter) direi almeno 35-40A, ma in caso di voler essere totalmente autonomo dall'enel sarebbe meglio avere anche un generatore diesel/benzina/gas di emergenza con motore da almeno 9 o 10 cavalli.
Le batterie e l'inverter dovranno essere da 48volts per poter sopportare meglio il carico.
Le batterie ho calcolato che dovranno essere 2000Ah a 48V e avranno una autonomia di 2 giorni. Ho dovuto mettere 2000A per poter tenere botta alle richieste dell'inverter. Con 7kW di inverter, non puoi mettere batterie troppo piccole, pena l'usura precoce delle stesse.

Per l'ups o l'automatiscmo che commuta enel/batterieè tutto automatico.
Quell'inverte che ti o messo sopra fa tutto questo da solo.
Gli colleghi la linea Enel, le batterie e l'ingresso dell'impianto eletrico di casa (praticamente stacchi i cavi che escono dal contatore enel e li colleghi all'uscita dell'inverter. Poi attacchi al contatore altri due cavi e li colleghi all'ingresso dell'inverter. Sempre all'inveter colleghi le batterie.

Dopodichè: se le batterie sono cariche l'inverter fa andare l'impianto a batterie, altrimenti commuta automaticamente alla linea dell'enel in una frazione di secondo.
Alle batterie colleghi anche l'uscita di regolatori solare/eolico


24kW sono parecchi. A che ti dedichi? si tratta di un laboratorio o di una piccola fabbrica? un bar, una officina meccanica?

Te lo chiedo può che altro per sapere in che fascia oraria sono conentrati i consumi.

Altra cosa... non sarebbe meglio procedere per gradi?
keyosz ha fatto quello che ha fatto in diversi anni e per gradi... infatti sono esistiti isola 1/2/3/4/5 fino al 6... anche se credo che stia lavorando per il 7 faccine/tongue.gif

Tu per esempio potresti cominciare con un piccolo impianto ibrido eolico/solare sufficente per le luci di casa o quello che è. Poi con il tempo aggiungi moduli ecc.
In questo modo poco per volta diventi esperto e non avrai bisogno di nessuno per risolvere gli inevitabili problemi.

Partire subito con un impianto come quello di keyosz sarebbe come dare un Ferrarino ad un neopatentato... questo secondo la mia opinione, ovviamente.

Se decidi di fare le cose per gradi,mi dovrai dire però quanto prevedi di consumare all'anno.

Tieni conto che i prezzi dei pannelli solari sono in costante discesa e ció guoca a tuo vantaggio.

Un altro fronte su cui ragionare potrebbe essere il risparmio energetico. Tu conosci la tua situazione: pensi che non sarebbe possibile ridurri i consumi? Certo che se devi fare funzionare una troncatrice per metalli 8 ore al giorno c'è poco da fare, ma se per esempio si trattasse di un bar con 12 frigoriferi aperti....

ciao
MaX

 

Erygold
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 3/3/2011,19:46

Ciao Max,,

Rispondo prima a quell' Oggetto..non identificabile--

Per primo non stavo scherzando..per secondo io sono stato attaccato..
involontariamente ma sono stato attaccato...giustamente
Max non poteva sapere le mie disponibilita finanziarie..
io ho fatto una domanda.e cercavo una risposta TECNICA....
poi se per fare quello che ho intenzione di fare mi ci vogliono 100 mila euro.
o un milone saranno un po anche C....i miei e nol del forum..

E' la gente come te che rovina i forum...con l'Arroganza che tenete..
Ricordati sempre una cosa..ma mettitelo bene nella mente....
dall'altra parte del pc non sai con chi hai a che fare....

Se fossi un ingegnere che di queste cose ne sa più di tutto il forum...
se fossi un ingegnere che pone quesiti per vedere cosa gli rispondono
e sbellicherarsi dalle risate...tu non lo puoi sapere....

Medita ragazzo mio....

L'ultima risposta di Max la vedo completa...non è andato fuori dal contesto
della domanda che avevo posto...
E Max lo ha capito subito.infatti lo ringrqazio....
ci sono dei buoni consigli.....per iniziare ..
Lo so anchio che per fare certe cose ci vuole la moneta....
infatti concordo con Max quando dice di iniziare con poco..
ma non per non spendere ma per imparare....
Per confrontarsi..scambiarsi pareri....scambiarsi esperienze...

Per ora Max solo per la soddisfazione di dire " questo l'ho fatto io e funziona "
mi basta anche solo un ora ...cioè scolegarsi dall'Enel anche solo per un ora....
mi basta solo poter dire..Cara Enel per quest'ora te lo messo nei c...o...

Poi una volta capito il metodo costruttivo.aver imparato come si fa ..che accorgimenti bisogna prendere ..solo allora si passa ad ingrossare l'impianto...

Adesso Max se non sbaglio io consumo 24 kw al giorno...giusto..
un giorno è composto di 24 ore ..
il che facendo la divisione del consumo con le ore ..
24kw/24h=1kwh..

Ora per avere 1 kwh quante batterie ci vogliono?
Quanti pannelli fotovoltaici ci vogliono per ricaricarle?
Che turbina eolica ci vuole per ricaricarle?

hai ragione dove dici( cominciare con un piccolo impianto ibrido eolico/solare sufficente per le luci di casa o quello che è. Poi con il tempo aggiungi moduli..

e qua ti chiedo dammi le dritte necessarie..sempre se ti va..

Un salutone

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 3/3/2011,20:15

Pregherei Erygold e OVNI di lasciare perdere il malinteso. È evidente che avete entrambi carattere e che ogniuno ha fatto le sue esperienze negative prima di arrivarer qui. A che serve litigare?

torniamo a erygold e la sua domanda:

allora cominciamo con un piccolo impianto che ti dia il sufficiente per 1 kWh di consumo.
Putroppo non posso tenere on conto l'eolico perchè è difficilmente quantificabile in quanto ci sono troppe variabili in gioco. Solo la tua esperienza che avrai tra un anno potrà dirti se l'eolico è utile nella tua zona o no.
Ci vorrebbe una sorta di contatore che conti i kW che genera il tuo mulino e poi tra un anno fai i conti.
non chiedermi dove comprarlo perchè non lo so. Forse vanno bene anche i piccoli contatori che si usano per la 220, ma non li ho mai provati. Tra l'altro il mulino sicuro che è trifase... forse qui Ferro potrebbe essere d'aiuto.

qui trovi un altro pdf calcolato per 1 kWh al giorno con 3 giorni di autonomia

https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=exp...mOTIyYTk5&hl=en

qui il riassunto:

inverter 250W
batterie 500Ah-12V
caricabatterie emergenza da 25A
6 pannelli da 100Wp o equivalente a 600Wp
cavi da 25mm2 tra pannelli e batterie

volendo l'inverter puoi metterlo da 1000W magari aumentando un poco le batterie a 600Ah.
E se metti un regolatore mppt (poco per volta capirai la differenza) potresti comprare un pannello in meno.

quindi rimmarrebbe:

inverter 1000W
batterie 600Ah-12V
caricabatterie emergenza da 25A
6 pannelli da 100Wp o equivalente a 600Wp
cavi da 25mm2 tra pannelli e batterie

ripeto, è solo un punto di partenza, ma già con questo saresti tranquillamente in grado di avere la luce gratis in una casa e magari qualche piccola utenza, tipo un computer portatile per diverse ore al giorno.

ciao
MaX

 

OggettoVolanteIdentificato

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:721

Stato:



Inviato il: 3/3/2011,21:34

CITAZIONE (Erygold @ 3/3/2011, 19:46)
E' la gente come te che rovina i forum...con l'Arroganza che tenete..
Medita ragazzo mio....

Il Forum ha scopi comunitari,non personali o bislacchi.
Ma c'è sempre chi spende sui 2600 euro come te,pur di non dare 17 eurocents al giorno all' Enel.
Torno a meditare.

 

Erygold
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 3/3/2011,22:31

Ciao Max..

Ok lasciamo perdere i litigi non portano a niente...

tanto come si è visto ognuno di noi la pensa a modo suo...

per quanto riguarda l'eolico ho gia istallato un kit con queste caratteristiche...

generatore eolico
Scheda tecnica del produttore:

•Potenza Nominale: 390W
•Potenza Massima: 485W
•Tensione Outupt: 12-28V AC Trifase
•Corrente Output max: 25 A
•Velocità di rotazione massimo rendimento: 400 rpm
•Dimensioni: 260x160x160 mm
•Peso: 11Kg
•Numero Poli: 4
•Resistenza alla rotazione: 0.25 NxM
•Vento di startup: < 0,5 m/sec (profilo Savonius)
•Efficienza: > 95%
•Ottime prestazioni con venti deboli e scostanti
•Bassa rumorisità
•Struttura composta da soli 3 elementi (rotore, statore, chassis)
•Generatore costituito da materiale ferromagnetico superiore (il doppio dei normali materiali)

poi ho il controller di carica

This model controller is 12V/24V/36V Battery Auto-Sensing

Battery Voltage 12V 24V 36V
Rated Charge Current 15A 7.5A 5A
Maximum Charge Voltage 14.4V 28.8V 43.2V
Dump Load Resistor 2 ohm/200W 8 ohm/200W 18 ohm/200W
High Wind Protection Yes (The controller will disconnect from wind turbine when wind Goes too high When the wind goes low, the controller will re-connect to turbine again)
Battery Reverse Protection Yes
Short Circuit Protection Yes
Overload Protection Yes
Operating Temperature -5°C to 50°C
Control Method PWM


ed infine l'inverter..

Dati tecnici del produttore (eng):

•Power Output: 1000W
•Output Voltage: 220VAC
•Output Frequency: 50Hz + or - 2Hz
•Output Waveform: Modified Sine Wave
•Input Voltage Range: 10.0 -15.9 VDC
•Low Battery Alarm (Nominal): 10.4 - 11.0V
•Low Battery Shutdown Point (Nominal):9.7 - 10.3V
•High Battery Shutdown Point (Nominal):14.5 - 15.5V
•Peak Efficiency: Under 90%
•Battery Drain With No AC (at 12V Input): Under 0.3A
•Dimensions: 170mm x 59mm x 57mm (L x W x D)

poi ho un banco di batterie usate ma efficenti..
da 110-85-70-70 per un totale di 335 Ampere..

cosa ci posso fare con questa roba..
e cosa mi manca...

devo dirti che ho collegato il banco batterie a 12 volt
per avere i 335 ampere poi ho collegato l'inverter..
e una lampada da 75 watt o candele come si usava dire una volta
e mi è rimatsa accesa per diverse ore...

ho notato una cosa ..l'inverter se la tensione mi scende sotto
gli 11 volt mi si stacca è normale la cosa?

So che è robina infatti viene dalla cina..ma per iniziare penso che possa andare bene...

Di nuova salutoni..

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 3/3/2011,23:02

allora, l'inverter ha una onda modificata, quindi è di bassa qualità, ma per accendere lampadine, il computer eresistenze va benelo stesso. Non va bene per motori (frigo per esempio) o elettrodomestici, e potrebbe andare male con alcuni tipi di lampade a basso consumo, ma non è detto. Si tratta di provare.

Le batterie a quanto capisco sono da automobile vero? allora non puoi collegarle tra loro in parallelo altrimenti le danneggi. Per poterlo fare ti consiglio di leggere il tread : "In parellelo con allegria" che trovi nella sezione Accumulatori. Inoltre ti consiglio di leggere anche nella stessa sezione il tread "Vademecum delle batterie"

La soluzione + professionale è quella di usare batterie stazionarie da 2V collegate in serie, ma per prendere confidenza vanno bene anche quelle da automobile,certo che ti dureranno molto poco.

È normale che l'inverter si spenga a 10.5V e non a 11V, ma dipende se stavi misurando in quel momento o se hai misurato anche solo dopo 30sec. Se l'inverter stacca a 10.5, in pochi minuti la tensione sale a 11.5V, ma le batterie sono scariche e l'inverter non riaparte giustamente.

Il mulino e il regolatore sono normali, niente di particolare o speciale... nel senso, che sicuramente faranno il loro lavoro, ma poi dipende dal vento disponibile. Il mio mulino è simile al tuo come prestazioni, solo che ha un regolatore ibrido (solare 10A, eolico 35A), mentre il tuo èsolamente eolico. Infatti posso collegare solo 2 pannelli da 85W e a breve dovrò comprare un secondo regolatore anche io.

Per 6 pannelli solari da 100Wp ti serve un regolatore solare da almeno 35A o meglio 40A.

Ti consiglio anche di comprare un caricabatterie da alemno 20A da usare in caso di emergenza. Qualsiasi batteria tu utilizza, vanno ricaricate velocemente (max 3 giorni) pena la solfatazione. Se hai un solo mulino la cosa è grave perchè possono esserci dei periodi lunghi senza vento. Con il sole è già meglio, ma in inverno avere 3 giorni filati di nuvolo e senza vento è normale. Per cui hai bisogno di una terza fonte di energia, che nel tuo caso per ora sarà l'Enel, ma che in futuro potrebbe essere un generatore diesel alimentato a biodiesel o se ne hai diritto gasolio agricolo.

ciao
MaX

 

Erygold
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:36

Stato:



Inviato il: 4/3/2011,21:58

Ciao Max..
Grazie per le risposte esaurienti..

Mi dici di che marca è il tuo regolatore...

Io il carica batterie ce l'ho ed è molto potente..
è un Booster 500 non mi ricordo la marca..
ti dico solo che riesce a far partire un camion anche senza batterie..
lo preso quando avevo la ditta di trasporti..
e per evitare di non poter partire con i mezzi pesanti comprai quello..
lo collaudato per vedere se ce la faceva.e ho staccato le batterie al camion
e l'ho messo in moto con quello..me costato una cifra a quel tempo
ma funziona alla grande..

Come lo dovrei collegare con le batterie?

Non è che quando mi riparte i ventolone poi le batterie si ricaricano troppo in fretta..

Per la durata delle batterie non mi importa me le hanno regalate..
e per questo che voglio imparare con quelle prima di comprare un banco serio..

Un altra domanda il mega pulse e akku-activator dove si comprano?

lo strumento per misurare la densida dell'acido delle batterie dove lo posso comprare..
Scusa ma non saprei dove andare a domandare...non so se ce l'hanno gli elettrauti o no..

Poi ho visto che tu hai messo dei diodi mi dici anche quello come sifa a riconoscere il senso di
passaggio della corrente...
Li ordino anchio..quanto tempo ci vuole ad arrivare...

Io leggo anche i tuoi tread...e mi ha molto colpito la centralina che vuoi fare tu ..
cioè quella che monitorizza ogni batteria facendo in modo che non scenda sotto i 10.9 volt

Scusami se ti ho subissato di domande...
ma vedo che tu sei già a un buon punto....
e io ho tutto da imparare dal forum..
Di nuovo grazie..

 
 InizioPagina
 

Pagine: (2)   [1]   2    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum