Se sei già registrato           oppure    

Orario: 27/10/2020 16:35:05  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Eolico

Pagine: (2)   [1]   2    (Ultimo Msg)


Eolico BASE per cominciare?
FinePagina

Jarod

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:272

Stato:



Inviato il: 18/3/2011,11:15

Buongiorno a tutti, è la prima volta che mi "spingo" in questo thread, avendo solo frequentato quello relativo al fotovoltaico. Infatti, posseggo un impianto fotovoltaico a isola da circa 700 watt (è iniziato con 50) che a breve vedrà sicuramente delle (notevoli) aggiunte. E fino a qui...tutto bene.

Da qualche giorno mi frulla per la mente di affiancare al mio fotovoltaico un generatore eolico, e qui sono dolori. Sono digiuno sull'argomento, e la lettura delle discussioni che sto facendo mi comincia a chiarire le idee. Ma ancora sono piuttosto confuso, e forse devo leggere ancora...ma il "morbo" dell'isolano mi divora.

La domanda che sto per porvi potrebbe essere già stata trattata, ma al momento non l'ho trovata (ma forse sono stato distratto). Insomma la faccio breve: ho scovato il sito che tutti conoscerete (liberamente.tv) e sono stato tentato di acquistare il generatore "entry level" da 300 euro.

La domanda è: funziona? In due sensi: il prodotto in se è affidabile (o è una bufala) e se si, funzionerebbe se usato da me in una casa come la mia? Mi spiego...

...abito in un attico, normalmente molto ventoso (non so dire quanto in termini numerici però...so che non smette mai, è una vera scocciatura) e NON posso montare nulla sul tetto, causa condomini "ostili" (il mini-fotovoltaico è a malapena tollerato). Siccome, tra le varie cose, ho un mini-terrazzo tra le tegole praticamente inutilizzato, pensavo di piazzarlo li, in maniera che nessuno mi possa fare storie. Quasi non si vedrebbe, e sarebbe pure relativamente vicino a regolatore + batterie.

Dunque la domanda è se un ordigno del genere ha speranza di funzionare se montato su un semplice terrazzo, senza (o quasi) tralicci.

Ultima domanda. La versione base da 300 euro è a tre pale, ma come optional si possono comprare altre tre pale. Ma a 150 euro (cavolo!). Ne vale la pena?

Grazie a chiunque vorrà dedicarmi due minuti.

Jarod



---------------
5 kW di pannelli mono e policristallini (tra cui 5 semi-flessibili monocristallini da 200wp), Inverter/regolatore/caricabatterie MppSolar PIP-4048MS (fw 72.40) 4kW 48V, Regolatore pcm60x, Regolatore PCM8048, Inverter Grid-Tie Mppt da 300w con batteria Piombo 120Ah, 20 batterie AGM Fiamm 12FIT100/19 e 4 batterie Fiamm 12FIT100/23, controllo remoto e monitor con SolarPatrol. Indirizzo web impianto: http://93.42.249.72

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 24/3/2011,21:57

OK, ho guardato e ho capito perchè costa poco.

Manca il regolatore eolico.

Il motore mi sembra un po' leggerino per produrre 500W... magari di picco penso che con venti normali non riuscirai a tirar fuori più di 15A.
Quel disco che sosteine le pale mi sembra anche lui leggero
Le pale invece sembrano buone se sono in vetroresina rinforzata.

cmq non mi sembra un buon affare per iniziare. Inoltre se non puoi mettere tralicci... buff!! peggio che peggio.
Ti conviene comprare piuttosto qualche pannello solare in più.

ciao
MaX

altra soluzione sarebbe quellaa di cambiare casa e cercare una casa isolata in campagna. La potresti fare tutto quello che vuoi, senza vicini ostili.

ciao
MaX

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2068

Stato:



Inviato il: 25/3/2011,11:44

anche secondo me non mi sembra un prodotto eccezionale, opterei piuttosto su un rutland da 250w completo di regolatore lo trovi sui 750 euro sul sito di tuttotetto....
vedi un po' su youtube qualche video per sentire se sono rumorosi.....

 

Jarod

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:272

Stato:



Inviato il: 25/3/2011,13:27

Grazie a tutti per le risposte; ho letto ieri sera ma solo ora ho trovato uno spiraglio di tempo per rispondere con un minimo di calma. In effetti girando su ebay ho trovato un altro accrocco simile a quello ma direttamente con 6 pale ad un prezzo appena più alto...ma sembra tremendamente uguale a quello che vi ho segnalato prima.

Pertanto, credo al momento sia cosa saggia pensare di aggiungere un altro paio di pannelli e stop (come suggerito da max_linux); il prodotto suggerito da eneo sarà sicuramente valido ma al momento non mi sento di investire una cifra simile per ottenere risultati dubbi. In effetti con 750 euro di pannelli ne compro quasi quattro (il mio impianto è - purtroppo - a 12 volt, ed i pannelli che uso sono di conseguenza, che in genere compro su Nautimarket quando fa offerte valide...in genere 200 euro per un pannello da 100wp). Anzi, proprio in questi giorni vendono un kit da circa 3kW + inverter Mastervolt grid-connected a poco più di 6100 euretti che mi sta scatenando appetiti purtroppo non appagabili. Non è una bella offerta?

Ciao a tutti e buon weekend

Jarod



---------------
5 kW di pannelli mono e policristallini (tra cui 5 semi-flessibili monocristallini da 200wp), Inverter/regolatore/caricabatterie MppSolar PIP-4048MS (fw 72.40) 4kW 48V, Regolatore pcm60x, Regolatore PCM8048, Inverter Grid-Tie Mppt da 300w con batteria Piombo 120Ah, 20 batterie AGM Fiamm 12FIT100/19 e 4 batterie Fiamm 12FIT100/23, controllo remoto e monitor con SolarPatrol. Indirizzo web impianto: http://93.42.249.72

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 25/3/2011,13:49

si credo sia buona, o meglio normale in questi periodi. Peró occhio agli inverter grid connect, perchè devi poi fare un contratto con l' enel, mettere un seconto contatore e subire un vcontrollo all' impianto almeno una volta l' anno. Alla fine l' impianto non è più tuo.
Secondo me potresti amplicare il tuo impianto a 12V con un paio di pannelli, cambiare tutte le lampade di cas con lampade led a luce calda e alimentarle via fotovoltaico. Sarebbe un risparmio sulla bolletta e ti lascia la possibilità in futuro di ampliare ancora il fotovoltaico fino alla completa autonomia.

Quello che ti ha suggerito eneo è un ottimo prodotto e lo devi considerare come entry-level, ma per i mulini serve molto spazio.

Per l' eolico devi essere per forza in campagna o in montagna o come minimo in una casa isolata.... oppure a Trieste faccine/tongue.gif faccine/biggrin.gif

ciao
MaX

 

Jarod

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:272

Stato:



Inviato il: 25/3/2011,13:59

Sai qual'è l'idea PERVERSA che mi è venuta...rapino una banca e trovo i soldi faccine/tongue.gif ....poi...monto i pannelli e monto l'inverter Grid-connected connesso alla mia casa alimentata dal fotovoltaico attuale (con inverter da 1.8 kWp sinusoidale). Et-voilà, il grid connected si "aggancia" alla sinusoide del mio impianto attuale, le cui batterie vengono caricate dai 3kW + 700 W di pannelli e dunque la notte riescono a tenere acceso frigo e menate varie. E stacco l'enel!

Sogni...però mica male...

Ciao

Jarod



---------------
5 kW di pannelli mono e policristallini (tra cui 5 semi-flessibili monocristallini da 200wp), Inverter/regolatore/caricabatterie MppSolar PIP-4048MS (fw 72.40) 4kW 48V, Regolatore pcm60x, Regolatore PCM8048, Inverter Grid-Tie Mppt da 300w con batteria Piombo 120Ah, 20 batterie AGM Fiamm 12FIT100/19 e 4 batterie Fiamm 12FIT100/23, controllo remoto e monitor con SolarPatrol. Indirizzo web impianto: http://93.42.249.72

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 25/3/2011,14:17

l' idea non è male... ma c'è un errore di fondo e te lo dico anche se probabilmente ti verrà l' orticaria faccine/tongue.gif ...a te o a tua moglie faccine/biggrin.gif

il frigorifero in inverno lo puoi tenere spento a meno di non abitare in marocco! faccine/biggrin.gif

Ti consiglio di leggere questo mio post:

e di provare a fare l' esperimento per 2 settimane approfittando che siamo in inverno.

Durante l' estate invece puoi accendere tranquillamente i frigo, visto che hai un eccesso di energia dovuto alle giornate più lunghe.

Nota... io il frigo l'ho spento lo scorso ottore e non lo accenderò almeno fino a metà maggio prossimo.

Se poi vuoi strafare e risparmiare ancora di più ti consiglio di leggere questo altro articolo riferito alla lavatrice:



ciao
MaX

 

eneo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2068

Stato:



Inviato il: 25/3/2011,14:19

jarod piuttosto dovresti iniziare a pensare a cambiare la tensione del tuo impianto, a 12v gli amper iniziano ad essere tantini e di difficile gestione......

 

Jarod

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:272

Stato:



Inviato il: 27/3/2011,09:03

Ehi Max, ma sei proprio un integralista! Ho letto tutte e due le discussioni che hai fatto, sono eccellenti, il problema è proprio gestire la moglie ... faccine/laugh.gif

Scherzi a parte, dici cose MOLTO interessanti, che meritano. Quella del frigo la vedo una cosa praticamente impossibile anche solo da pensare, appunto x motivi di moglie. Sebbene riuscire ad alimentare in maniera totalmente fotovoltaica od eolica il tutto sarebbe già un vantaggio notevole.

Giusta anche l'osservazione di Eneo, sarebbe ora di pensare a passare almeno a 24 volt. Invero, era tutto "predisposto". Lato pannelli, sono tutti a 12 volt ed in numero pari (ed omogenei come potenza e tipologia), dunque li posso mettere in serie.

I dolori vengono con il resto; il regolatore ancora ancora mi segue, ma inverter e batterie vanno a farsi benedire. Il mio inverter è un sinusolidale puro comprato su nautimarket da 12 V 1.8 kW con trasformatore toroidale, preso beccando un'offerta shock durata pochi giorni a 600 euretti. Va benissimo, ma appunto ha il problema che è a 12 volt.

Le batterie peggio mi sento. Tre (dunque numero dispari) Varta super-heavy-duty (SHD) pro-motive da 180 Ah in parallelo (che per essere da autotrazione stanno "tirando" da quasi tre anni!). Invero (inorridite!) comprate in momenti diversi, dunque facendo quello che NON si deve fare. Ma che dire: fortuna?

Dunque: inverter da buttare, batterie pure (potrei comprarne un'altra, ma a questo punto la "distanza" temporale sarebbe troppa...o no?).

Insomma, con inverter e batterie che fo? Butto tutto? Mumble....

Inoltre penso di comprare un MPPT perchè il mio regolatore wellsee PWM da 60 ampere da di matto quando c'è sole pieno. Dopo aver aggiunto gli ultimi 200 Wp di pannelli sembra come caricare troppo le batterie (ma da una corrente di 32 ampere, adeguata mi sembra) verso l'ora di massima insolazione, al punto che l'inverter a volte va in protezione per eccesso di tensione d'ingresso. Ma se collego tutta la casa all'impianto (con teleruttore controllato da remoto via http faccine/w00t.gif ) allora va tutto a posto. Questo mi farebbe pensare che il regolatore "attacca" le batterie ai pannelli e amen...

Vabbè, ora mi tocca togliere le macchie di muffa con la candeggina, ho la moglie allergica...mi sa pure che sto andando fuori tema, 'ste cose vanno dette nel forum sul fotovoltaico...sorry

Jarod



---------------
5 kW di pannelli mono e policristallini (tra cui 5 semi-flessibili monocristallini da 200wp), Inverter/regolatore/caricabatterie MppSolar PIP-4048MS (fw 72.40) 4kW 48V, Regolatore pcm60x, Regolatore PCM8048, Inverter Grid-Tie Mppt da 300w con batteria Piombo 120Ah, 20 batterie AGM Fiamm 12FIT100/19 e 4 batterie Fiamm 12FIT100/23, controllo remoto e monitor con SolarPatrol. Indirizzo web impianto: http://93.42.249.72

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 27/3/2011,09:50

CITAZIONE (Jarod @ 27/3/2011, 10:03)
Ehi Max, ma sei proprio un integralista! Ho letto tutte e due le discussioni che hai fatto, sono eccellenti, il problema è proprio gestire la moglie ... faccine/laugh.gif

..

lo considero un complimento essere chiamato "integrlista"faccine/biggrin.gif

si, il problema è la moglie,non tanto per il fatto di essere donna, piuttosto per il fatto che le donne si fanno prendere dal consumismo faacilmente, inoltre sono particolaarmente sensibili alle critiche delle altre.

Io posso fare quello che faccio per il fatto che ho fatto 13... anzi 14 al totocalcio con mi moglie, che infatti mi segue in questa avventura. faccine/biggrin.gif

forse dovrei mettere su un blog e spiegre meglio e con foto... vedremo.

Per l' OT, non ti preoccupare, qui ci abbiamo aftto il callo. faccine/tongue.gif

ciao,
MaX

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 27/3/2011,15:10

Ciao a tutti,
Io ho il tuo stesso dilemma jarod,però credo che alla fine la soluzione giusta sia......tenere 2 impianti a voltaggi diversi.
Mi spiego,ho preso un regolatore Ivt in germania di tipo mppt,che gia aumenta la resa dei pannelli,e senza montare i pannelli in configurazioni diverse carica batterie sia a 12 che a 24 volt,i pannelli sarebbe meglio metterli in serie,tanto supporta fino a 60 volt di tensione e ha pure il desolfatatore,su nautimarket ne hanno uno mppt che sembra buono,ma devi configurargli i pannelli.
Ora torno al nocciolo,io ero partito per eliminare gli stand-by di casa e ogni volta che su nautimarket buttano un'offerta aggiungo un pannello,ora ho 410Wp di impianto per alimentare un inverter da 275wp a 12 volt e quindi volendo passare a 24 volt che si fa?
Si butta tutto?
E qui l'idea di fare 2 impianti,uno a 12 volt per i carichi tranquilli,le cose in stand by,i caricabatterie ecc,in fondo l'impianto è gia fatto,e poi ne aggiungi un secondo a 24 volt per i carichi massicci,cosi hai recuperato il più possibile le atrezzature senza sprecare nulla.
I 12 volt in realta sono una noia quando gli ampere sono tanti,ma ricordo che moltissime cose che usiamo in casa vanno a 12 volt,io ho 2 punti luce direttamente a 12 volt e volendo si potrebbe mettervi altre cosette(il modem adsl,certi caricapile, ecc)pero servirebbe uno stabilizzatore di tensione altrimenti oscilla da 12 a 14.7 volt.
Per assurdo ho trovato tempo fa un ups apc a 24 volt 680Wp onda pura,e in fiera ho preso un'onda modificata da 1000wp sempre a 24 volt.
Per cominciare è perfetto.
Aggiungo solo che avendo preso pannelli di potenze diverse (credo capiti a tutti,si comincia col provare e poi ci vorresti far andare tutta la casa) ho sdoppiato i pannelli in 2 serie,una da 240Wp a 12 volt e l'altra con 2 pannelli (adesso arriva il terzo)da 65+25 wp,che attacco durante l'inverno alle batterie che alimenatno casa e durante l'estate è adibito a rigenerare accumulatori.
Insomma è sdoppiabile.
Il fatto che le tue 3 batterie ti siano durate 3 anni significa che sono di buona qualità.
Io ho avuto solo problemi con le presunte batterie stazionarie economiche,durata 4 mesi.
Mentre adesso con le mie trojan ci macino da dio,e ogni tanto purtroppo vengono scaricate di brutto,adesso a settembre sono 2 anni,speriamo bene faccine/smile.gif .

 

Jarod

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:272

Stato:



Inviato il: 27/3/2011,15:30

Ciao Dolomitico, vedo che siamo tutti nelle medesime acque faccine/cry.gif (tranne qualcuno che ha mega-impianti e tutta la mia invidia buona faccine/laugh.gif ).

Senti, mentre faccio una pausa pulisci-muffa (il mio appartamenteo sembra una cantina) rimando le considerazioni che vorrei fare in risposta al tuo intervento a momenti più "scarichi" (domani?) e approfitto per farti una domanda...anzi, in effetti la faccio a tutti.

Batterie: mi sono trovato bene con le mie Varta SHD (180Ah x 3) anche comprandole in tre momenti distinti e messe in parallelo sembrano andare alla grande. Non compro la quarta perchè ora è passato troppo tempo. E fino a qui...Ma mi levate una curiosità: perchè non trovo un cavolo di sito che vende le fantomatiche stazionarie ma che sopratutto metta il PREZZO? Sarà che mi faccio troppi cannabici faccine/happy.gif ma non riesco proprio a trovarlo.

Il mio impiantino ha 4 pannelli monocristallini da 90 W, due da 50 e recentemente ho aggiunto due policristallini da 100 W. L'aggiunta è stata provvidenziale, l'impianto è rinato. Un bel teleruttore comandato da software self-made provvede a collegare l'impianto all'impianto casa sconnettendo l'Enel, quando occorre, ed in ogni caso il mio laboratorio resta "connesso" in pianta stabile tranne in caso di batteria scarica. L'unico problema è, come detto, che da quando la bella stagione sta avanzando nei momenti di massima insolazione sembra andare tutto a ramengo (tensione batteria elevata, sino a 16 volt...l'inverter va in tilt).

Vabbè, avevo detto che avrei preso il discorso domani...ribadisco: MA QUANTO COSTANO 'STE STAZIONARIE, E DOVE SI TROVANO? Scusate se alzo la voce faccine/tongue.gif

Ciao a tutti

Jarod



---------------
5 kW di pannelli mono e policristallini (tra cui 5 semi-flessibili monocristallini da 200wp), Inverter/regolatore/caricabatterie MppSolar PIP-4048MS (fw 72.40) 4kW 48V, Regolatore pcm60x, Regolatore PCM8048, Inverter Grid-Tie Mppt da 300w con batteria Piombo 120Ah, 20 batterie AGM Fiamm 12FIT100/19 e 4 batterie Fiamm 12FIT100/23, controllo remoto e monitor con SolarPatrol. Indirizzo web impianto: http://93.42.249.72

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 27/3/2011,19:54

Le stazionarie serie costano.......TANTO.
Ci sono siti tipo questo
I prezzi non li mette ma se gli mandi una mail ti mandano il listino,poi ti capotti faccine/smile.gif
Ti dico solo che una buona batteria stazzionaria la paghi.
Guarda le trojan che sono americane,oppure le faimm sono italiane,ma alla fine ti saltano 2000€ per un'impianto 24V 480A.
Almeno cosi scriveva keyosz.
Diciamo che il costo si proporziona alla durata.

 

Jarod

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:272

Stato:



Inviato il: 1/4/2011,08:17

Grazie Dolomitico,

ti rispondo in ritardo ma per dirti che il sito che mi hai segnalato è (MOLTO) interessante. Ancora nessuno mi vuole dire il prezzo di una stazionaria (mi hanno mandato il listino ma sulle stazionarie non c'è il prezzo faccine/sick.gif ) ma almeno ci sono i prezzi delle AGM. E comunque se gli scrivo mi risponderanno ancora, presumo. Il fatto è che in effetti è evidente che costano, eppoi avrei pure il problema che dovrei metterle in un locale molto ben areato (che non ho), mentre magari con le ermetiche il problema, pur essendoci lo stesso, è meno grave.

Ma queste AGM vanno poi così male? In effetti, in un momento di follia, potrei pensare di "sparamene" 1000 Ah sfidando le ire della moglie e chissene. Alla fin fine me la cavo con nemmeno 1500 euro che sono sempre tanti ma non eccessivi.

Vabbè, la pianto qui prima di cominciare a pensarci troppo e fare follie.

Ciao



---------------
5 kW di pannelli mono e policristallini (tra cui 5 semi-flessibili monocristallini da 200wp), Inverter/regolatore/caricabatterie MppSolar PIP-4048MS (fw 72.40) 4kW 48V, Regolatore pcm60x, Regolatore PCM8048, Inverter Grid-Tie Mppt da 300w con batteria Piombo 120Ah, 20 batterie AGM Fiamm 12FIT100/19 e 4 batterie Fiamm 12FIT100/23, controllo remoto e monitor con SolarPatrol. Indirizzo web impianto: http://93.42.249.72

 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2120

Stato:



Inviato il: 1/4/2011,11:44

guarda.... parla con paolt che 3 o 4 anni fa ha comprato delle batterie al GEL. Non sono AGM ma gli assomigliano.
Anche lui ha scelto le gel per via del fatto che non ha un locale ben areato e per il costo elevato delle plantè o tubolari.

Fossi in te invece comincerei con un impianto piccolo a cui affiancare più avanti un secondo impianto.
Per esempio potresti rendere autonome le luci di casa con un piccolo impianto da pochi watt.... e poi presa la confidenza potrai fare i seguenti passi.

ciao
MaX

 
 InizioPagina
 

Pagine: (2)   [1]   2    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum