Accumulatori
Concentrazione acido in ina batteria al piombo ,Può un ipotetico controllo sulla densità dell'acido aumentare la vita alle batterie al piombo?

VISUALIZZA L'ALBUM

Pag: (3)   [1]   2   3    (Ultimo)


FinePagina

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9178

Stato:



Inviato il: 28/6/2010,22:06

un modo per aumentare la vita di costose batterie potrebbe essere quella di mantenere bassa ma ancora efficace e il più possibile costante la concentrazione dell'acido in una batteria

Un metodo potrebbe essere di mantenere un'elevata riserva di liquido (un grosso contenitore) di modo che la concentrazione vari poco




Modificato da qqcreafis - 17/11/2010, 23:33


---------------
Al peggio non esiste limite



 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4117

Stato:



Inviato il: 29/6/2010,12:57

La densità dell'elettrolito di un accumulatore per avviamento viene indicata a batteria carica per un valore di 1280g/l, che corrisponde generalmente al 32% di acido a 25°C. Per le stazionarie in servizio tampone in centraline telefoniche o simili viene indicato con 1230g/l, che corrisponde grosso modo ad un 28%. Ricordiamo che la capacità della batteria è data anche dalla percentuale di zolfo che si trasforma in solfato sulle piastre negative, e la resistenza interna è data dalla conduttività dell'elettrolito in base alla percentuale d'acido contenuto. Sarebbe da verificare se, con una batteria efficiente e perfettamente carica, diminuendo la densità si possa trovare un buon compromesso tra efficienza e concentrazione.

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9178

Stato:



Inviato il: 29/6/2010,15:26

Queste densità si riferiscono alla batteria completatmente carica.

quando raggiunge la massima scarica la densità quanto vale?

Se varia poco (ma non mi sembra) il discorso è gia concluso, se varia molto invece la densità ottimale(ma che aatualmente non ri riesce a stabilizzare) potrebbe essere quella al 50% di carica



---------------
Al peggio non esiste limite



 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9178

Stato:



Inviato il: 29/6/2010,20:56

ho trovato la seguente tabella

Carica percentuale Densità elettrolito Temperatura di congelamento

100 % 1.28 Kg/l -60 C°

75 % 1.225 Kg/l -37 C°

50 % 1.200 Kg/l -27 C°

25 % 1.150 Kg/l -15 C°

0 % 1.050 Kg/l -3 C°

in apparenza non varia molto ma se teniamo conto che l'acqua distillata ha densità 1.000kg/l la variazione è significativa

la densità espressa in kg/l non ci dice in modo diretto quanto acido c'è occorre trovare un'unità di misura più esplicita



---------------
Al peggio non esiste limite



 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9178

Stato:



Inviato il: 29/6/2010,21:15

non riesco a trovare i dati, comunque varia da un 30% in volume(?) a 0 (zero)

mi sembra una variazione eccessiva , la variazione dipende dal volume del contenitore contenitore

Ci vorrebbe un materiale (zeoliti?) che tendono a sequestrare l'acido quando questo è abbondante e a rilasciarlo quando tende a scarseggiare

in questo nodo si dovrebbe riuscire a ciclare in modo più profondo la batteria e tenere una resistenza interna sempre bassa

svantaggi ???????? solfatazione completa ? dovuta a scariche troppo profonde?

completa ma reverssibile(?)



---------------
Al peggio non esiste limite



 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4117

Stato:



Inviato il: 29/6/2010,21:44

La percentuale residua di acido a batteria scarica non è zero, zero nel caso da te riportato è la percentuale di carica residua della batteria, ossia è completamente scarica. Chiaro che a quelle condizioni non dovrà mai arrivarci.
Il peso dell'acido solforico puro è circa di 1850g/l. Arrivare a 1050g/l significa trasformare praticamente quasi tutto l'acido in solfato, con il pericolo che cristallizzi e si trasformi in solfato stabile, che richiederebbe poi l'uso del desolfatatore ecc ecc.....
Al limite si potrebbe scendere con la percentuale a quei famosi 1230g/l delle stazionarie, in modo che alla fine della scarica in effetti TUTTO l'acido sia convertito (condizione che nelle stazionarie in tampone NON si deve MAI verificare), ma metterne di meno credo significhi in pratica limitare la capacità. Insomma, se fin'ora gli accumulatori al piombo hanno funzionato con quelle percentuali, in pratica potrebbe significare che siano quelle giuste. Soprattutto visto come si tenta di risparmiare sui costi di fabbricazione oggigiorno. Oltretutto se tutto l'acido si trasforma in solfato, in teoria rimarrebbe solo l'acqua distillata, che è scarsamente conduttrice, e aumenterebbe considerevolmente la resistenza interna. C'è da dire però che i contenitori delle stazionarie sono molto grandi e di soluzione ce n'è sempre in abbondanza, come nel caso che dici tu di aumentere la quantità in circolazione per mantenere il più possibile stabile la densità.
In passato mi è capitato di trovare delle batterie che qualche furbo di rivenditore o elettrauto, all'atto di venderla l'aveva riempite di semplice acqua distillata, e nonostante dalla fabbrica escano "cariche secche", avevano pochissima potenza e si "guastavano subito".

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9178

Stato:



Inviato il: 30/6/2010,20:54

sono ormai convinto che se scende troppo la densità si solubilizza il solfato ed il piombo metallico può crescere tra i separatori mandando tutto in corto

Se si ha una batteria solfatata si dovrebbe partire da una certa concentrazione di acido, così da mantenere il solfato sulle piastre la dove si deve convertire, anche da nuova nell'impasto cè solfato di piombo e quindi il discorso è lo stesso.

Mi sembra che nellecomuni batterie auto il volume di acido sia piccolo, tra piastre separatori il volume residuo mi sembra poco

ovviamente la conversione si ha nella fase di carica

la mia supposizione è che l'acido nella batteria ci debba sempre essere, se non altro per mantenere sempre bassa la resistenza interna (anche vicino alla scarica completa)

Ad esempio partendo dal minimo di carica la densità potrebbe essere 1,20 ed a batteria carica ancora 1,2 (o poco più), è chiaro che ci vuole o un contenitore infinito (grande) o un sistema (non ben identificato) che sequestri l'acido in eccesso

chissà forse si può trasformare una comune batteria in una stazionaria o simile, semplicemente utilizzando una bassa concentrazione ed un contenitore piuttosto grande(?)



---------------
Al peggio non esiste limite



 

max_linux2000

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:2120

Stato:



Inviato il: 30/6/2010,21:24

il problema è quello di tirare fuori le piastre senza romperle....

forse... e dico forse... si potrebeb fare cosí:

1. caricare perfettamente la batteria non solfatata
2. svuotare completamente e si lascia asiugare per settimane
3. tagliare via il fondo con un flessibile o una sega
4. da un'altra batteria uguale ma guasta, recuperiamo il contenitore tagliando via il coperchio e togliendo tutto il piombo.
5. incolliamo il contenitore vuoto alla batteria buona senza fondo.
6. riempiamo di acido usando quello originale + un parte di nuovo + una parte di acqua distillata fino a raggiungere la densità desiderata.

Risultato:
Abbiamo più che duplicato il volume dell'elettrolita

Problemi:
a) a meno di non fare tagli perfetti, difficilmente riusciremo a mantenere la camere perfettametne stagne
b) la batteria diventa debole alla sollecitazione meccaniche.


ciao
MaX

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4117

Stato:



Inviato il: 30/6/2010,21:50

Le piastre dovrebbero appoggiare su dei sostegni, altrimenti col passar del tempo si "sbracano" verso il basso. A questo punto, se vuoi raddoppiare la capacità del contenitore senza toccare le piastre potresti fare dei grossi buchi sul fondo, per esempio tagliando via dei quadrati tra i sostegni delle piastre, e incollare il secondo contenitore sotto all'altro bucato. Hai più che raddoppiato la quantità di acido, i gas se ne vanno tranquillamente in alto, le piastre seguitano ad avere un appoggio, e i sedimenti se ne vanno sul fondo, lontano lontano...... Però hai sempre una batteria da avviamento, con piastre sottili dalla vita breve e separatori pressoché inesistenti. faccine/cry.gif

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9178

Stato:



Inviato il: 30/6/2010,22:52

Sarebbe comunque interessante sapere se la diminuizione di densita e la maggiore stabillizzazione ne aumenta la vita e la profondità di scarica

Si potrebbe addirettura diminuire leggermente la densità in estate ed aumentarla in inverno sempre ipoteticamente per stabilizzare le reazioni ed allungarne il più possibile la vita (da quanto si trova in rete sembra che la vita delle batterie dipenda molto dalla temperatura di esercizio)

si potrebbe metttere due tubi immersi nella batteria (per ogni elemento faccine/cry.gif )e fare un sistema di ricircolo che controlli e modifichi con precisione istante per istante in base a vari parametri la densità dell'acido

La cosa potrebbe avere un senso per batterie enormi stazionarie da cui si vogliono prestazioni elevate

ma sono solo elocubrazioni....

Bounanotte e sogni di batterie perfette...

ops...... ho scambiato due vocali........



---------------
Al peggio non esiste limite



 

Keyosz
GigaWatt


Utente
Msg:1959

Stato:



Inviato il: 1/7/2010,07:04

Confermo che percentuale di acido solforico molto basse o elettrolita tutto di acqua distillata deposita piombo e manda in corto.

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9178

Stato:



Inviato il: 2/7/2010,21:04

si potrebbe affiancare un contenitore identico ma senza elementi fare dei buchi nei fianchi ed incollare(sempre che esista una colla per quella plastica).

fare da zero un contenitore piuttosto abbondante.....molto più profondo e più largo ed utilizzare una densità dimezzata, ma in totale molto più del doppio di acido per evitare di arrivare acqua pura



queste plantè hanno molto liquido rispetto
www.exideindustrialbatteries.com/images/prod-plante.jpg

a queste altre

www.exideindustrialbatteries.com/images/prod-opzs.jpg



---------------
Al peggio non esiste limite



 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9178

Stato:



Inviato il: 13/11/2010,22:00

X Gancetto: può essere possibile creare un sistema chimico tipo "tampone" che mantenga costante la concentrazione SO4--



---------------
Al peggio non esiste limite



 

gancetto

Avatar
MegaWatt


Utente
Msg:582

Stato:



Inviato il: 14/11/2010,22:33

il sistema della batteria gia in realta è un tampone per SO4-- ma è regolata dalla carical'SO4-- libero dipende dalla quantita di pb++ che dipende dallo stato di carica della batteria

SO4-- nella pila e costante ma passa dallo fase solida(pbSo4) a quello a quella liquida(H2So4)

quando aumenta la quantita di pb++ si combina subito con l'SO4-- per formare PbSO4 solido
che quindi nn fa parte piu della soluzione che quindi diminuisce di concentrazione e di densita
perche la densita è misurata sulla soluzione che nn comprende il precipitato di PbSO4
la quantita di materia totale dell batteria nn varia ma si sposta dalla soluzione a solido
e da elettrodo (solido ) a solfato

nella scarica
Pb (elttrodo) --->pb++ (soluzione)-----> si combina con SO4 e precipita ----> PbSO4 (solido)
PbO2(elettrodo) --->Pb++(soluzione)---->""""""""""""""""""""""""""""""""""---->PbSO4 (solido)
H2SO4(soluzione)---->SO4--(soluzione) soluzione ----->si combina con pB++ e precipita --->PBSO4 (Solido)
H2SO4(soluzione)---->H+(soluzione) ----> H2O (soluzione)

nella carica è l inverso

aumentare il volume della solzuione è un ottima idea esistono anche gli accumulatori con elettrolita flusso (mai visti ma so che esitono) cioè alla batteria è collegato un serbatoio tramite un circuito
in cui l elettrolita viene fatto girare di continuo tramite una pompa

per quanto riguarda il calcolo dall percentuale in volume a densita riporto questa tabella

% H2SO4 Molarità Densità ° Bé
0,261 0,027 1,000 0
7,704 0,825 1,050 6,87
14,73 1,652 1,100 13,12
21,38 2,507 1,150 18,82
27,72 3,302 1,200 24,05
33,82 4,310 1,250 28,86
39,68 5,259 1,300 33,3
45,26 6,229 1,350 37,42
50,50 7,208 1,400 41,23
55,45 8,198 1,450 44,79
60,17 9,202 1,500 48,11
64,71 10,23 1,550 51,21
69,09 11,27 1,600 54,12
73,37 12,43 1,650 56,85
77,63 13,46 1,700 59,43
82,09 14,65 1,750 61,85
87,69 16,09 1,800 64,14



---------------



 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9178

Stato:



Inviato il: 14/11/2010,23:07

CITAZIONE
aumentare il volume della solzuione è un ottima idea esistono anche gli accumulatori con elettrolita flusso (mai visti ma so che esitono) cioè alla batteria è collegato un serbatoio tramite un circuito
in cui l elettrolita viene fatto girare di continuo tramite una pompa

ma guarda mi hanno rubato l'idea decenni prima che mi venisse faccine/laugh.gif faccine/laugh.gif faccine/laugh.gif faccine/laugh.gif faccine/laugh.gif

studierò i tuoi dati...

comunque l'idea è quella di controllare la concentrazione dell'elettrolita in modo che sia sempre ottimale al fine di garantire la profondità di scarica e la durata della batteria



---------------
Al peggio non esiste limite



 
 InizioPagina
 

Pag: (3)   [1]   2   3    (Ultimo)

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum