Se sei già registrato           oppure    

Orario: 18/08/2022 18:51:25  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Arduino

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (12)   1   2   3   4   5   6   7   [8]   9   10   11   12    (Ultimo Msg)


Domotica e arduino: dal progetto alla realizzazione, Sono al progetto.. e avrei bisogno di alcune info
FinePagina

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 11/11/2016 09:35:34

Scusate l'assenza.. ma ho piccoli aggiornamenti!
Prima di tutto rispondo a BelleEli..

CITAZIONE

tuttavia l'idea è di collegare tale pin, di ogni PCF ad un pin interrupt del micro in modo che non appena un ingresso varia il micro saprà che deve andare a rileggere gli input di quel PCF: i caso di PCF in cascata ci vorranno 2 interrupt diversi, perché affermi il contrario ?

Questo circuito sempre per espandere le porte di IO (perché sono poche per usi avanzati) e idealmente se ne possono collegare a cascata molti (forse fino a 128 teorici, non ricordo bene); ora se dobbiamo usare un pin di IO per ogni PCF per ricevere un segnale che qualche input è cambiato, siamo di nuovo punto e a capo. Mentre usandone solamente 1 in comune tra tutti bisogna "sacrificare" un solo PIN.

Il progetto va avanti! Ho completato il primo codice di prova di un nodo ESP. Per poter gestire le richieste HTTP verso l'ESP ci sono varie librerie, e ne ho provata più di una.
Alla fine ho scelto la ESP8266WebServer, la quale permette di definire i vari entrypoints (ovvero gli url che verranno chiamati per attivare le varie funzioni) e permette facilmente di leggere i parametri che gli vengono inviati.

Es. pratico degli entrypoint creati e i parametri da passare:

- /readpin
Per leggere un pin dell'ESP. I parametri passati sono: MODE, PIN_N, N_READS, TYPE. Primo dice se il valore da leggere è analogico (0) o digitale (1), il numero del pin, se analogico posso dire quante letture fare, e type l'ho previsto ma per ora non lo implemento per avere indietro già un valore convertito (es. temperatura, tensione, corrente, ecc). Per l'analogico faccio tornare indietro il valore grezzo

- /writepin
Scrive un pin dell'esp. Parametri: MODE, PIN_N, VAL, TIME_EXEC, VAL_AFTER. Se si imposta un time_exec gli dico che dopo x millisecondi deve cambiare di nuovo il valore con val_alfter. Comodo ad esempio per impulsi veloci per attivare un relè o simili. Es. pin 1 alto e dopo 40mS mettilo ad alto. Tutto con un'unica chiamata

- /readpcf8574
Leggo un valore da un PCF8574. Parametri: ADDR, PIN_N. Addr può essere 1,2,3,ecc; indica da qualche CHIP leggere i dati. Posso indicare un pin specifico oppure con -1 leggo tutti gli 8bit.


- /writepcf8574
Scrivo un dato su un PCF8574. Parametri: ADDR, PIN_N, VAL, TIME_EXEC, VAL_AFTER. Tutti già spigati prima.

L'unico problema della libreria WebServer è che i parametri vanno passati in POST e non in GET, altrimenti non riesce a leggerli.
Ok tra un po' scrivo altre news



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3286

Stato:



Inviato il: 11/11/2016 09:57:11


CITAZIONE

Questo circuito sempre per espandere le porte di IO (perché sono poche per usi avanzati) e idealmente se ne possono collegare a cascata molti (forse fino a 128 teorici, non ricordo bene); ora se dobbiamo usare un pin di IO per ogni PCF per ricevere un segnale che qualche input è cambiato, siamo di nuovo punto e a capo. Mentre usandone solamente 1 in comune tra tutti bisogna "sacrificare" un solo PIN.

Va beh, come ha detto Calcola, se si ha bisogno di 100 I/O si utilizzano altre piattaforme, non ha molto senso montare 10 PCF a cascata, si allungano troppo i tempi e le risorse a disposizione (memoria, etc.) sono troppo risicate per gestire il tutto.

Comunque non ho ancora capito come è fatto il tuo impianto, me lo spieghi ?

Cioè, c'è una unità centrale (formata da ???) che comunica con delle unità periferiche (quante ? Formate da ???). Come comunicano le varie unità ? (Wi-Fi ? Seriale, Ethernet cablata ? o cosa ?) e con che protocollo le fai comunicare ?

Forse lo hai già detto a pezzettini durante la discussione ma il primo msg risale a più di 2 anni fa e mi sono un po' perso...

Elix



---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 11/11/2016 10:14:31

Guarda il codice che sto facendo è generico, e posso gestire molti PCF avendo la stessa occupazione di memoria. Ora sto usando 3 PCF e le letture/scritture sono velocissime. Tieni conto che io per esempio avrò bisogno di 16 I/O per le tapparelle, e più di una ventina per i vari punti luce. E non mi dispiace controllare tutto da un unico ESP!!

L'architettura della mia domotica è la seguente:

- 1 RaspberryPi dove c'è il webserver al quale mi collego per lanciare i comandi. E' il cuore centrale. Ma tutto può funzionare anche senza di lui (es. da una app). Dall'interfaccia web faccio partire i comandi, e sempre da qui (nel futuro) partiranno anche i comandi delle operazioni pianificate (es. ore 19:00 tira giù le tapparelle, d'estate ore 20:00 fai partire irrigazione, ecc).

- Nodi ESP: per ora sicuramente c'è un nodo principale (luci e tapparelle) ma poi piano piano se ne aggiungeranno altri (sensori pir stanze, temperature, controllo consumi casa e produzione fv, ecc)

Il tutto gira su protocollo HTTP in rete. Rasp cablato, ESP wifi.
Il codice che sto progettando per i nodi è quanto più generico possibile, in modo da poterlo installare su più nodi cambiando solo IP.

Ora sono al punto che il nodo ESP comincia ad avere un codice stabile e sto facendo le prime prove di comandi lanciati da Rasp via web. E tutto sta funzionando bene, e velocemente!

Mi sono dimenticato che i vari nodi rispondono anche ad un altro url, /ALIVE/ per controllare che siano funzionante e in salute



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 12/11/2016 01:12:52

Riuscirai sicuramente, gli ESP sono potenti e se hai problemi con l'I2C puoi sempre usare l'uscita SPI. Per le analogiche sto usando queste:

LINK
http://i.ebayimg.com/00/s/MTQ0MVgxNjAw/z/Gr0AAOSwa-dWn1fN/$_57.JPG



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 12/11/2016 14:45:17

Carino questa board! Credo che ne ordinerò qualcuna..
Da ieri sera le tapparelle del piano terra di casa mia sono domotizzate!! Che bellezza comandarle essendo comodante seduto sul divano
Ora vado di fretta ma quanto prima vi faccio vedere qualche foto della realizzazione e dell'interfaccia web che ho fatto



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

BellaEli

Avatar
GigaWatt


Gruppo:MODERATORE
Messaggi:3286

Stato:



Inviato il: 12/11/2016 18:33:31

Direi di si...

Nonostante abbia le tapparelle elettriche ancora non mi coinvolgi, non una foto, non uno schema, nulla di nulla...

Sono due anni che aspetto il tuo progetto ti vuoi decidereeeeee ???



---------------
C'è un limite al fai da te ???
Si, ma lo stabiliamo noi !!!

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 14/11/2016 09:32:30

Ok BellaEli hai ragione.. l'unico problema è il tempo, che a malapena mi basta ogni tanto per fare qualche passo in questo (e in altri..) progetti.
Questa è la foto del "cuore" attuale. E' tutto abbastanza provvisorio, ma quando tutto funzionerà abbastanza bene andrò a lavorare sulle rifiniture e sul look finale

https://dl.dropboxusercontent.com/u/57812892/domotica/primi_passi.jpg

Questa è la pagina delle tapparelle dell'interfaccia web (dalla quale comando tutto)

https://dl.dropboxusercontent.com/u/57812892/domotica/web-gui.png

L'interfaccia è realizzata con bootstrap, ed è responsive (quindi si adatta se usiamo dispositivi mobile). E' una bozza iniziale, ma già mi piace

Per altri schemi devo lavorarci un attimo su. Oppure se qualcuno vuole delle info particolari chiedete pure



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 14/11/2016 09:35:30

Una spiegazione: ora c'è solo un modulo relè, che mi comanda tutte le tapparelle del piano terra. Si intravede un relè allo stato solido, ho fatto delle prove per pilotare i relè passo passo dell'illuminazione.. e le prove sono andate a buon fine!
Il progetto iniziale prevede due board da 8 relè l'una solo per le tapparelle, ma per ora sono riuscito a portare in loco solo i cavi delle tapparelle del piano terra.
A breve acquisterò un po' di board con relè allo stato solido: non fanno rumore e anche dando impulsi brevi (per comandare i relè passo passo) non hanno problemi, mentre quelli con la bobina non credo durino molto.. e poi forse li metterò tutti SSR, cambierò anche le due board da 8 con bobine che ho già



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 16/11/2016 23:11:36

Ok ho capito devo stuzzicare l'entusiasmo di BellaEli!
Ti piace questo video?
https://youtu.be/rPqgfXZZBYA
Sto già espandendo l'utilizzo della domotica per controllare altre cose, oltre le tapparelle.. e farò un video anche di queste..
Giusto perché l'appetito vien mangiando.. quanto prima aggiungo la possibilità di far partire operazioni pianificate, così le luci esterne di casa non le faccio neanche più partire con il pulsantino, avverrà in automatico in base agli orari!
Ti piace l'idea?



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 05/01/2017 17:24:45

Il progetto va avanti piano piano (nel ponte passato sono stato fuori qualche giorno, ed era molto comodo la sera tirar giù le tapparelle e accendere l'illuminazione esterna) e al mattino tirar su le tapparelle per far entrare la luce e per non dare l'apparenza di casa momentaneamente disabitata).

Mi ritrovo con un problema: i vari relè li comando con il famoso PCF. L'illuminazione esterna (faretti led a 220V) è comandata da un relè allo stato solido, il quale a sua volta è comandato da un pin del PCF.
Succede spesso che l'illuminazione si spegne, dopo un tempo variabile da quando la accendo, e quando poi gli do il secondo comando di accensione rimangono accesi fino al mattino.
E' capitato anche a voi che le uscite del PCF si resettino in qualche modo? Ora devo fare una prova, devo mettere delle uscite sempre ON per capire se tutti i pin vengano disattivati oppure è un problema più circoscritto.



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 05/01/2017 22:27:29

Fino ad ora nelle mie schede non ho verificato questo problema, le uscite dell'espansione rimangono stabili.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 09/01/2017 10:25:01

Per caso sono riuscito a capire dove sta il problema. Premetto che alimento l'ESP e i vari circuiti tramite un trasformatore presente nel quadro elettrico. Questo trasformatore è quello che viene utilizzato dai pulsanti per attivare i relè passo passo. Ha due uscite: una 12V e l'altra 24 (alternati).
Io ho preso l'uscita 12V, raddrizzata e livellata, e poi la mando nel solito DC-DC converter che usiamo tutti, con uscita impostata a 5V.
Però cosa ho scoperto, che a volte quando attivo le tapparelle elettriche di casa, l'ESP "impazzisce", io suppongo si riavvii, forse perché l'alimentazione diventa instabile o va al di sotto di una soglia minima.
Me ne sono accorto perché mentre abbassavo una tapparella, ho visto un flash da fuori, erano le luci a led esterne che comando dall'ESP che si accendevano una frazione di secondo. Ho ripetuto l'esperimento e a volte succede. In effetti tutte le uscite del PCF vengono azzerate.
Ora devo capire se provare a mettere un condensatore più grande di livellamento, se aggiungere un grande condensatore dopo l'uscita del DC-DC converter, o se devo utilizzare un'altra fonte (tipo un alimentatore da cellulare..)



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 09/01/2017 10:36:01

Se la tensione si abbassa sotto i 3V l'esp si riavvia in quanto ha il wdt sempre abilitato. Potresti tentare di disabilitarlo con l'istruzione wdt.disable(); o allungare il tempo d'intervento, però non sempre funziona. Forse la cosa più semplice è quella di usare un secondo alimentatore 220v - 5V DC, un vecchio alimentatore per cellulare da 5V da 1A va più che bene.

Invece ho qualche difficoltà con la porta analogica ADC, lavora con input da 0 ad 1V ed anche con il giusto partitore resistivo le letture sono troppo ballerine ed il minimo non scende mai sotto i 10 digit. L'ideale sarebbe quello di trovare una schedina I2C in grado di comunicare all'esp il valore analogico letto. Sai se esiste qualcosa del genere?

Altrimenti l'unica soluzione che rimane è quella di collegare un arduino via seriale e fargli leggere gli ingressi analogici. La cosa non mi piace affatto, ho lavorato tanto per usare solo l'esp e poi alla fine devo usare anche un arduino.


Esiste e l'avevo già anche postata più sopra, mi faccio vecchio, alcune volte ho la soluzione sotto il naso e non la vedo.



Modificato da calcola - 09/01/2017, 10:53:17


---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 09/01/2017 17:41:55

Confermo la schedina di espansione basata sull'ADS1115 funziona bene anche con l'esp8266. Ho collegato un pin a GND ed uno a 3.3V e restituisce:
AIN2: 0
AIN3: 26531

E' una scheda a 16bit, la lettura è stabile.
La risoluzione è 1 digit = 0.125mV che moltiplicato 26531 = 3316,375mV e convertendo 3,32V. Quindi la lettura è anche esatta.

In caso d'uso occorre specificare i pin dell'I2C con l'istruzione Wire.pins(pin_sda, pin_scl) e questo prima di ads.begin();



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 06/02/2017 19:09:49

Il progetto va avanti, ma i comportamenti strani aumentano. Mi sono arrivati le board con i relè allo stato solido, una board con 8 relè e 2 board con 4 relè (peccato che la board grande sia low trigger, le altre high trigger!).
Ho preso questi relè per comandare i relè passo passo dell'illuminazione (ho pensato che per generare un impulso di pochi millisecondi sia meglio usare questa tecnologia). Però, c'è un però.. le uscite della board sono collegate ai relè passo passo in parallelo ai comandi tradizionali. I comandi dalla domotica funzionano correttamente, peccato che se accendo le luci dai pulsanti tradizionali il segnale torna indietro, attraversa i relè (che in teoria sono aperti) e scatenano l'accensione di altri punti luce in casa!!! Ho fatto la prova con una board con i relè tradizionali e questo non avviene.
Devo capire il perché.
Poi per il problema delle uscite del PCF sballate ho provate a cambiare alimentazione, ho diviso l'alimentazione dell'ESP da quella delle board.. il risultato è lo stesso, quando i motori delle tapparelle arrivano a fine corsa quasi sempre crea interferenze sull'ESP. Devo provare a mettere dei filtri RC direttamente in parallelo sui motori.
Vi aggiorno..



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 
 InizioPagina
 

Pagine: (12)   1   2   3   4   5   6   7   [8]   9   10   11   12    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum