Se sei già registrato           oppure    

Orario: 18/08/2022 19:16:49  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Arduino

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (12)   1   2   3   4   5   6   7   8   [9]   10   11   12    (Ultimo Msg)


Domotica e arduino: dal progetto alla realizzazione, Sono al progetto.. e avrei bisogno di alcune info
FinePagina

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 06/02/2017 19:45:41

Ti consiglierei di controllare bene i circuiti, certe volte un errore da nulla crea di quei problemi. Con i PCF stai attento quando gli colleghi dei relè, ho notato che alcuni relè si attivano, ma non la bobina non scatta. Il difetto lo fa principalmente con i relè che comandano le bobine mediante transistor, mentre quelli che usano l'solatore ottico funzionano normalmente. Non potrebbe essere che quei relè allo stato solido, si attivano, ma non riescono a commutare lo stato?



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 06/02/2017 21:02:13

I relè SSR quando li attivo dall'Esp funzionano bene, comandano come si deve i relè passo passo. Il problema è che quando sono aperti, è come se in realtà non rimanessero completamente aperti. Gli SSR hanno solo due contatti, mentre gli altri relè classici ne hanno 3, quindi fisicamente i poli sono staccati quando non è in conduzione.
Però farò altri test appena riesco



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 07/02/2017 20:59:35

Ne ho due, ma non li ho mai usati con gli esp, in realtà non li ho mai usati neanche con il promini, attendono il momento giusto dentro un cassetto.

In questo periodo dedico il tempo libero a convertire per l'esp tutti i programmi fatti per l'arduino, L'interfaccia web stand alone implementabile è molto comoda, oggi ho trovato il modo di usare gli iframe dentro la pagina web... mentre il framset non funge, almeno per ora.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 27/03/2017 08:46:38

Vi aggiorno su come ho risolto il problema dell'instabilità dei PCF quando utilizzavo le tapparelle elettriche (che introducono un disturbo nella rete).
Devo aspettare un po' di tempo e fare altre prove, ma fino ad ora sembra che io abbia risolto il problema, ora le uscite rimangono stabili anche utilizzando parecchie volte di seguito le tapparelle.
Il problema maggiore erano i fine corsa, quando il motore si ferma perché la tapparella è andata tutta su o tutta giù; in quei casi l'interrutore rimanendo aperto trasmette il disturbo alla linea elettrica.
La soluzione è stata alquanto semplice: ho aggiunto due condensatori ceramici (di quelli rettangolari, non quelli tondi) sulla scheda del PCF, in un punto che risulta abbastanza vicino all'ingresso dell'alimentazione dei 3 PCF.
La capacità del condensatore è di 100nF. Magari anche altri possono trovare utile questa info!

Giusto come riassunto attualmente con la domotica riesco a controllare le tapparelle del piano terra di casa e tutte le luci di casa sempre del piano terra, oltre che una linea di illuminazione esterna (faretti a led).

I prossimi passi sono quelli di aggiungere altri PCF per poter controllare le altre tapparelle e le luci. Il problema maggiore sarà controllare le tapparelle di su, perché devo portare il controllo dalla scheda principale al piano di sopra (non posso portare tutti i cavi della 220V giù dove ho l'ESP). Ho fatto una prova con un cavo di rete, lungo circa 90M (per non tagliarlo solo per fare la prova) e i segnali di uscita del PCF vengono inviati correttamente, ma il problema rimane l'alimentazione, i 5V, che con tutta quella distanza non ce la fa ad alimentare la scheda dei relè che posizionerà al primo piano.



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 27/03/2017 14:04:10


CITAZIONE

La soluzione è stata alquanto semplice: ho aggiunto due condensatori ceramici (di quelli rettangolari, non quelli tondi) sulla scheda del PCF, in un punto che risulta abbastanza vicino all'ingresso dell'alimentazione dei 3 PCF.


non ho capito se li hai aggiunti alla scheda o tra + e gnd dell'alimentazione della scheda.

CITAZIONE
Il problema maggiore sarà controllare le tapparelle di su, perché devo portare il controllo dalla scheda principale al piano di sopra (non posso portare tutti i cavi della 220V giù dove ho l'ESP)


Io ho un caso simile, la centralina che gestisce la caldaia ha bisogno di una sonda termica posta nel vano esterno a casa dove è installata la caldaia, usa il valore per attivare la funzione antigelo. Così accende la caldaia anche se in mia assenza abbasso o spengo il riscaldamento. Per non dover attraversare tutta casa con un cavi elettrico, ho installato nel locale un secondo esp8266 che ogni 10 minuti invia all'esp principale il valore della temperatura.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 27/03/2017 15:09:56

La mi scheda ha da un lato lungo i +5V, il gnd, segnale SDA, SCL e INT.
Da questi due fili (il + e il -) partono dei cavetti che portano l'alimentazione ai PCF. Purtroppo il PCF ha i pin per l'alimentazione ai due angoli opposti. Allora ho messo i due condensatori sulla linea principale + e -, quanto più vicino possibile ai punti dove si collegano i cavi che vanno verso il PCF. Poi magari faccio una foto e l'allego.

Io vorrei evitare di usare un altro ESP solo per comandare 8 relè. Dal momento che i segnali viaggiano bene anche su cavi lunghi, devo trovare un altro modo per portare l'alimentazione. Male che va manderò una +12 e poi con 7805 l'abbasso a 5. Spero che la dispersione con i 12 non sia così grande come con i 5. Altrimenti devo trovare una soluzione alternativa per l'alimentazione



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 27/03/2017 17:26:09


CITAZIONE

o vorrei evitare di usare un altro ESP solo per comandare 8 relè


Io trovo più comodo installare esp aggiuntivi piuttosto che passare fili.

Per l'alimentazione uso i vecchi caricabatterie 5V dei telefoni, ne ho un cassetto pieno, tra moglie e figli non mancano.

La tensione la riduco a 3.3v con i piccoli moduli che si comprano già fatti su ebay.

Inizialmente facevo dialogare l'ESP principale con quello secondario mediante la wifi di casa, poi mi sono reso conto non era la soluzione migliore, in caso di spegnimento dell'access point il nodo principale non riceve i dati dal secondario.

Quindi setto l'ESP principale in doppia configurazione STA e AP, con STA si collega alla wifi di casa ed è accessibile anche da remoto, all'AP si collega l'esp secondario e gli invia i dati. Tra l'altro gli esp ricevono/inviano meglio degli access point, hanno un'ottima portata specialmente gli esp201 e gli esp7 che hanno il connettore per l'antenna esterna.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 27/03/2017 17:30:07

Sicuramente lo sai già, un esp può creare più reti wifi indipendenti, credo che siano 5, ma non ho verificato.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 27/03/2017 17:46:36

Interessante quello che mi dici, però nel mio caso se va giù il router di casa (quindi anche il wifi) il Raspberry che manda i comandi comunque risulta scollegato dagli ESP, e quindi non gli può mandare i comandi.
Una seconda rete indipendente potrei valutarla come una sorta di backup in caso di malfunzionamenti.. valuterò questa possibilità.

Se all'eventuale secondo ESP che dovrei mettere su riesco a fargli fare anche altri compiti (temperatura, sensori PIR, ecc) potrei valutare di metterne un secondo, altrimenti preferirei portare solamente il cavo di rete con segnali e alimentazione.

Cmq non sapevo della possibilità di creare più reti simultaneamente sugli ESP. E' una info molto utile. calcola sei sempre un passo avanti



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 27/03/2017 17:51:09

Ho costruito questa scheda per i miei progetti, ha un po' di tutto, poi effettivamente uso ed installo le componenti che mi servono. Inizialmente doveva essere 5X5cm ma siccome per la stampa lo spazio era 5X10cm mi sono allargato e nello spazio libero ho messo delle piazzole tipo millefori.

Ha un ingresso per 12V, due partitori di tensione, seriale, RTC, due connettori per ADS analogici, 2 connettori per moduli PCF. Uno dei connettori ADS ha 2 ingressi analogici dotati di trimmer. Uso i trimmer come partitori che riducono la tensione da 5V a 3.3V, all'occorrenza mi servono per collegare sensori di corrente o altro che funzionano in uscita a 5V. Ho mandato il PCB in stampa in cina, le schede dovrebbero ormai arrivare a gg.

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/Q/scheda_esp.bmp



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 28/03/2017 09:22:48

Molto bella la tua scheda! Anche io sto cominciando a lavorare a dei PCB da far poi stampare. Un progetto di domotica serio non può restare per sempre su millefori e breadboard!
Che programma utilizzi per il PCB? Io sto provando Fritzing e ho installato anche Eagle, ma ancora non l'ho usato per niente il secondo.
Io sto utilizzando la versione 12E dell'ESP. Mi sembra tu utilizzi una di quelle più compatte (forse una delle esp201 e esp7 di cui parlavi un paio di post fa?)



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 28/03/2017 15:17:17

Ecco la foto della schedina con evidenziati i due condensatori "magici" che risolvono il problema delle interferenze!



Immagine Allegata: 20170327_194434.jpg
 
ForumEA/Q/20170327_194434.jpg



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 28/03/2017 18:19:12

Mi ero dimenticato che i pcf li avevi installati in una tua scheda, pensavo ai moduli commerciali, probabilmente quelli hanno già dei filtri.

Per progettare le schede ho imparato ad usare eagle, purtroppo è un software commerciale e con la versione gratuita per uso personale si possono realizzare solo pcb di piccola dimensione. Altro problema, è abbastanza complicato generare i file gerber per la stampa. alcuni servizi come oshparch accettano il file brd di eagle, ma sono pochi e costosi. Quindi, se devi iniziare, ti consiglierei di imparare ad usare kicad, è gratuito e non vi sono problemi di stampa.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3131

Stato:



Inviato il: 19/04/2017 08:57:13

Il progetto della domotica va avanti!
Allora attualmente ho collegato 6 PCF in cascata, e tutto funziona alla grande! E' bellissimo poter gestire facilmente tutti quei pin di I/O!
Ho portato avanti anche la parte software. Sto lavorando alle operazioni automatiche temporizzate, e penso che il lavoro sia quasi terminato.
Ecco come funziona il tutto:
- uno script sotto cron richiama ogni minuto un URL del sito che gestisce la domotica per vedere se ci sono delle operazioni automatiche da eseguire
- la pagina web chiamata legge il database e vede se c'è uno script con start o stop relativo al giorno e all'orario corrente.
- se trova lo script (pagina PHP), lo richiama e lo esegue (passando il parametro start/stop)

Ogni volta che una operazione automatica viene eseguita viene impostato un campo relativo con la data e ora di ultima esecuzione. Ogni operazione automatica ha un flag che indica se l'operazione attualmente è attiva o meno.
In questo modo si può programmare di accendere l'illuminazione esterna da un orario ad un altro e in base al giorno, la stessa cosa per l'irrigazione, ecc.

Per ora gli script delle operazioni automatiche richiamano l'ESP principale e indicano quale pin attivare disattivare (tramite il PCF).
Il passo successivo sarà quello di creare una bella interfaccia grafica carina e usabile per gestire le operazioni automatiche (creazione, modifica, cancellazione, sospensione).
Inoltre dovrò implementare un meccanismo che dall'interfaccia web principale della domotica sia visibile il fatto se in quel momento è in esecuzione una operazione schedulata o meno.



---------------
Pannelli: 4395 Wp policristallini. Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio sistema di domotica (RaspberryPi + vari Wemos D1 Mini - ESP8266). Regolatore di carica: Mpp Solar PCM8048.
Batterie: 24 elementi trazione pesante 315Ah C5 48V.
Impianto illuminazione giardino: 300Wp amorfi, regolatore MPPT EpSolar 20A, inverter onda pura 300W, 100Ah batterie auto

 

calcola
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4435

Stato:



Inviato il: 19/04/2017 09:35:01


CITAZIONE

Il passo successivo sarà quello di creare una bella interfaccia grafica carina e usabile per gestire le operazioni automatiche (creazione, modifica, cancellazione, sospensione).


Cerca openhab2. E' un sistema operativo basato su linux e che gira su un raspberry2 o superiore o anche su pc. I nodi inviano al raspberry delle stringhe di dati, il server le usa per generare delle pagine web, Sul server si impostano delle condizioni, al verificarsi invia al nodo il comando per l'esecuzione.

Il tutto sempre gestito da web tramite pc o cellulare.



---------------
Impara l'arte e mettila da parte
14 pannelli da 100w, inverter kemapower 3kw, regolatore morningstar tristar ts60, banco batterie n.1 di 12 elementi 2v 480Ah C5 corazzate per trazione pesante, banco batterie n.2 di 400Ah in C5 formato da 24 elementi 2V 200Ah corazzate al gel per fotovoltaico in due serie da 12 elementi, centralina di gestione impianto autoprodotta.

 
 InizioPagina
 

Pagine: (12)   1   2   3   4   5   6   7   8   [9]   10   11   12    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum