Se sei già registrato           oppure    

Orario: 20/09/2021 04:04:45  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Energia Alternativa Laboratory & Applicazioni Didattiche

VISUALIZZA L'ALBUM


Le ferrovie italiane degli anni 60, Tecnica ferroviaria e programmazione 3d con Babylonjs
FinePagina

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1267

Stato:



Inviato il: 08/01/2021 04:56:01

Salve a tutti, sono passati alcuni anni dalla mia esperienza prima esperienza su questo sito. E' stato un bel periodo di formazione, confronto e aggiornamento che ricordo volentieri. Tra qualche giorno arrivo ai 70 e ho pensato , se siete d'accordo, di ricavare uno spazio didattico dedicato alla tecnica ferroviaria dei miei anni giovanili e alla tecnica di programmazione 3d con cui sto facendo nuove esperienze. Si tratta della più complessa architettura informatica con cui mi sono cimentato. Tutto era iniziato molti anni fa comprando uno Sectrum z80 per programmare videogiochi... Non bisogna mai smettere di giocare, trasformare e confondere il gioco con le passioni e la curiosità ... Ho iniziato con Openscad , un bel programmino di disegno 3d ma poi la mia locomotiva a vapore FS 835 con tanto di distributore Walschaerts aveva bisogno di correre sui binari. Il passaggio a Babylonjs ha aperto uno squarcio inaspettato sulla possibilità di realizzare scenari di realtà virtuale....
Vi propongo , per iniziare un primo link realizzato un anno fa ...


una prima prova


Un saluto a tutti....




Immagine Allegata: myImage.jpg
 
ForumEA/U/myImage.jpg



Modificato da Libero51 - 08/01/2021, 05:45:18
 

MarKoZaKKa

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1886

Stato:



Inviato il: 08/01/2021 07:47:58

Complimenti per la pazienza!... Lo scenario mi è vagamente familiare... hai ricostruito anche quello?
Auguri per i tuoi 70, e che tu possa continuare a giocare fino a che ne avrai voglia!



---------------
Tecnico qualificato in clownerie
Windsurfer a tempo perso
Slalomaro senza speranze

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:18370

Stato:



Inviato il: 08/01/2021 08:54:35

Azzzzz....sembra familiare anche a me
Ricorda tanto La Spezia ( 18 mesi di naja)

Certo che considerando i mezzi, è spettacolare

Complimenti



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:18370

Stato:



Inviato il: 08/01/2021 09:16:29

Ho letto anche gli Auguri sul cartellone della stazione di arrivo....
Grazie
Altrettanto



---------------
W il cippato fatto in casa. Economico come nessun'altro combustibile
Caldaia Tesi H2O Cs Thermos a cippatino, boiler 200L, 2,5m solare termico, cappotto perimetrale10cm in EPS, solaio coibentato e finestre PVC classa A.

 

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1267

Stato:



Inviato il: 08/01/2021 09:34:26

E' passato un anno da quella prima prova, oggi la situazione è molto più complessa ed articolata.

http://libero51.altervista.org/Foto/Foto1.png

Ho dovuto procedere con un minimo di remake al primo programma, Oggi ho un portatile più veloce e quella locomotiva fila come un pendolino.... Non ho voluto intenzionalmente inserire un limitatore di frame/sec per godermi lo spettacolo.... Il programma scritto in HTML5 e javascript gira dal mio spazio web di Altervista. Sara possibile, se vi interessa, far girare il sistema con l'installazione di un piccolo WebServer Locale (io uso Servez ).
La circolazione è regolata da un piccolo sistema di sicurezza che potete violare sedendo al banco di guida.... Non sono implementate collisioni e i mezzi si ..... intersecano... Al massimo salta fuori qualche bug Faccine/taz.gif ... ecco il link..FS 1950_1



Modificato da Libero51 - 08/01/2021, 10:08:51
 

Bolle

Avatar
GigaWatt


Gruppo:AMMINISTRATORE
Messaggi:6422

Stato:



Inviato il: 28/01/2021 09:44:34

Capolavoro!!!



---------------
Un risultato se non è ripetibile non esiste (by qqcreafis).

 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1317

Stato:



Inviato il: 28/01/2021 11:32:09

Non avevo ancora aperto il link,molto bello,complimenti per il lavoro



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

OrsoMario

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1666

Stato:



Inviato il: 28/01/2021 22:32:29

Ho fatto un giretto con la locomotiva a vapore bello!



---------------
Inverter PWM Edison 3024, fotovoltaico 7500Wp,
6000Wp sotto MPPT Tracer 10420, 1500Wp sotto inverter PWM,
banco batterie FAAM TTM Tubular Traction Maxi 12 celle 4PZS 460 Ah C5.

 

Libero51

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1267

Stato:



Inviato il: 29/01/2021 07:40:21

La E 551 era una locomotiva elettrica trifase 3,4 kV a 50/3 Hz.
http://libero51.altervista.org/Babylon/FS1951/Elementi/E551_2.jpg
Tale sistema di trazione comportava una complicata linea aerea a doppio filo ed una linea primaria dedicata alimentata da centrali di conversione di frequenza che riducevano ad 1/3 la frequenza industriale di 50 Hz.
La locomotiva era equipaggiata con due grossi motori asincroni con rotore avvolto ad anelli che trasmettevano la rotazione alle ruote tramite bielle.

Tale architettura permetteva il collegamento in parallelo ed in cascata dei due motori .
Il collegamento in cascata era ottenuto collegando gli anelli del rotore del primo motore allo statore del secondo motore.
In questo modo si dimezzava la frequenza ai due motori e la corrispondente velocità.
Si ottenevano due marce "economiche" e per la partenze e le transizioni veniva usato un reostato a liquido collegato agli anelli del secondo motore.Con tale reostato si riduceva progressivamente la resistenza agli anelli fino al cortocircuito.

(era un locomotore elettrico che fumava....Faccine/badair.gif

(Elettrotecnica ... motori asincroni ... quando la resistenza dell'indotto è pari alla sua induttanza il punto di coppia massima corrisponde all'avviamento.)

La stretta banda utile di velocità del motore asincrono mal si adattava ad una marcia fluida e le transizioni ottenute con il reostato sprecavano energia.

In compenso tale sistema permetteva il recupero dell'energia in discesa se nelle vicinanze ci fossero stati convogli in fase di assorbimento.

Entro certi limiti l'energia di recupero poteva essere riversata sulla rete industriale tramite le centrali di conversione di frequenza ma se tali limiti venivano superati l'operatore di centrale doveva "consumare" tale energia in grosse vasche all'aperto in cui venivano progressivamente calate le sbarre collegate alle due fasi della linea aerea.
4kV immerso in piscina... scintille, ebollizione, vapore, sfrigolio ....

Le cause di una scelta di sistema così critica erano dovute dalla indisponibilità, in quel periodo, della tecnologia necessaria per la costruzione di ingranaggi e collettori tipici dei motori a corrente continua.

L'italia , almeno per quanto riguarda la trazione elettrica ferroviria è sempre partita troppo presto.... Anche l'attuale sistema in corrente continua 3.4 kV è superato dal monofase 20kV, ma ormai .... è fatta.

La moderna tecnologia dei semiconduttori chopper ha reso possibile un nuovo utilizzo dei motori asincroni alimentati a frequenza variabile da convertitori statici. In questo modo la delicatezza dei collettori è stata definitivamente superata.

Questo video si riferisce ad un test di visualizzazione della elettrificazione trifase a doppio binario e del laghetto : grafica semplificata.




Saluti Faccine/badair.gif





Modificato da Libero51 - 30/01/2021, 04:47:36
 
 InizioPagina
 

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum