Se sei già registrato           oppure    

Orario: 25/05/2022 19:37:14  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Casa Energetica

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (33)   1   [2]   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20  ...>    (Ultimo Msg)


Info su case "frame-house", nessuno le conosce?
FinePagina

khristi
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 29/12/2011,11:47

ciao max, anche a me interesserebbe sapere come si chiama la ditta polacca che ha costruito casa tua, grazie mille!

(ps sto usando ubuntu!!!!)

 

INOXX

Avatar
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:22

Stato:



Inviato il: 22/1/2012,13:47

Se posso dire la mia io vi consiglierei di fare MOLTA attenzione a quel che riguarda il discorso del costo reale di una casa finita e abitabile! Io vivo in Trentino e qui siamo all' avanguardia in quanto a case ad alte prestazioni energetiche e vi garantisco che i prezzi diventano folli se uno vuol fare le cose come da ultime disposizioni KlimaHaus! ora senza arrivare ad una casa A+ gold che è il non plus ultra di quello che si può desiderare una onesta casa in classe A finita di tutto(mobili esclusi ovviamente) si aggira su di un prezzo onesto di 1200/1500 euro metro quadro escluso il costo del terreno e delle opere murarie di sostegno, interrato o platea di base che siano. Io stò lavorando ad un mio progetto di "Earth Ship" a basso costo e vi posso garantire che il salto di prezzo si rivela notevole anche solo per la scelta del materiale isolante o del tipo e isolamento di copertura del tetto (ordine di paragone un buon tetto qui da me costa dai 100 euro al metro quadro in su) meditate gente prima di andar all' est.. faccine/dry.gif

 

Tizio.8020
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:89

Stato:



Inviato il: 25/1/2012,20:56

info!!!! faccine/clap.gif faccine/clap.gif

 

drmacchi11
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:963

Stato:



Inviato il: 26/1/2012,12:50

Inoxx, 2 mesi fà ero a Livigno e ammiravo la coibentazione di una casa in costruzione , usavano dei pannelli di legno ed affini di una ditta svizzera (ho tutti i dati). incredibile l'isolazione anche nel mio albergo. fuori era -10 e noi dormivano solo col lenzuolo e riscaldamento fermo...... tu cosa sai indicare per l'isolazione ESTERNA delle pareti di una casa in muratura anni 70? Grazie

 

INOXX

Avatar
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:22

Stato:



Inviato il: 26/1/2012,20:31

Ciao drmacchi11 :-) dipende ma non ci sono moltissime scelte purtroppo o per fortuna.. la tua casa è in muratura di latterizio,(insomma mattoni forati)? o "all'inglese con mattoni pieni (il classico mattone faccia a vista)? o addirittura in pietra? c'è già una gran bella differenza tra le tre tipologie dalla"migliore" il mattone forato, alla peggiore la costruzione in pietra. Posso riporterti quello ch si fa, e si fat

Scusa continuo qui... qui da noi si comincia a fare quello che è forse il sistema più facile e "meno invasivo" tra i vari sistemi che possono essere messi in atto, un bel cappotto termico generalmente con del polistirolo. è un sistema veloce e relativamente economico, la posa vien fatta con l'apposita colla, viene poi bordato sugli spigoli e sulle aperture dellle porte e finestre con paraspigoli e poi vien rasato con una rete in vetroresina annegata nella colla-rasante che è anche servita per la posa. La finitura viene fatta con il graffiato che ha la caratteristica di essere molto robusto, di qualunque colore uno desideri e non richiede la minima manutenzione.


Ovviamente ci sono anche altri tipi di isolanti e di interventi ma i costi e le complicazioni possono salire anche di molto!

 

drmacchi11
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:963

Stato:



Inviato il: 26/1/2012,21:09

il mattone è forato. il discorso del cappotto in polistirolo mi lascia perplesso nella misura in cui potremmo avere dei ponti termici che non sfogano e quindi si genera della umidità all'interno dei muri ricoperti dal polistirolo stesso. quelli che ho visto erano dei pannelli in legno ricoperti da una specie di lana vegetale che però è traspirante. purtroppo la scoperta del "cappotto" e relativa condensa l'ho già fatta con un isolazione interna nel locale + umido di casa....
hai dei links per visionare le tue proposte? grazie !

 

INOXX

Avatar
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:22

Stato:



Inviato il: 27/1/2012,20:25

Per l'umidità ti dirò che se il cappotto è esterno conta fino ad un certo punto. Qui da me si usa,e si usa solo quello, generalmente viene applicato a vecchie case in muratura in pietra quindi "molto fredde" secondo i moderni canoni di coibentazione termica. Comunque non è l'unica soluzione possibile basta dare una occhiata ad un sito come questo
www.centrodellisolante.com/isolamentitermici.htm
Ora va fatta una considerazione e cioè che tutti questi prodotti vanno scelti caso per caso ed è anche vero che c'entra anche il "gusto personale" del committente oltre a quello del progettista e spesso pure di chi propone l'ennesimo prodotto "miracoloso". Coibentare un edificio è una cosa abbastanza complessa perchè entrano in gioco molti fattori e fidati che l'umidità è una brutta bestia se non ben trattata specie con queste case moderne ultra sigillate! Per come la vedo io e da quel che ho visto nei cantieri un risanamento come nel tuo caso è solo un "pagliativo" migliori la situazione anche di molto ma non la stravolgi di sicuro e su questo ci si può mettere il cuore in pace. E' anche vero però che si possono mettere in atto accorgimenti molto validi! Il primo è sicuramente quello di cambiare gli infissi, un buon doppio vetro con una onesta guarnitura è più che sufficiente (lasciando perdere i serramenti con tripli vetri e gas nobili fatti in alluminio fuori e legno dentro perchè sprecati in questi casi e MOLTO costosi)assolutamente da non sottovalutare se presenti i cassonetti degli avvolgibli! e in assoluto il punto più critico di tuttto l'insieme! Da considerare anche il fatto se si vive in una mansarda (il tetto da solo merita una discussione a se) o se si vive sopra o sotto altri appartamenti o locali (punto critico se locali freddi come vecchie cantine o garage piuttosto che appartamenti non abitati e di conseguenza non riscaldati. Se si considera il polistirolo una materiale "malsano" esistono molti prodotti più permeabili ma di sicuro non miracolosi, è inutile mettere una fiibra di legno di onesto spessore se dentro il muro ci sono problemi di risalita di umidità. Comunque si la fibra di legno dalle mie parti e molto usata sopratutto per la coibentazione dei tetti(qui si arriva anche a 20 cm di spessore) ed è un materiale molto valido ma con costi più elevati del semplice polistirolo. Un ultimo appunto è se si desidera fare un cappotto di quale spessore realizzarlo. Anche qui entrano in gioco molti fattori a cominciare dal K termico del materiale stesso ma, tornando al discorso di prima, è inutile utilizzare lastre per uno spessore di 10 o 15 cm su di un vecchio edificio. A termine di paragone qui da me il cappotto termico in polistirolo va da un minimo di 4 cm ad un massimo di 8cm.. (a termine di paragone una casa certificata KlimaHaus gold ha uno spessore totale interno-esterno di 40 cm..)

 

caddara
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2

Stato:



Inviato il: 24/3/2012,15:37

Il tuo intervento è esplicita pubblicità.Tranquillo nessun utente tu contatterà per far costruire a te delle case perchè sei stato bannato e ogni tuo messaggio rimosso dal forum.
Bolle
PS: Ho sempre trovato poco elegante parlar male di altre società per far risplendere la propria.






Modificato da NonSoloBolleDiAcqua - 24/3/2012, 18:03
 

MarKoZaKKa

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1886

Stato:



Inviato il: 13/4/2012,16:35

Per chi è interessato a case in bioedilizia, segnalo una ditta che ho scoperto da poco, e della quale sto aspetttando di vedere una loro opera di prossima realizzazione qui nella mia zona: villeurop.it



---------------
Tecnico qualificato in clownerie
Windsurfer a tempo perso
Slalomaro senza speranze

 

FrameHouseKit
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3

Stato:



Inviato il: 18/5/2012,10:11

QUOTE (Tizio.8020 @ 24/3/2011, 22:45)
Ciao a tutti.
Navigando in rete mi sono imbattuto in questa ditta che si chiama "frame-house.eu", costruisce case con il sistema "X-lam", molto belle, ma secondo me ..troppo poco care!
Mi spiego.
Hanno dei modelli base, con metrature di circa 230-240 mq, a prezzi da 26.000 € a 41.000 €.
Credo che qui nessuno ti dia una casa così a quel prezzo, quindi dov'è l'inghippo?
La ditta è a Riga, Lettonia, e la traduzione molto alla buona!
Chi ne sa di più?
Anche aggiungendo IVA, trasporto, montaggio (e forse tutti gli impanti?), mi sembra ancora troppo basso!

Consideriamo che le chiamano case classe AAA.
faccine/w00t.gif



Buongiorno a tutti, sono la export manager della frame-house e vorrei spiegarLe alcune cose. Molto spesso a me viene chiesto perche abbiamo i prezzi cosi' bassi, vorra' dire che c'e' un inganno? L'inganno non ci sta, in quanto sapete tutti benissimo che la maggior parte delle imprese operanti nel settore sono dei semplici rivenditori. Oppure le aziende "firmate" dove il 80% del prezzo pagato lo paghi semplicemente per il brand.
Noi siamo un afabbrica industriale con il sito a Riga, Lettonia. Di conseguenza, la fabbrica e' situata nel territorio dove le materie prime vengono prodotte direttamente, abbiamo i vasti boschi, che vengono trattati storicamente, Quindi fa la parte della nostra tradizione.
Inoltre, come e' bene desritto nei post seguenti, il prezzo e' dato a grezzo nella minima prefabbricazione (telaio piu' il pannello esterno). La piattaforma di base, gli impianti ed infissi non sono inclusi nel prezzo. C'e' da dire pero' che anche nella massima prefabbricazione (sempre a grezzo) - con le pareti coibentate dall'interno e da esterno in modo da adeguare la costruzione agli standart AAA, il prezzo massimo non supera mai i 200 euro ql mq

 

MarKoZaKKa

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1886

Stato:



Inviato il: 24/5/2012,08:55

Per FrameHouseKit: bene, sareste proprio quello che cerco... alcuni chiarimenti (non si offenda se non farò troppi giri di parole):
1) si parlava di Xlam (che, se non erro, sarebbero le pareti a tutto spessore di legno, a tavole incrociate e vincolate tra loro in qualche maniera, chiodi, graffette, tasselli di legno, collanti...) mentre lei parla di telaio/pannello... usate entrambe le tecniche?
2) dato che nei paesi dell'ex URSS sicuramente la "coscienza ecologica" era meno sviluppata che altrove, perlomeno a livello governativo (non che vi fossero nazioni particolarmente attente in quegli anni, intendiamoci) potete certificare l'assenza di isotopi radioattivi e sostanze dannose per la salute nei materiali da voi usati? Intendo una verifica fatta in loco sui materiali arrivati in cantiere, da un laboratorio perlomeno Italiano...
3) dato che la normativa italiana prevede una serie di bonus in caso di ristrutturazioni/ampliamenti rispondenti alla normativa antisismica, oltre a quella energetica, potete certificare entrambe, in maniera che siano riconosciute ai fini della stessa? Non mi risponda che lo sono intrinsecamente, le amministrazioni quando si parla di strutture in legno pensano alle baite di Heidi... e sopratutto vogliono la carta bollata...
4) potete adeguare il vostro sistema costruttivo in maniera da superare alcuni problemi spesso presenti nelle zone in cui si dovrebbe costruire, perlomeno in quelle di mio interesse, quali ad esempio, impossibilità di raggiungere il luogo di costruzione con il TIR, necessità di passaggi in punti stretti, impossibilità di utilizzare gru per il sollevamento ma, al massimo, sollevatori meccanici?
5) dati i vincoli spesso presenti in Italia, dove viene richiesto un inserimento nel contesto architettonico preesistente (esterni in pietra, tetti piani, porticati...) sareste disponibili a trovare soluzioni per queste richieste?

Probabilmente alcune informazioni saranno presenti sul vostro sito, ma purtroppo al momento ho a disposizione una connessione-lumaca.

Grazie delle risposte che vorrà darmi.

Intanto segnalo una azienda che sta costruendo ad Arenzano due edifici di due piani (per chi passa: si vede dall'autostrada A10, direzione Genova, dopo l'uscita Arenzano, passata la seconda galleria, subito dopo il grosso spiazzo di sosta): BellWood. appena posso vado a visitare il cantiere.




Modificato da MarKoZaKKa - 24/5/2012, 10:15


---------------
Tecnico qualificato in clownerie
Windsurfer a tempo perso
Slalomaro senza speranze

 

FrameHouseKit
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3

Stato:



Inviato il: 24/5/2012,09:55


Salve Spett.le Sig. MarKOZaKKa, cerchero' di chiarire le questioni che adesso non Le risultano chiare:

[QUOTE=MarKoZaKKa,24/5/2012, 09:55 ?t=44667616&st=15#entry355159081]
Per FrameHouseKit: bene, sareste proprio quello che cerco... alcuni chiarimenti (non si offenda se non farò troppi giri di parole):
1) si parlava di Xlam (che, se non erro, sarebbero le pareti a tutto spessore di legno, a tavole incrociate e vincolate tra loro in qualche maniera, chiodi, graffette, tasselli di legno, collanti...) mentre lei parla di telaio/pannello... usate entrambe le tecniche?

Nel nostro sito non esiste nessun referimento alla tecnologia Xlam. La tecnologia che utilizziamo per la nostra costruzione e' a telaio e pannello in conglomerato di legno.
2) dato che nei paesi dell'ex URSS sicuramente la "coscienza ecologica" era meno sviluppata che altrove, perlomeno a livello governativo (non che vi fossero nazioni particolarmente attente in quegli anni, intendiamoci) potete certificare l'assenza di isotopi radioattivi e sostanze dannose per la salute nei materiali da voi usati? Intendo una verifica fatta in loco sui materiali arrivati in cantiere, da un laboratorio perlomeno Italiano...

Dato il fatto che Lettonia dal maggio del 2005 fa parte dello spazio unico Europeo, quindi per noi sono vincolante le stesse richieste ed obblighi per ottenere la certificazione che nei altri paesi europei. Tutte le materie prime utilizzate nella produzione hanno la certificazione secondo le norme Europei EN. Questo insieme di norme ed i standard di produzione e' stato elaborato appunto per agevolare i rapporti commerciali tra le paesi membri CE. Nello stesso tempo non abbiamo (semplicemete non possiamo avere e non abbiamo obbligo di avere) le certificazioni delle enti locali Italiani, cosi' come nessuna azienda Italiana che ha la certificazione Europea non richiede l'ulteriore certificazione in Germania o Lettonia.

3) dato che la normativa italiana prevede una serie di bonus in caso di ristrutturazioni/ampliamenti rispondenti alla normativa antisismica, oltre a quella energetica, potete certificare entrambe, in maniera che siano riconosciute ai fini della stessa? Non mi risponda che lo sono intrinsecamente, le amministrazioni quando si parla di strutture in legno pensano alle baite di Heidi... e sopratutto vogliono la carta bollata...

In quanto noi siamo specializzati nella produzione delle strutture sugli progetti individuali degli nostri clienti, garantiamo la totale correspondenza tra il progetto presentato e la struttura prodotta. Quindi il Suo architetto invia i valori degli calcoli strutturali a quali deve corrispondere la struttura e noi adeguamo la produzione al progetto.

4) potete adeguare il vostro sistema costruttivo in maniera da superare alcuni problemi spesso presenti nelle zone in cui si dovrebbe costruire, perlomeno in quelle di mio interesse, quali ad esempio, impossibilità di raggiungere il luogo di costruzione con il TIR, necessità di passaggi in punti stretti, impossibilità di utilizzare gru per il sollevamento ma, al massimo, sollevatori meccanici?
Non essendo la compagnia trasportatrice, bensi' la fabbrica industriale, non siamo specializzati nelle soluzioni particolari nella logistica. Normalmente in Europa la trasportazione delle case avviene con il TIR. Nel caso se per Lei questa opzione non fossi possibile, sicuramente esistera' un altro modo di trasportare il quale verra' studiato nel caso di necessita' (valutando ovviamente anche il costo ed efficienza)
5) dati i vincoli spesso presenti in Italia, dove viene richiesto un inserimento nel contesto architettonico preesistente (esterni in pietra, tetti piani, porticati...) sareste disponibili a trovare soluzioni per queste richieste?

In quanto come avevo specificato in precedenza, noi lavoriamo sui progetti presentati dai VOSTRI architetti, questo problema non esiste. Fortunatamente, le tecnologie avanzate che utilizziamo permettono a noi produrre la struttura in totale corrispondenza con il progetto da Lei presentato. Le nostre case inoltre dall'esterno possono essere rifinite in qualsiasi modo che LEi ritiene opportuno - intonaco, rivestimento in pannelli in legno, ceramica etc.


La ringrazio intanto per il cortese interessamento nella nostra azienda e le porgo i cordiali saluti


 

MarKoZaKKa

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1886

Stato:



Inviato il: 25/5/2012,08:39

Bene... loud and clear as I like... Quindi la cerrtificazione energetica ed antisismica e la costruzione sono a carico del committente? O fornite la manodopera specializzata?



---------------
Tecnico qualificato in clownerie
Windsurfer a tempo perso
Slalomaro senza speranze

 

FrameHouseKit
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3

Stato:



Inviato il: 25/5/2012,09:40

QUOTE (MarKoZaKKa @ 25/5/2012, 09:39)
Bene... loud and clear as I like... Quindi la cerrtificazione energetica ed antisismica e la costruzione sono a carico del committente? O fornite la manodopera specializzata?

La certificazione energetica viene rilasciata ad edificio completato (cioe' la struttura + gli impianti) e noi forniamo solamente la struttura, quindi non possiamo essere responsabili della conformita' degli impianti. Dalla parte nostra, forniamo tutta la documentazione tecnica necessaria per l'avvio della richiesta per la certificazione (calcoli strutturali, certificati, schede tecniche dei materiali utilizzati con l'indicazione della transmittanza termica etc.)Lo stesso con la certificazione antisismica - alla base della nostra documentazione in Italia Voi potrete richiedere il certificato in questione.
Per quanto riguarda l'assemblaggio delle nostre strutture, sono previste le varie opzioni - seguendo il manuale di montaggio lo puo' effettuare il committente, cosi' come possiamo inviare dalla nostra azienda la squadra di operai specializzati.
Cordialmente, Karina Mironova, export manager FrameHouseKit

 

MarKoZaKKa

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1886

Stato:



Inviato il: 25/5/2012,10:13

...Ne riparleremo, allora... quando avrò certezze e non solo speranze faccine/sad.gif Grazie!



---------------
Tecnico qualificato in clownerie
Windsurfer a tempo perso
Slalomaro senza speranze

 
 InizioPagina
 

Pagine: (33)   1   [2]   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12   13   14   15   16   17   18   19   20  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum