Se sei già registrato           oppure    

Orario: 03/12/2021 21:08:46  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Solare Fotovoltaico

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (3)   [1]   2   3    (Ultimo Msg)


Piccolo Imp. Isola con luci a 12v per giardino
FinePagina

drmacchi11
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:963

Stato:



Inviato il: 28/11/2011,21:48

Ciao , ho recuperato delle batterie a 12v di vario genere che sembrano essere ok.
Vorrei fare un impianto luci in giardino.

La prima domanda : conviene avere le luci native a 12v ? di sicuro risparmio i soldi dell'inverter, la durata di illuminazione a parità di lumen forniti , sarebbe migliore ? ( ho circa 700 Ah di batterie)

Nelle foto vedete il le batterie, il cavo di rame per connetterle (bello vero, l'ho trovato in magazzino dal babbo!) e come connettore ho pensato di usare le fascette porta tubo dell'acqua da 3/8 , sempre presi dal babbo. stringono di brutto.
Sul cavo mettero la guaina termoreindurente.
Nella foto vedete anche il mobiletto di comando, dove metterò un amperometro e volmetro come già fatto in altro impianto.
Il mobiletto è dell'amico Mixtrb (grazie !) e può contenere -2 batterie.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/6/6/0/8/6/7/5/1322513200.jpg

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/6/6/0/8/6/7/5/1322513244.jpg

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/6/6/0/8/6/7/5/1322513275.jpg

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 28/11/2011,22:50

Perfetto drmacchi, allora ti rispondo qui:

La prima cosa che devi fare è caricarle tutte quante, una ad una, con una corrente che non superi 1/30 della capacità. Per esempio quindi una batteria da 100 Ah la devi caricare a 30 A. Falle arrivare a 14,5V a questo punto interrompi la carica e inizi a fare i test di amperaggio su ogni batteria. Prendendo per esempio sempre la batteria da 100 Ah devi scaricarla a circa 1/20 della sua capacità e quindi a circa 5 A (un po' di più o un po' di meno non cambia nulla cmq). Per fare questo puoi prendere una lampadina da auto da 55W, a 12V quelle assorbono 4,5A perfette quindi per testare la nostra batteria di esempio. La colleghi alla batteria e vedi quante ore ci vogliono per scaricarla a 10,5V (operazione che non dovrai fare mai più) a questo punto ipotizziamo che ci sono volute 20 ore:

20 * 4,5= 90 Ah

Possiamo dire che la batteria è quasi come nuova in quanto ha ancora il 90% della sua capacità. Ripeti questa operazione per ogni batteria adattando il carico all'amperaggio che hai, magari mettendo in serie più lampadine per farti tornare l'amperaggio di assorbimento che vuoi...

Ora una volta testate tutte quante, ti troverai difronte ad un bivio:

- Collegamento in parallelo tramite diodi
- Collegamento in parallelo tramite fusibili

Io opto sempre per la seconda opzione in quanto più economica, più efficente e più semplice.

Il consiglio inoltre che posso darti è di lasciar perdere megapulse e menate varie, in quanto il gioco non vale la candela... nessuno si rende conto infatti della spesa di corrente che si ha quando si desolfata una batteria per un mese, moltiplicata poi per tutte quante, e il tempo che infine ci vuole. Per eliminare il più del solfato di piombo sulle piastre ti consiglio una lunga carica di equalizzazione per qualche ora che rimouove sicuramente gran parte della solfatazione, se poi la batteria non va, non va e basta il megapulse non fa miracoli.

Questo è il metodo che ho utilizzato io per recuperare decine e decine di batterie sempre con successeo. Se poi mi dici che tutte sono sopra i 12V ti risparmio la procedura della ricetta segreta faccine/tongue.gif che recupera batterie anche da 0V.

PS: Quei cavi sono esageratissimi!! Bastano cavi da 6-8 mm, per quanto riguarda l'illuminazione del giardino a 12V vai così! Se poi puoi usare dei Led ancora meglio. Ti consiglierei di passare ai 24V ma per come sono i tuoi accumulatori (tutti diversi) ti conviene rimanere a 12V.

Saluti kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

drmacchi11
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:963

Stato:



Inviato il: 28/11/2011,23:13

Ciao Kekko , alcuni chiarimenti p.f :

CITAZIONE
la devi caricare a 30 A.

, questo è 3A , giusto? bene , io ho un vecchio caricabatterie (30 anni) con 3 ponticelli LOW-MED-HIGH, come display ha un volmetro, come faccio a verificare che esca a 3A circa? gli collego diretto il tester e verifico cosa da nelle 3 possibili configurazioni?

CITAZIONE
Collegamento in parallelo tramite fusibili

Hai qualche foto di questi fusibili o link? dove li metto ,quanti ne servono (ho 10 batterie in totale)?, che caratteristiche devono avere?

ciao

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 28/11/2011,23:52

Sii hai ragione, una svista!! E' 3A perchè è appunto 1/30 della capacità.

Per i fusibili ti bastano quelli da 16A da elettricista su ogni batteria, poi ti faccio uno schema su come collegarli, ma cmq è una cavolata.

Per dimensionare bene il tutto invece, dovresti dirmi quant'è l'assorbimento del tuo impianto di illuminazione e quanto resta acceso, così dimensioniamo per bene il tutto.

Kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

drmacchi11
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:963

Stato:



Inviato il: 29/11/2011,23:24

Ciao allora pensavo :
2 lampade come questa http://www.energiasolare100.it/lampada-flu...-12v-p-650.html : 50wh
2 faretti come questo http://www.energiasolare100.it/faro-led-10...enza-p-676.html :20 wh

tot. 70 wh , quindi con circa 650A di batterie, abbiamo 650*12/70 = 111 ore di funzionamento. ma visto che dobbiamo restare al 60% della scarica , allora ho 66 ore di funzionamento. GIUSTO?

ora cosa mi serve ?

fusibili 16A
pannello : un pannello da 150 w, 12v mi da un carica delle batterie in : 40% (650*12/150) = 20 ore , se l'insolazione è 1000w/mq, visto che sto al nord, diciamo il 40% in meno , quindi 20+ 40% = 28 ore per caricare full le batterie una volta che arrivano al 60% della carica . GIUSTO?

che regolatore di carica uso?

questo?
http://www.energiasolare100.it/regolatore-...224v-p-697.html

fammi uno schema per quello che vorrei mettere please!

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 30/11/2011,04:14

Ok, ho visto tutto, ora è tardi e vado a dormire... Domani ti dico cosa fare.

Notte a tutti kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

bodo81

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:337

Stato:



Inviato il: 30/11/2011,06:52

CITAZIONE (drmacchi11 @ 29/11/2011, 23:24)
che regolatore di carica uso?

questo?
www.energiasolare100.it/regolatore-...224v-p-697.html

ciao drmacchi11.....ho visto che hai scelto come regolatore un Epsolar MPPT. se ti interessa ho uno uguale come nuovo, usato solo 5 giorni e poi rimesso nella scatola perché mi erano arrivati altri pannelli e mi serviva uno da 30A. se vuoi risparmiare un po faccine/tongue.gif fammi sapere con un msg.

 

superlep
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:120

Stato:



Inviato il: 30/11/2011,10:59

CITAZIONE (kekko.alchemi @ 28/11/2011, 23:52)
Sii hai ragione, una svista!! E' 3A perchè è appunto 1/30 della capacità.

Per i fusibili ti bastano quelli da 16A da elettricista su ogni batteria, poi ti faccio uno schema su come collegarli, ma cmq è una cavolata.

Per dimensionare bene il tutto invece, dovresti dirmi quant'è l'assorbimento del tuo impianto di illuminazione e quanto resta acceso, così dimensioniamo per bene il tutto.

Kekko

ciao kekko, mi posteresti anche a me le info sui fusibili da mettere sulle batterie (immagino in carica e scarica ), dato che appunto sono impantanato sul cercare diodi da 40a (in questo momento sono indirazzato a prendere quelli messi negli alternatori auto).
Come li collego i fusibili?Insomma l'ABC.Grazie.

 

drmacchi11
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:963

Stato:



Inviato il: 2/12/2011,01:04

Kekko .... please !faccine/construction.gif faccine/construction.gif

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 2/12/2011,04:00

CITAZIONE (drmacchi11 @ 29/11/2011, 23:24)
Ciao allora pensavo :
2 lampade come questa www.energiasolare100.it/lampada-flu...-12v-p-650.html : 50wh
2 faretti come questo www.energiasolare100.it/faro-led-10...enza-p-676.html :20 wh

tot. 70 wh , quindi con circa 650A di batterie, abbiamo 650*12/70 = 111 ore di funzionamento. ma visto che dobbiamo restare al 60% della scarica , allora ho 66 ore di funzionamento. GIUSTO?

ora cosa mi serve ?

fusibili 16A
pannello : un pannello da 150 w, 12v mi da un carica delle batterie in : 40% (650*12/150) = 20 ore , se l'insolazione è 1000w/mq, visto che sto al nord, diciamo il 40% in meno , quindi 20+ 40% = 28 ore per caricare full le batterie una volta che arrivano al 60% della carica . GIUSTO?

che regolatore di carica uso?

questo?
www.energiasolare100.it/regolatore-...224v-p-697.html

fammi uno schema per quello che vorrei mettere please!

Eccomi qua e scusami il ritardo... faccine/construction.gif
Allora iniziamo subito con il dire che se i conti li hai fatti tenendo conto del regolatore MPPT che userai allora è quasi tutto OK.
Quello che dovremo sapere è per quante ore al giorno terrai accesi quei faretti, per sapere se con il pannello in una giornata eguagli il consumo.
Ipotizziamo che li tieni accesi 4 ore la sera, 70 * 4= 280 Wh.
Se utilizzerai il regolatore di carica MPPT del link (che va benissimo fra l'altro) avrai che il pannello anche essendo a 19V nominali ipotizzo, erogherà tramite il regolatore 150Wh anche a 12V. Così in realtà non sarà mai, e sarà già tanto se il tuo pannello erogherà 120Wh.

Con una bella giornata di sole di 4 ore di luce piena avrai prodotto circa 120 * 4 = 480 Wh parecchio di più di quello che consumi la notte con i faretti. Questo è un bene perchè significa che fra le giornate di nuvolo e quelle di sole avrai sempre energia a sufficenza per accendere i tuoi faretti.

Perciò vai così, che vai bene! Niente Inverter tutto in presa diretta a 12V.

/////////////////////////

Passiamo ora alle batterie, per collegarle in parallelo tramite fusibili una volta che avrai selezionato quelle buone da quelle non buone, è molto semplice. Ora che conosco di preciso quanto consumi e quanto generi ti posso dire che avrai bisogno di comuni fusibili di vetro da 4A, non importa se sono a 220V vanno bene lo stesso.
Per collegarle non dovrai far altro che connettere tutte le masse delle batterie insieme con un unico cavo da 6 mm di sezione (togli quelle bestie che stanno in foto faccine/laugh.gif ). E dal parallelo di tutte le masse uscirai con un solo filo sempre da 6 mm, questa sarà la tua massa che andrà al regolatore e alle lampadine.
Sul positivo invece, connetti (sempre con il cavo da 6 mm) un fusibile da 4A su ogni polo delle batterie, l'altra estremità dei fusibili invece li connetti tutti quanti insieme. Da qui prenderai il tuo cavo positivo che andrà al regolatore e alle lampadine.

E' un sistema molto semplice questo di parallelare le batterie ma che ti toglie un sacco di rogne e impicci che verrebbero fuori con i diodi. Il funzionamento è semplice, il tuo regolatore carica a una corrente massima di 10-12 A che si ripartiscono equamente sulle batterie attraverso i diodi, in base alla capacità di ogni batteria avrai assorbimenti diversi ma cmq mai sopra ai 3A per batteria (vista la quantità che ne metterai). Ipotizziamo ora che una batteria vada in corto perchè si è stancata di lavorare, tutte le altre batterie scaricheranno la loro corrente (poca per ogni batteria) nella batteria in corto bruciando il suo fusibile ed escludendola automaticamente dal banco. Ti accorgerai così del fusibile rotto e potrai cambiare la batteria in corto con una nuova.

PS: Cosa importante è connettere le batterie in parallelo quando sono tutte belle cariche e soprattutto alla stessa tensione, se no avrai dei travasi di corrente che ti romperanno i fusibili ancor prima di mettere in funzione il tutto. Se poi da come ho spiegato non si capisce bene ti faccio uno schema di collegamento.

Se hai/avete bisogno sono a disposizione... Saluti Kekko.



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

serpiko68
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:104

Stato:



Inviato il: 2/12/2011,20:05

ciao,
scusate se m intrometto, ma almeno non creo altro post.

x kekko.

avrei 2 batt piombo autotrazione un pokino solfatate, faccine/tongue.gif
prese usate e usate da me per altri 4 mesetti buoni,
ora non riesco a tirarle piu su di 13 volt.
pero vorrei usarle fino all'osso.
mi dovrebbe arrivare anche una terza batt.

varie capacita da 38 40 45 Amp. ( 12 volt)

posso utilizzare il tuo trucchetto fusibili per metterle in parallelo ?
di solito utilizzo un inverter 12 / 200 da 100 watt, ma utilizzo al max 70 watt.
che fusibili mettere ?
come faccio a caricare le 3 batt sullo stesso voltaggio ? o potrei provare
lo stesso con variazioni di volt , esemp: 12,4 / 12,6 / e 13 ?

grazie.
p.s. s intende che le ricarico con piccolo impiantino FV da 25 watt da 12 v.

 

drmacchi11
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:963

Stato:



Inviato il: 2/12/2011,22:14

Grazie Kekko ! sembra tutto chiaro , mi tsampo la risposta e la metto come tavola biblica davanti al naso quando faccio il lavoro faccine/smile.giffaccine/smile.gif

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 3/12/2011,01:14

CITAZIONE (kekko.alchemi @ 2/12/2011, 04:00)
il tuo regolatore carica a una corrente massima di 10-12 A che si ripartiscono equamente sulle batterie attraverso i diodi, in base alla capacità di ogni batteria avrai assorbimenti diversi ma cmq mai sopra ai 3A per batteria (vista la quantità che ne metterai).

Scusami ho fatto un errore, volevo dire fusibili non diodi. faccine/tongue.gif

x serpiko: Certo che puoi usare i fusibili, usa gli stessi di drmacchi da 4A visto che la potenza istantanea è la stessa (70W).
Ma ti avverto, se le batterie non salgono più di 13V le devi scartare, perchè non è un problema di solfatazione ma di inquinamento dei separatori, probabilmente iniziano ad essere pieni di solfato, e quando arrivi a tensioni "alte" il solfato di piombo diventa piombo metallico che manda in corto le celle creandoti quel muro di voltaggio che vedi. Il mio consiglio è di sostituirle, daltronde è questa la fine che fanno le batterie Faure (nome dello scienziato che le ha inventate) di oggi... ma se le rimedi aggratis o quasi, vanno più che bene per potenze piccole come queste.

Kekko



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 

serpiko68
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:104

Stato:



Inviato il: 3/12/2011,10:11

ok, cercherò di fare ultime prove di ricarica,
male che vada, le riprendo usate, ( a poco )

e faccio i collegamenti paralleli comi consigli tu,
ciao e grazie per adesso, ti farò sapere le novità. faccine/wink.gif

 

kekko.alchemi

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5226

Stato:



Inviato il: 3/12/2011,15:56

Ok di niente, una cosa però, quei fusibili da 4A vanno bene se metti in parallelo 4 batterie, se ne metti di meno rischi di farli saltare. Quante batterie hai intenzione di parallelare?



---------------
L'universo è dominato dagli estremi, l'infinitamente grande e l'infinitamente piccolo.
Ma l'equilibrio è ciò che plasma la materia di cui siamo fatti.
by kekko

 
 InizioPagina
 

Pagine: (3)   [1]   2   3    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum