Se sei già registrato           oppure    

Orario: 03/12/2022 03:20:08  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Sezione Generica

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (7)   1   [2]   3   4   5   6   7    (Ultimo Msg)


Autocostruzioni ed esperimenti di un autodidatta vulcanico, Sviluppiamo una serie di idee
FinePagina

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 9/12/2008,21:44

Salve a tutti.
Ciao Dolomitico, no il filo non l'ho ancora svolto, penso di farlo appena mi serve, perché se lo svolgo e comincia ad andare in giro per l'officina poi si rovina tutto. Per ora ho messo lo statore in una scatola di cartone, per non rovinarlo.
I riavvolgitori si fanno delle semplici forma di legno, tipo rocchetti, della forma della bobina che debbono costruire, a volte addirittura girate a manovella. Un po' come si vede fatto anche in giro nel forum per le bobine dei Piggot. Poi le bobine vengono infilate a mano nelle cave, dopo isolate con un foglio di plastica, le une sopra le altre nell'ordine necessario.
Una bobinatrice vera e propria ce l'hanno soltanto gli avvolgitori per i trasformatori. Ma volendo puoi usare anche il tuo tornio, con bassa velocità e su un rocchetto appropriato. Il filo lo puoi lasciar scorrere tra le dita con l'interposizione di uno straccio di cotone, senza stringere o tirare troppo, da un rocchetto sul quale l'hai avvolto in precedenza. In passato ho fatto così con una bobinatrice a manovella (autocostruita.....) per dei piccoli trasformatori, e con un po' di pratica riesce bene.
Fare una "sbobinatrice" che ti svolga il filo direttamente dallo statore mi sembra alquanto cervellotico. faccine/wacko.gif Puoi provare a sfilare con cautela le matasse di filo dalle cave e poi svolgerle da sopra qualcosa fatto come l'arcolaio della mamma, ossia quel coso di legno che gira orizzontale su cui si mette la matassa di lana per fare il gomitolo. Io l'ho fatto con le bobine di smagnetizzazione dei televisori e ho avvolto il filo su dei rocchetti vuoti del nastro da idraulico o del filo di stagno. Fammi sapere poi come t'è andata.
Saluti.
Ferro

 

Eli-sir

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:135

Stato:



Inviato il: 10/12/2008,08:08

Perdonate una domanda: di solito gli statori dei motori elettrici, quindi presumo anche quelli dei compressori dei frigo, una volta avvolti vengono impregnati di vernice e cotti in forno, questo per compattare l'avvolgimento, evitare che vibri ed aumentare l'isolamento. Ora questa vernice si infila dappertutto e incolla tutto, come vi riesce di smontarli così bene? Senza rovinare lo smalto isolante del filo? Separando bene le spire una ad una? Io ho provato un paio di volte e sono giunto alla conclusione che almeno il rame conviene comperarlo nuovo! (Non sò se magari ho beccato gli unici motori sfigati...)

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 10/12/2008,17:27

Per ELISIR:
guarda che ho scelto i motori da lavatrice a spazzole e i frigoriferi proprio per questo problema,i compressori sono a bagno d'olio,e i motori a spazzole non rendono necessario questo trattamento,ti posto 2 foto che provano quello che dico,sono state scattate per un'altra spiegazione che faro piu avanti quando completero l'opera:

Qui lo statore delle lavatrice:
http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/1/9/8/4/7/7/0/1228925965.jpg

qui il filo gia recuperato dal frigorifero:
http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/1/9/8/4/7/7/0/1228926034.jpg

Qui sotto posto le bobine fatte da me per il mio alternatore di prova,quelle a sx sono la meta di quella a dx,questo solo per dimostrare la fattibilita di quello che scrivo,ricordo che sono cose gia provate,non supposizioni,se lo sono lo scrivo
http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/1/9/8/4/7/7/0/1228926207.jpg

Per ferro,è esattamente quello che ho gia fatto,di svolgerle a mano,su un avvolgitore provisorio,e poi piano piano riavvolgerlo sul tornio,le foto sopra sono il risultato del recupero,fatto anche con lo straccio,sembra che mi hai visto nel farlo dalla tua descrizione.
Cercavo di perfezionare il meccanismo,ho provato anche a sfilare l'intera matassa,ma rischi di graffiare il filo,e poi è piu difficile da gestire.
Infine qui ha nevicato altri 40cm di neve e non riesco a progredire per niente intanto,speriamo che il tempo migliori.



 

eneo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2068

Stato:



Inviato il: 10/12/2008,17:32

bello il rocchetto realizzato con dei cd..... faccine/wink.gif
in che senso le bobine di sx sono la meta di quelle di dx?

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 10/12/2008,17:56

Come numero di spire,non le ho contate essendo realizzate con il primo filo che ho recuperato che è stato un po maltrattato l'ho usato per gli esperimenti,se guardi hanno dimensioni diverse,ma quelle con 2 passate di nastro isolante sono circa la meta di quella con 4 passate,difatti da prove fatte le 2 bobine generano 3 volt 0.9ah invece la bobina grande da sola arriva a 7.2 volt 0.9AH.
Ma piu che questo era per dimostrare che il recupero e riutilizzo è possibile,e meglio delle foto non cè per dimostrarlo.
Il roccetto è artigianale,ma mi serviva urgentemente per stoccare il filo,speriamo che tenga.

 

Eli-sir

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:135

Stato:



Inviato il: 10/12/2008,18:56

CITAZIONE (DOLOMITICO @ 10/12/2008, 17:27)
Per ELISIR:
guarda che ho scelto i motori da lavatrice a spazzole e i frigoriferi proprio per questo problema,i compressori sono a bagno d'olio,e i motori a spazzole non rendono necessario questo trattamento,ti posto 2 foto che provano quello che dico,sono state scattate per un'altra spiegazione che faro piu avanti quando completero l'opera...


...questo solo per dimostrare la fattibilita di quello che scrivo,ricordo che sono cose gia provate,non supposizioni,se lo sono lo scrivo

Dolomitico come sei permaloso! faccine/argue.gif Non metto in dubbio quello che scrivi, solo ho riportato la mia esperienza e ho fatto una domanda: infatti non sapevo che questi motori non avessero lo statore e/o rotore verniciati.
Scusami.

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 10/12/2008,19:30

faccine/huh.gif faccine/biggrin.gif
Scusami tu,non intendevo prenderti di petto,la mia intenzione era solo di dimostrarti la fattibilita della cosa,non di darti lezioni,spero di non averti offeso faccine/rolleyes.gif ,non si riesce sempre a calcolare tutte le interpretazioni di un discorso faccine/angel1.gif
rileggendolo in effetti sono andato un po pesante
perdona

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 10/12/2008,20:46

Salve a tutti.
Ciao Dolomitico, ha ragione Eneo, bella l'idea di fare rocchetti coi cd di scarto. Mi arrabatto sempre a trovare rocchetti vuoti, mentre di cd ne ho buttati tanti..... Cosa usi per il tubo centrale?
Per l'avvolgimento del filo: se continua così finirà che dovrò togliere la parola "apprendista" sotto l'avatar....... faccine/laugh.gif Scherzi a parte, è che si fa così da sempre. Nei vecchi manuali dei radioamatori, dove si descriveva la fabbricazione di bobine per trasmettitori (a quei tempi il trasmettitore te lo dovevi fare.....), il filo veniva sempre prima lisciato facendolo scorrere tra le mani con un panno morbido di cotone o di lana, per non rovinare lo smalto. Questo si è seguitato a fare anche con le lezioni della Scuola Radio Elettra fino agli anni '60, che a quei tempi i trasformatori te li mandavano smontati col filo a parte e te li dovevi avvolgere da solo.
Quello che mi rode è che negli ultimi tempi si trova un sacco di roba smontata e sfasciata per recuperare il rame, ma tagliandolo con lo scalpello o con la tronchese per venderlo a peso, non svolgendolo per riutilizzarlo..... faccine/mad.gif Che rabbia.
Aspettiamo gli sviluppi, Dolomitico. Nel frattempo, saluti.
Ferro

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 11/12/2008,16:43

Ciao Ferro,
per il tubo ho preso un normale tubo di plastica recuperato da un vecchio aspirapolvere,ma va bene anche un tubo non molto largo.
Aspettavo un rocchetto normale,ma a chi l'ho chiesto non me lo portano per intanto,e visto che avevo fretta me lo sono fatto da solo,l'unica cosa è tagliare il tubo con una sega circolare,cosi che il taglio è netto e piatto,cosi basta un po di attack,io ho incollato 2 coppie di cd,4 in totale,cosi che sia piu robusto,anzi,due cd normali da una parte e 2 trasparenti dall'altra cosi da vedere il filo di profilo.
faccine/smile.gif non capisco la battuta sull'avatar e il filo,cosa intendi di preciso?Che sei un veterano non lo metto in dubbio,il trucco secondo me è che essendo curiosi di natura,e essendo nati in un era non totalmente miniaturizzata si è potuto sperimentare molte cose che al giorno d'oggi sono ormai troppo piccole per metter mano,io smontavo gli stereo per vedere che c'era dentro e recuperare i pezzi,ma esempio cosa recuperi da una scheda da pc?
Ora va di moda la programmazione,ma la vecchia scuola del riciclo/faidate è un grandissimo bagaglio culturale.
A me serve moltissimo.e continuo a imparare.
Per il filo da recupero,non posso neanche biasimarli tanto,come diceva ELI-SIR la maggior parte dei motori sono tutti resinati,quindi impossibile recuperare nulla,e quindi tanto vale massacrarli per recupero rame,che si salva sono rimasti appunto i frigoriferi e le nuove lavatrici,anche i trasformatori,ma ne trovi poco e troppe misure diverse.
Se calcoli che io c'ho messo 1ora e mezza per sbobinare 1 motore,è lunga la storia,ma se ti serve il filo lo fai,se ti serve il rame no.

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 11/12/2008,18:28

Salve a tutti.
La battuta sull'avatar: sotto c'è scritto "Apprendista Stregone". Tu dici che ti ho descritto come se ti avessi visto mentre avvolgevi il filo tenedolo con lo straccio tra le dita: bene, questo sarebbe possibile solo con la sfera di cristallo..... Se ci riesco posso togliere "Apprendista", no? faccine/laugh.gif Per il resto hai ragione, i motori sono tutti resinati e col rame inglobato, ma i trasformatori no. E' vero che ti danno filo di troppe misure diverse, ma io mi diverto anche coi trasformatori, anzi più con loro che coi generatori. Ultimamente poi avrei bisogno di farne qualcuno piuttosto "potente".
Oggi ho provato a togliere il filo a quello statore di frigo: hai ragione, è proprio un casino. Ho tolto le matasse più fine, sfilandole intere dalle cave con pochi minuti, ma adesso mi trovo con una matassona di filo sottile che dovrei svolgere con cautela, e mi servirebbero quattro o cinque mani...... Vorrei recuperarlo, che il diametro (0,4mm) è ottimo per piccoli trasformatori. Vabhè che la pazienza non mi manca.....
Smontare roba dà un sacco di esperienza e di manualità, e anche da una scheda di PC si può recuperare qualcosa. Materiale elettronico, naturalmente. Toroidi di filtro, condensatori miniaturizzati, integrati regolatori di tensione, quarzi e oscillatori digitali...... Non molto in verità, ma qualcosa si recupera. Si recupera bene soprattutto negli alimentatori dei PC.
Domani, se seguita a piovere, cerco di recuperare il filo grosso.
Per ora saluti.
Ferro

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 11/12/2008,19:30

Se posso darti un consiglio fatti una sorta di rocchetto che puoi girare a mano,e poi cominci da un filo e prosegui,sembra una procedura pallosa,e forse un po lo è,ma se prendi mano riesi a recuperare per bene senza graffi o arrotolamenti o casini,io la prima matassa lo recuperata si,ma ho avuto molte noie col filo che mi faceva gli occhielli,con la seconda matassa invece sono andato piu calmo e non si sono verificati guai.
Ha ragione,sei proprio uno stregone faccine/smile.gif

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 13/12/2008,18:14

Salve a tutti.
Ciao Dolomitico, mi permetto di aggiungere qualcosa di mio alle descrizioni che fai tu.
Ho cominciato a recuperare quel filo delle matasse tolte da dentro il motore da frigo. Come mi hai detto tu mi sono fatto un rocchetto "col manico", in modo da poterlo girare mentre svolgevo il filo dal groviglio. L'ho fatto con un pezzo di tubo per scarichi di lavandini, di recupero, e un paio di pezzi di plastica ex insegna al neon tagliati e torniti, incollati con cianoacrilico. Il tubo l'ho tagliato con la tagliatubi per il rame ed è venuto tagliato dritto.
Mi sono armato della "Pazienza di Giobbe" e piano piano sono riuscito a svolgere tutto il filo, stando bene attento a non fare occhielli e non attorcigliare tutto. Ti dirò che credevo ci volesse di più, invece ho fatto relativamente presto. Sono parecchie svariate centinaia di metri di filo smaltato da 0,4mm (diametro nudo), ottimo per trasformatori! Inutile per l'eolico.... Ma sono soddisfatto! Il filo è venuto discretamente liscio e con lo smalto intatto. Sotto la foto.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1229187069.jpg

Poi provvederò a svolgere quello più spesso. Ha diametro 0,8mm, ossia sezione di 0,5mmq adatto per correnti massime di 1,5 - 2A. Per l'eolico è sottile anche quello, a meno che non viene avvolto in molti capi paralleli, oppure per un eolico di piccola potenza, ma utile per un sacco di altre cose.
Fin'ora mi ero dedicato al recupero di filo da bobine di smagnetizzazione TV, ma anche quelle danno fili sottili, che di solito raccolgo in rocchetti ex nastro adesivo o nastro da idraulico. Come si vede nella foto sotto.

http://www.energialternativa.info/Public/NewForum/ForumEA/2/5/2/6/1/6/5/1229187529.jpg

In genere sul rocchetto scrivo la lunghezza approssimativa (misuro la circonferenza della bobina a moltiplico per il numero di spire) del filo, la sezione, la corrente che ci può circolare e la potenza relativa a 220V. In questo modo vedo a colpo d'occhio il filo che c'è e quello che mi serve.
A volte ho recuperato filo da trasformatori, generalmente da secondari, per poi riavvolgerli con le caratteristiche che mi sevono, perciò anche fili abbastanza grossi, ma di solito corti.
Mi piacerebbe trovare qualche compressore di frigo più grossi, magari qualche congelatore da negozio, anche se molti hanno il motore all'esterno del compressore, e perciò probabilmente con le matasse impregnate. Staremo a vedere.....
Saluti.
Ferro

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 13/12/2008,19:40

Veramente un bel lavoro,perbacco,basta darti una via e sei come archimede pitagorico,tagli cuci saldi e incolli di tutto in un attimo. faccine/smile.gif
Bello,vedi che non sapevo che un filo da 0.8 era di soli 0.5mmq,pochini,in effetti le bobine che ho fatto col filo da 0.5 mi pare se non ricordo male erogano al max 0.9 ah,pochini in effetti,ma anche i magneti che ho usato non erano titanici,avevano 6 kg di trazione rispetto ai 25 che mettono sui generatori grossi.
In effetti se prendi mano e hai una posizione comoda per lavorale sfili il filo come un treno,ad un certo punto esce quasi da solo.

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 13/12/2008,22:33

Salve a tutti.
La realtà è che ho una certa esperienza di lavoro, Dolomitico, perciò se un'idea è normalmente fattibile mi riesce abbastanza facile realizzarla.
Per i fili: se ti interessa ti mando qualche tabella con su diametri, sezioni, correnti ecc. per darti una regolata.
Un diametro di 0,5mm ha una sezione di poco meno di 0,2mmq, per una corrente massima di 0,8A. Se è corto riesce a sopportare anche 1A, ma se è lungo finirà per surriscaldarsi e dissipare un sacco di potenza. In realtà negli avvolgimenti dei trasformatori, che sono piuttosto spessi e compatti e non dissipano molto bene il calore, la densità di corrente nel filo si cerca di tenerla al massimo su 2,5 o 3A/mmq, perciò nel tuo filo ci sarebbero potuti passare al massimo 0,5 - 0,6A. Nei motori e nei generatori purtroppo per problemi di spazio invece di corrente ce ne passa di più, però di solito è previsto un sistema di raffreddamento.
Buona domenica a tutti.
Ferro

 

DOLOMITICO

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1363

Stato:



Inviato il: 14/12/2008,09:55

Cioa ferro,io avevo una tabella dove riportava che il filo se usato per il trasporto da A a B era come dici tu,se invece lo usavi per fare bobine potevi salire con gli ah di qualcosa.
Qui allego il link:
http://www.webalice.it/acecere48/axial-flux.pdf
è in fondo una tabella gialla, "tabella awg"
alle voci "max AH for chassis wiring"(avvolgimento)
e la voce""max AH for power transmition"(trasmissione via cavo)

Per esempio un filo da 0.8 mmq in trasmissione è come dici te esattamente 1.5AH
su bobine invece riporta ben 11AH max.

Premetto che non è una contestazione a cio che affermi,tant'è che conferma i tuoi dati,ma per le bobine dicono sia un'altra scala di misura,in effetti col mio filo da 0.4mm ho generato 0.9 AH
quando che in trasmissione me ne da a malapena 0.361,
invece su bobina arrivo al max a 0.9,poi dipende dai magneti e numero di giri faccine/smile.gif
Che ne dici MAESTRO STREGONE? faccine/smile.gif faccine/smile.gif faccine/smile.gif

IL FILE PESA QUASI 1 MB

 
 InizioPagina
 

Pagine: (7)   1   [2]   3   4   5   6   7    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum