Se sei già registrato           oppure    

Orario: 20/06/2024 20:28:43  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Biocarburanti

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (12)   [1]   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12    (Ultimo Msg)


Olio al posto del gasolio, Si può? pro e contro...
FinePagina

dega.81

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:347

Stato:



Inviato il: 22/2/2008,10:29

Quando Rudolf Diesel, inventore dell’omonimo motore attuò il suo progetto, come carburante usava olio di arachidi. Non c’è da stupirsi quindi se anche oggi c’è gente che suggerisce l’olio come alternativa al comune carburante, vanno fatte però alcune considerazioni.
I motori di nuova generazione sono assai più complicati e raffinati di quanto fossero ai primi del 900, perciò se l’utilizzo di olio come carburante nei veicoli agricoli non compromette più di tanto il motore, lo stesso non si può dire per quanto riguarda le comuni autovetture.
L’olio infatti:

- è più denso del gasolio (specialmente a basse temperature) e ciò porta un maggior lavoro per la pompa del carburante
- è una sostanza che tende a corrodere le guarnizioni, specialmente quelle dei motori diesel di vecchia generazione
- tende a lasciare sedimenti durante la combustione e l’otturazione gli iniettori

Quattro ruote e diversi altri appassionati si sono cimentati nella sperimentazione dell’utilizzo di olio vegetale come carburante. Da un punto di vista tecnico si è potuto vedere come tale soluzione porti a delle controindicazioni (riduzione delle prestazioni, aumento dei consumi e rotture impreviste) ma anche a dei pregi, primo fra tutti la riduzione degli inquinanti. Dal punto di vista burocratico, va invece evidenziato, che l’uso di sostanze esenti da accise come carburante, è da considerarsi un reato e perciò punibile dalla legge! Almeno per quanto riguarda gli inconvenienti tecnici esistono per fortuna delle alternative; certi motori sono stati concepiti con guarnizioni resistenti all’acidità dell’olio (quelli ad esempio che vanno a biodiesel), oppure esistono delle camere preriscaldanti, che riscaldando l’olio lo rendono più fluido facilitando l’iniezione. Va anche ricordato che le prestazioni diminuiscono in base alla diluizione con il diesel comune. Per essere ecologici non serve andare al 100% di olio, aiuterebbe anche solo il 30%, poi con macchine da 100 cavalli, cinque cavalli in più o cinque in meno… Un ultimo utilizzo dell’olio come carburante potrebbe essere la trasformazione in biodiesel detta anche degommificazione. Con tale processo è possibile ottenere una sostanza più raffinata e pulita per quanto riguarda il discorso dei sedimenti, ma tale discorso verrà affrontato in maniera più approfondita in un’apposita discussione.
Per concludere; usare olio come carburante seppure illegale è possibile, ma è preferibile farlo con motori poco delicati come i mezzi agricoli o vetture che ormai hanno compiuto il loro corso ed eventuali danni non sono poi cosi gravi. Non è detto che usando olio, l’auto si debba per forza rovinare è questione di fortuna, va comunque tenuta in considerazione tale possibilità. Inoltre è sempre consigliato fare una diluizione e non usarlo puro o apportare all’auto delle modifiche.
Questo è quanto posso dire dalla mia e altre esperienze, per qualsiasi curiosità o informazione non esitate la discussione è aperta!

 

zeussone
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4

Stato:



Inviato il: 11/6/2008,22:38

ciao ho un opel omega 2500 diesel del 2000 ,ho provato a mettere 20 litri di olio usato di friggitrice (filtrato precedentemente ) e 40 di diesel ,per il momento tutto a posto non sento neanche l'odore di fritto ,che consigli mi daresti per modificare la macchina a tal punto da usare solo olio esausto al 100% ,ho sentito che si puo diluire al 5% con la benzina o il diluente ,per rendere meno viscoso l'olio ,e mettere un po di acetone per levare l'odore da fritto e vero?

 

dega.81

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:347

Stato:



Inviato il: 13/6/2008,15:13

L'unico consiglio che mi sento di darti è di non farlo più. Sono convinto che in un primo momento la macchina vada, i motori diesel in origine sono stati concepiti per andare a olio. Ma il tuo motore, anche se robusto e di grossa cilindrata è comunque più delicato rispetto a quello di un mezzo agricolo. Il problema è che a lungo andare potresti avere danni. Ora provo a risponderti punto per punto.

- Che olio hai usato? Tieni presente che non tutti gli oli sono uguali, certi come quello di palma sono liquidi solo se all'esterno la temperatura è calda. Ciò comporta una notevole differenza di densità fra un olio e l'altro a seconda della temperatura. Ad esempio, alla temperatura di 10 gradi l'olio di semi è ancora liquido, quello di palma è praticamente burro. Ora è caldo, ma con l'abbassarsi della temperatura la densità aumenta e la pompa del gasolio rischia di bruciarsi. La benzina sicuramente può aiutarti a rendere tutto più fluido, ma non saprei dirti gli effetti che ha su un motore diesel, meglio se usi gasolio anche se te ne servirà di più.

- L'olio che si recupera dalle friggitorie non è omogeneo, da caldo è tutto uguale, ma basta tenerlo qualche giorno in un garage per vedere che una parte di esso si sedimenta (anche da filtrato), certo averlo diluito con gasolio aiuta, ma non saprei dire se è sufficente.

- Tu dici di averlo filtrato, ma in che modo? Anche io filtro l'olio con un panno per prepararlo prima di fare il biodiesel. Ci metto parecchio tempo e il risultato finale è un liquido che non va certo bene da usare come carburante. Gli iniettori sono delicati, un filtraggio grossolano potrebbe tralasciare sporcizia che rischia di intasarti tutto.

- Per l'odore di fritto non saprei che dirti, ma piuttosto che mettere diluente aggiungi un po' di gasolio normale, non vorrei che ti si secchino le guarnizioni. L'odore del gasolio è di per sè molto forte e copre parecchio gli altri odori, lo dimosta anche il fatto che pure tu giri con il 33% di olio ma non senti odore di frittura

- Un'ultima cosa, la combustione dell'olio comporta molti più sedimenti rispetto al normale con un discreto accumulo di incrostazioni nella camere di scoppio.

Detto questo, ci tengo a precisare che non sono un meccanico e come in tutte le cose ci vuole fortuna. Se ti va bene potresti viaggiare tranquillo per anni, ma più probabilmente potresti andare in contro a rotture. Valuta tu!

 

zeussone
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4

Stato:



Inviato il: 25/6/2008,05:54

l'olio usato e di semi vari ,e l'ho filtrato con un apposito imbuto con filtro ,ho tentato la via dell'olio usato perche oltre che essere gratis ,dicono che sia meno denso ,e leggendo nei vari forum ho travato un tipo che addirittura sostiene che l'olio portato a oltre 80° abbia la stessa viscosità del diesel ,appena lo trovo ti mando il link ,cmq lo filtro 2 volte prima di metterlo nel serbatoio,sempre con lo stesso imbuto ,si so anche che adesso il caldo afoso non da problemi ,la benzina dicono che vada messa per dimiuire la viscosità ,e poi l'acetone per eliminare l'odore di fritto ,non saprei cmq a chi dare ascolto perche se ne dicono tante ,anche siu striscia hanno fatto un servizio tempo fa che macchine diese andavano a olio e benzina a alcool denaturato!!!!mah speriamo bene ......grazie cmq

 

dega.81

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:347

Stato:



Inviato il: 25/6/2008,12:46

Il fatto che l'olio a 80° ha una densità simile al gasolio è vero, per lo stesso ragionamento che più si raffredda più diventa denso. Se ti può interessare ho sentito anche di gente che montava sulle macchine delle apposite caldaie per preriscaldare l'olio in maniera da renderlo più fluido prima di giungere all'iniettore. Anche il fatto che olio, benzina e alcol siano miscibili rendendo tutto più fluido è vero, ma non conosco gli effetti di tale miscela sul motore. Il filtraggio che tu fai con un filtro da carrozziere potrebbe non essere sufficiente, prova a fare la seconda passata su un vecchio lenzuolo, magari sovrapponendo più strati in modo darendere più efficace il filtraggio. Il lavoro è più lungo, ma il fatto che usi olio di semi vari invece che quello di palma, potrebbe aiutarti. Se possibile mettiti al sole! Per il resto come ti ho detto potresti avere problemi di residui nella combustinone. Non so se hai mai provato a mettere il ricinato nel motorino; quando si usava l'olio di ricino tal quale si sporcava tutto il pistone e il cilindro. Qui è la stessa cosa, perchè l'olio che usi non è degommificato.

 

dega.81

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:347

Stato:



Inviato il: 13/7/2008,15:19

Ciao Zeussone, come procedono i tuoi miscugli? Ora è un pò che hai cominciato a sperimentare, hai riscontrato dei problemi?

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 13/7/2008,16:24

Salve a tutti.

La "caldaia" che si può mettere per preriscaldare l'olio da usarsi come carburante è un accessorio che usavano in passato (e forse anche adesso) i camionisti per non far gelare il carburante d'inverno. Consiste in una serpentina di tubo da applicare attorno al filtro del carburante, in cui circola l'acqua di raffreddamento del motore. Mi sembra di ricordare che ce ne fossero anche di elettriche, ma sicuramente consumano parecchia corrente. Penso che un congegno così sia abbastanza facile da fare, con un po' di tubo di rame per riscaldamenti. Per quel che riguarda il filtraggio non c'è eccessiva preoccupazione: ogni motore diesel moderno ha il suo bel filtro del carburante, con filtraggio micronizzato, che provvede a togliere tutte le impurità anche minuscole. Basta quello. Piuttosto usando olio di frittura usato, che ingloba anche grassi animali e sostanze pesanti, può facilmente otturarsi e bisogna controllarlo spesso o sostituirlo più di frequente. A causa dei suddetti grassi si possono formare incrostazioni incredibili nelle camere di combustione, nei diesel ad iniezione indiretta, o nelle teste dei pistoni in quelli ad iniezione diretta, e residui carboniosi direttamente negli iniettori, che rischiano il grippaggio (rumore di martellate nella testata, come un motore fuso!). Non usare assolutamente acetone o solventi, si mangiano le guarnizioni di tenuta dell'impianto di alimentazione! E nemmeno benzina, che è antidetonante (alto indice di ottano), o alcool che può dare tutt'e due i problemi (poi nell'alcool denaturato c'è l'acqua! 5-10%), semmai normale gasolio per autotrazione. Meno problemi si hanno usando olio nuovo, pulito, molti lo fanno senza gravi inconvenienti, miscelato con gasolio nelle percentuali migliori che si possono sperimentare. Nei moderni diesel con "iniezione elettronica piezoelettrica", i nuovi common raill insomma, senza pompa d'iniezione meccanica, è da sconsigliarsi completamente l'uso di olio tale e quale, il sistema è molto più delicato e soggetto a rotture, e molto costoso intervenire per le riparazioni, anche se taluni lo fanno a proprio rischio e pericolo. Semmai conviene provare a fare del biodisel, specie se di olio fritto se ne può rimediare molto...

Saluti a tutti.
Ferro

 

dega.81

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:347

Stato:



Inviato il: 14/7/2008,22:30

Ti ringrazio Ferro, hai confermato alla grande tutti i miei dubbi!
Ma se non bastasse e qualcuno è ancora tentato dall'utilizzo di olio tal quale, vi racconto una mia esperienza. Due settimane fa mi sono ritrovato con una 20na di litri composti da una miscela di biodiesel e olio di palma, erano il risultato di una reazione non completata perchè mi si era rotto il motore della miscelazione, avevo tolto solo la glicerina che si era formata, e non avevo ancora lavato nulla, perciò la miscela conteneva anche il metanolo in eccesso. Li tenevo da parte per rilavorarli in seguito e completare la reazione, ma per errore sono finiti nel serbatoio faccine/cry.gif
Ho aggiunto altri 20 litri di biodiesel (fatto a DOC) per diluire la miscela e poi man mano che usavo la macchina aggiungevo del gasolio normale. Inizialmente non ho riscontrato grandi problemi, gli scarichi puzzavano un po' di più ma nulla di che, anche perchè prendevo l'auto solo per andare al lavoro, passavano 8 ore e poi tornavo a casa. Il sabato però ho usato l'auto più spesso e mi sono accorto che la macchina faceva molta fatica a partire specialmente se il motore era caldo, finchè ad un certo momento per accenderla ho quasi bruciato l'accensione. La situazione si è poi felicemente risolta quando ho consumato tutta qualla brodaccia e sono tornato alla normalità, ma non consiglierei a nessuno di mettere dell'olio nel serbatoio!

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 15/7/2008,13:03

Ciao Dega.
A mio avviso il problema maggiore era dato dall'alcool, che ha un altissimo indice di ottano (140!), per cui praticamente indetonabile. Anche la glicerina è un alcool, ma non so quanto sia infiammabile. Sospetto che tu abbia corso il rischio concreto di qualche rottura o grippaggio degli iniettori. Forse faresti bene a fare una pulizia del filtro gasolio, e magari mettere qualche prodotto disincrostante, a serbatoio quasi vuoto per aumentarne l'efficienza. Ma naturalmente fai tu, che conosci bene la tua macchina.
Saluti.
Ferro

 

dega.81

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:347

Stato:



Inviato il: 15/7/2008,22:01

Grazie per la dritta Ferro, ti dirò, il filtro del gasolio non mi preoccupa molto, la glicerina era stata tolta e la miscela era stata microfiltrata (errore che mi ha poi portato a confondere le taniche), comunque fra 3000 Km devo fare il tagliando e vedremo... Ciò che mi preoccupa sono le incrostazioni post combustine, è vero che l'olio nella miscela non era molto (una decina di litri credo) e c'è gente che afferma di averne bruciati molto di più, ma sai, un conto sono le chiacchiere un conto è la pratica. Ora la macchina va benissimo, e non ha dato più nessun disturbo, questo mi fa sperare bene... Se poi i disturbi gli abbia dati l'alcol, l'olio o tutti e due non saprei dirlo, ma di sicuro è un errore da non ripetere!
Grazie ancora!

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 16/7/2008,21:09

Di niente Dega, di niente.
Ho letto da qualche parte nel forum (forse lo hai scritto tu?) che la glicerina brucia bene. Potresti spiegarmi come si separa dai vari miscugli? Quì da noi si ha l'abitudine di fare il sapone fatto in casa, con grasso di maiale o di vaccina, o con lardi "vecchi" o irranciditi. A me è capitato qualche anno fa di farne anche 50Kg tutti insieme, e nell'acqua di scarto della lavorazione, di glicerina ce sarebbe dovuta rimanere parecchia (insieme al sale per separarla e alla soda caustica avanzata). Potendola separare ed usare come combustibile, o come additivo da mettere nella stufa.... O qualsiasi altro uso, sicuramente migliore che gettarla via.
Parecchio tempo fa provai anche a fare sapone con dell'olio di frittura usato (ancora non sapevo del biodiesel): non si coagulò affatto in sapone, ma ottenni una ventina di litri di liquido giallo paglierino, insolubile all'acqua e miscibile con benzina o gasolio, che usai per bruciare. Probabilmente era biocarburante. Penso che ripeterò l'esperimento, anche se quel sistema per ottenere biodiesel non è conveniente.
Saliti a tutti.
Ferro

 

dega.81

Avatar
MegaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:347

Stato:



Inviato il: 16/7/2008,22:29

Guarda, il sistema per ottenere biodiesel e quello per fare il sapone sono molto simili pur portando a risultati molto differenti. La saponificazione si differenzia però dalla trans esterificazione per la presenza di acqua.
Infatti come ti sarà già capitato di leggere, il metanolo che va usato per fare il biodiese deve essere molto puro, circa 99% perchè già al 95% cioè con il 5% di acqua la reazione non viene e si ottiene sapone.
La glicerina invece è uno dei due prodotti della trans esterificazione, riesci a separala benissimo perchè rispetto al biodiesel è più scura e molto più densa. Purtroppo però, come avrai già capito, non puoi ottenere glicerina dall'acqua di scarto, perchè essa si ottiene dai grassi animali/vegatali che tu però hai già trasformato in sapone!
Riguardo la tua esperienza, non credo propriop che tu abbia ottenuto biodiesel, primo perche oltre all'estere avresti ottenuto anche glicerina, secondo perchè l'acqua inibisce tale reazione.
Discorsi a parte la glicerina brucia benissimo, specialmente se vi rimane impregnato anche dell'alcol (residuo di lavorazione). La mia mamma la usa per accendere il fuoco in inverno tipo la diavolina

 

Ferrobattuto

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:4117

Stato:



Inviato il: 17/7/2008,10:41

Hai perfattamente ragione, riguardo al fatto che se nella reazione c'è dellacqua si produce sapone. Tempo dopo quel fatto, capitato su un altro sito dove si parlava di transesterificazione, provai a fare un litro di biodiesel come test. Ma usando alcool denaturato e soda caustica mi venne fuori un bel sapone aromatizzato all'alcool, che usai per un po' per lavarmi le mani in officina, ma poi buttai via perché in realtà non era granché. Riguardo all'esperienza precedente, il liquido ottenuto era proprio del colore della densità e della consistenza del biodiesel, anche se forse non lo era, e la glicerina poteva essere rimasta nell'acqua salata che si usa per separare il sapone. Ma purtroppo tutto ciò è stato gettato via e non c'è modo di constatarne la natura. Di sicuro il sistema che usi tu è preciso e provato, perciò seguirò volentieri le tue istruzioni per costruire il transesterificatore.
Saluti Ferro

 

er sola

Avatar
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:150

Stato:



Inviato il: 11/8/2008,13:07

bhà... 15/20lt su 50 mai dato nessun problema (odore di frittura a parte) su una 206HDI..... poi ho smesso visto che anche l'olio è salito da 0,65 a circa 1,15 in pochi mesi....

 

romadoma
milliWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:6

Stato:



Inviato il: 21/9/2008,10:56

Salve a tutti.
La mia esperienza è la seguente: ho una Crysler voyager del 97 con circa 200mila Km all'attivo. Da un anno a questa parte alimento la mia vettura con semplicissimo olio di colza che compro in vari supermercati, ad un prezzo che, ora, si aggira attorno a € 1.15. Aggiungo soltanto il 5% circa di gasolio per ogni pieno, ma senza essere maniacale su questa percentuale. Cioè, voglio dire che alle volte mi capita di mettere più gasolio del 5% ed alle volte mi capita di circolare con olio di colza quasi assoluto. Sporadicamente, aggiungo un flacone di additivo per la pulizia degli iniettori.
Non ho mai avuto problemi di sorta (almeno finora...facendo i debiti scongiuri)
Il consumo mi sembra minore del gasolio.
La potenza del motore mi sembra la stessa.
Le partenze sono veloci (a parte quando fa molto freddo).
Di contro, ho sempre il minimo un poco alto, inconveniente dato sicuramente dall'olio di colza, visto che il problma scompare alzando la percentuale di gasolio.

Recentemente, ho compiuto un viaggio in Germania ed ho fatto in 16 giorni 9000 Km. Nessun problema.

Io non sono un tecnico nè un chimico: non so nulla di guarnizioni, fasce, glicerina e altre cose. Vi ho solo raccontato la mia esperienza.
Ciao a tutti

 
 InizioPagina
 

Pagine: (12)   [1]   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   12    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum