Se sei già registrato           oppure    

Orario: 20/06/2024 10:34:32  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Pellet legna cippato e biomasse

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (59)  < ...  39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   [58]   59    (Ultimo Msg)


Recensioni sui vari tipi di pellet.
FinePagina

stufodelgas

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1572

Stato:



Inviato il: 26/12/2023 22:11:00

CITAZIONE (OrsoMario, 26/12/2023 19:34:37 ) Discussione.php?212623&57#MSG865

La mia stufona, quando il focolare va in temperatura, chiudo il tiraggio al minimo, e devia i gas di scarico per essere portato nuovamente in combustione,


interessante tecnologia che la mia caldaia purtroppo non ha

 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:3474

Stato:



Inviato il: 27/12/2023 08:49:35

CITAZIONE (OrsoMario, 26/12/2023 19:34:37 ) Discussione.php?212623&57#MSG865



..a qualche centimetro sopra i ciocchi di legna si notano le fiamme di colore azzurrino/blu danzargli sopra...


Probabilmente derivano dal "Syngas" che si sviluppa nella fase "Pirolitica".

Uso il condizionale, perché se leggete il pdf Gassificazione_e_pirolisi_della_biomassa.pdf

nelle prime venti pagine spiega tutta la serie di reazioni chimiche coinvolte nella combustione.

Come "esperto fuochista" valgo poco, ma unendo esperienze citate da altri e ripensando a Chimica e Fisica mi sembra di aver capito quali siano le reali prestazioni dei vari sistemi di combustione.

La "Stufona" vince a mani basse, in quanto, il "Volano Termico", la notevole carica di combustibile e il Tempo Lungo di Reazione giocano un ruolo fondamentale nella trasformazione energetica con conseguente minor produzione di inquinanti e ceneri e massima resa energetica.

Il Pellet, che credo di aver capito si tratta di Polvere di Legna compressa, suppongo abbia una resa da valutare con attenzione.

Leggendo in vari siti sono rimasto sorpreso dalla "Densità" ampiamente variabile di questo combustibile.
Ho anche capito per quale motivo lo vendono al Kilo, invece che al Litro...
La densità varia da 600 Kg m³ fino a 1.200 Kg/m³ (standard tedesco).

E qui arriviamo a capire come i parametri delle Stufe a Pellet possano variare anche di molto.
Inoltre a scapito delle suddette credo che un ruolo fondamentale sia giocato dal "Braciere".
Non potendone aumentare la capienza resta chiaro che si debba aumentare la velocità della reazione con l'inevitabile conseguenza di emettere notevoli quantità di "Incombusti".
Diciamo che l'efficienza è molto sensibile alle condizioni di impiego, quindi ai limiti minimo e massimo dobbiamo aspettarci inevitabili cali di prestazione.

Per quanto riguarda poi le constatazioni di rendimento, per i Pellet poco conta che l'essenza usata sia Pioppo, Faggio o altro; alla fine abbiamo Cellulosa Pressata.

PS: di certo queste cose non andrò a dirle dall' "Altra Parte"...Faccine/rofl.gif

 

OrsoMario

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5153

Stato:



Inviato il: 27/12/2023 11:47:16


CITAZIONE

Probabilmente derivano dal "Syngas" che si sviluppa nella fase "Pirolitica".

Uso il condizionale, perché se leggete il pdf Gassificazione_e_pirolisi_della_biomassa.pdf

nelle prime venti pagine spiega tutta la serie di reazioni chimiche coinvolte nella combustione.


Ciao Lupo, penso anch'io che sia una sorta di pirolisi, perchè non mi capacitavo del fatto che chiudendo al minimo il tiraggio in vece di diminuire la temperatura questa aumentava..
Facendo questa manovra vedo le fiamme dal canonico colore giallo sfumato sparire e il formarsi di fiamme azzurro/blu distaccate dal legno che "svolazzano" sopra di esso..
Cmq. appena i parenti si "Svolazzano" da casa mia mi metto con tranquillità a leggere il PDF che hai postato

CITAZIONE
PS: di certo queste cose non andrò a dirle dall' "Altra Parte"...Faccine/rofl.gif



Modificato da OrsoMario - 27/12/2023, 11:56:37


---------------
Inverter PWM Edison 3024, fotovoltaico 7500Wp,
6000Wp sotto MPPT Tracer 10420, 1500Wp sotto inverter PWM,
banco batterie FAAM TTM Tubular Traction Maxi 12 celle 4PZS 460 Ah C5.

 

OrsoMario

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5153

Stato:



Inviato il: 27/12/2023 14:02:52

Alla fine ero troppo curioso è ho letto il file PDF..

Quello che mi ha fatto pensare sono le temperature che ho rilevato con il termometro laser all'esterno del mio focolare,
che risultano molto inferiori "per l'effetto pirolisi" 350/380°C, e fumi massimo 245°C che sembrerebbero coerenti con quello che ho letto nel PDF..

http://www.energialternativa.info/public/newforum/ForumEA/V/Cattura1_1.JPG

Però pensandoci bene io ho misurato la temperatura esterna dell'inserto dunque è una misurazine non attendibile, perchè l'inserto è isolato da mattoni refrattari di grande spessore, dunque è plausibile che all'interno dell'inserto si possano raggiungere anche i 600°c. e probabilemnte anche oltre..
I residui che trovo in poche quantità sono proprio dei pezzi di legno trsformati in carbone molto duro che in genere rimangono arroventati/rossi per più ore e anche questo è segno di temperature elevate in quasi totale assenza di ossigeno..
Purtroppo per come è costruita la stufa, non riesco a prendere misurazioni migliori, però potrei tentare di controllare la temperatura interna del focolare monitorando i fumi in uscita..

Secondo te Lupo, visto che ho una regolazione manuale del tiraggio,
quale sarebbe la tempartura ideale da far raggiungere a i fumi di scarico (questo poco prima di serrare il tiraggio e far lavorare la stufa in carenza di ossigeno) per avere una buona pirolisi e sfruttamento dei gas?

Io fino a oggi ho cercato di contenere il picco massimo dei gas di scarico intorno a i 245°C circa.. questa misurazione "mi accorgo ora che sto scrivendo" è presa a 1 metro dall'uscita dell'inserto e forse anche questa potrebbe essera falsata ARRRR , anche se da libretto segnano che la temperatura massima di esercizio a pieno carico è di 275°C

Mannaggia.. il mio discorso è tutto un dovrebbe, forse..
Devo cercare la scheda tecnica del focolare della mia stufona, in modo da essere sicuro su quale distanza dal focolare viene misurata la temperatura fumi....



Modificato da OrsoMario - 27/12/2023, 14:25:13


---------------
Inverter PWM Edison 3024, fotovoltaico 7500Wp,
6000Wp sotto MPPT Tracer 10420, 1500Wp sotto inverter PWM,
banco batterie FAAM TTM Tubular Traction Maxi 12 celle 4PZS 460 Ah C5.

 

OrsoMario

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5153

Stato:



Inviato il: 11/02/2024 15:29:42

Dopo l'ingiustificato aumento della legna da ardere dell'anno passato e dopo il crollo delle vendite della legna da ardere per l'eccessivo costo (questo riferito alla mia zona),
quest'anno il prezzo al quintale della legna mista è sceso da 14€ al quintale a 11,50€ al quintale, oviamente il costo comprende legna spaccata piccola per stufa e consegnata a domicilio già con stagionatura di un anno

Visto che il prezzo della legna ora è nella norma, ho acquistato 45 quintali di ottima Gasia per la prossima stagione invernale, e direi che sono a posto per più di un inverno!
costo stimato per riscaldamemto per la prossima stagione: 345€ circa!

Settimana che viene me la consegnano e la lascio fuori alle intemperie (come l'anno passato) fino a settembre, questo trattamento accelera l'essicazione e durante la stagione invernale si brucia ottima legna



---------------
Inverter PWM Edison 3024, fotovoltaico 7500Wp,
6000Wp sotto MPPT Tracer 10420, 1500Wp sotto inverter PWM,
banco batterie FAAM TTM Tubular Traction Maxi 12 celle 4PZS 460 Ah C5.

 

stufodelgas

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1572

Stato:



Inviato il: 03/06/2024 14:23:07

dopo 12 anni di pellet e ultimamente legna, inzio a non poterne più di cenere, canne fumarie, pulizie ecc
Spero da quest'anno o al massimo dal prossimo di buttare in discarica le mie fumarole.
Per qualche anno si può fare ma poi non è vita.

 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2670

Stato:



Inviato il: 03/06/2024 16:08:57

CITAZIONE (stufodelgas, 03/06/2024 14:23:07 ) Discussione.php?212623&58#MSG872

dopo 12 anni di pellet e ultimamente legna, inzio a non poterne più di cenere, canne fumarie, pulizie ecc
Spero da quest'anno o al massimo dal prossimo di buttare in discarica le mie fumarole.
Per qualche anno si può fare ma poi non è vita.

Con il pellet (caldaia) non c'è tanto lavoro dai...riguardo la legna hai ragione da vendere,se si è ben attrezzati con spaccalegna idraulico,sega a nastro,ecc... è ancora fattibile,altrimenti è una galera...se da ora in poi c'è la farai con le Pdc allora è una goduria



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

bigcarp
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:231

Stato:



Inviato il: 03/06/2024 16:49:56

da quando ho messo pdc mi stufo anche solo andare a cambiare le 2 bombole/anno di gpl per la cucina,oggi presa l'ultima....subito dopo l'estate induzione.
ps: il camino a pellet trovato con acquisto di casa usato 1 inverno e tolta alimentazione e stà li come soprammobile

 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2670

Stato:



Inviato il: 03/06/2024 17:53:48

CITAZIONE (bigcarp, 03/06/2024 16:49:56 ) Discussione.php?212623&58#MSG874

da quando ho messo pdc mi stufo anche solo andare a cambiare le 2 bombole/anno di gpl per la cucina,oggi presa l'ultima....subito dopo l'estate induzione.
ps: il camino a pellet trovato con acquisto di casa usato 1 inverno e tolta alimentazione e stà li come soprammobile

Con le comodità si diventa sempre piu pigri....



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

OrsoMario

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5153

Stato:



Inviato il: 03/06/2024 22:44:38

Vero! poi non bisogna lamentarsi se per scaldare si pagano bollette salate, o se in pieno inverno per un guasto si stà al freddo

Io col mio sistema non temo ne guasti ne bollette salate ne il freddo

Ps. a oggi sono quasi 9 mesi che la stufa viaggia senza problemi di alcun genere...



Modificato da OrsoMario - 03/06/2024, 22:49:48


---------------
Inverter PWM Edison 3024, fotovoltaico 7500Wp,
6000Wp sotto MPPT Tracer 10420, 1500Wp sotto inverter PWM,
banco batterie FAAM TTM Tubular Traction Maxi 12 celle 4PZS 460 Ah C5.

 

bigcarp
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:231

Stato:



Inviato il: 04/06/2024 08:48:09

se 400€ anno per tutta casa, riscaldamento, raffrescamento, acqua calda, elettrodomestici, ecc è tanto allora si meglio la legna.
e per non rimanere al freddo basta impianto con funzione di backup per accendere camino e qualche sacco di pellet anche se da me forse è mancata la corrente 1 ore in 8 anni

 

OrsoMario

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5153

Stato:



Inviato il: 04/06/2024 09:54:33

345€ riscaldamento e acs e qualche grigliatina in giardino.. il raffrescamento è aggratis
Ah dimenticavo la mia è una casa singola in classe energetica (G) con serramenti a chiusura a spiffero, dunque non mi servono nemmeno le VMC per il ricambio d'aria forzato

le pompe di calore non reggono il confronto con la legna,
la legna è l'unico sistema economico per scaldarsi (costa meno del cippatino ) e per non avere probblemi di nessuna sorta, caldo sicuro e sempre,
Certo è, che chi non si può permettere di avere un riscaldamento a legna deve per forza orientarsi verso altri tipi di riscaldamento e adeguarsi..

L'ho scritto altre volte, secondo me è inutile spendere grandi cifre e avere una casa super tecnologica che alla fine come risparmio agli effetti pratici non ne vale la spesa.
Per avere una casa a bassissimo costo di gestione basta avere 4 cose in croce con sistemi base tipo legna per il riscaldamento,
un boiler a legna elettrico per l'acqua calda,
un piccolo è onesto impianto FV a isola,
un fornello a gas gpl e uno a induzione,
una lavatrice in classe (d)
un congelatore a pozzo in calsse (C)
un vecchio frigorifero (pre guerra)
e se proprio vogliamo fare gli "sciuri" mettiamo anche una lavastovilglie..
Così facendo si ha un super risparmio senza investire grosse cifre, che spesso diventa difficoltoso recuperare, poi ci sono guasti è interventi periodici di specialisti certificati da mettere in conto..
esempio:
guasti a pompe di calore, guasto a caldaia a cippatino o policombustibile manutenzione periodica certificata (è giù palanche $$) etc..

Secondo me l'ideale è avere una casa il meno tecnologica possibile e più pratica possibile, meno tecnologia è più praticità/semplicità = affidabilità e sicurezza, zero manutenzioni certificate e costose

Poi.. alla fine.. bisogna sempre vedre se si può attuare questo sitema, non tutti hanno la fortuna di vivere in un posto dove uno può decidere di gestire casa propria senza rendere conto a nessuno..
D'altra parte ognuno e schiavo o libero in base alle proprie scelte che fa nella vita

Io sono per la libertà!!



Modificato da OrsoMario - 04/06/2024, 09:59:10


---------------
Inverter PWM Edison 3024, fotovoltaico 7500Wp,
6000Wp sotto MPPT Tracer 10420, 1500Wp sotto inverter PWM,
banco batterie FAAM TTM Tubular Traction Maxi 12 celle 4PZS 460 Ah C5.

 

bigcarp
KiloWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:231

Stato:



Inviato il: 04/06/2024 10:15:55

ciao Orso...hai detto una cosa che condivido al 1000%.
Avere una casa super tecnologica e prestazionale serve a poco.

Meglio interventi mirati e ottimizzazione degli impianti.

Discorso legna (meno per il pellet) è indubbio che sia sistema più economico ma ce da tenere in considerazione anche il tempo/lavoro/spazio da dedicarci. Io per lavoro sono spesso via, mia meglio se non ci mette mano a ste cose, ho un bimbo piccolo, e non per ultimo quando sono a casa non voglio sbattimenti (oltre a quelli della vita quotidiana).
Preferisco spendere 100/200€ anno in più ma non dover muovere un dito.

Tra l'altro in lombardia gia abbiamo norme molto restrittive in merito alla biomassa e un impianto serio è (sarebbe) installabile con costi simili se non superiori ad una pdc ed occupa più spazio.

 

stufodelgas

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1572

Stato:



Inviato il: 04/06/2024 11:01:47

Per me la legna è stato um ripiego dopo il caro pellet.
All'inizio mi sono anche divertito ma piano piano è diventata una tortura.
Nel frattempo ho coibentato casa riducendo in modo importante il fabbisogno di energia.
Sto portando il FV alla soglia dei 20 KWp e conto e spero di gettare presto in discarica le caldaia a pellet e legna.
Nella vita con il crescere dell'età cambiano prospettive ed obiettivi

 

OrsoMario

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:5153

Stato:



Inviato il: 04/06/2024 12:43:25

CITAZIONE (bigcarp, 04/06/2024 10:15:55 ) Discussione.php?212623&58#MSG879

ciao Orso...hai detto una cosa che condivido al 1000%.
Avere una casa super tecnologica e prestazionale serve a poco.

Meglio interventi mirati e ottimizzazione degli impianti.

Discorso legna (meno per il pellet) è indubbio che sia sistema più economico ma ce da tenere in considerazione anche il tempo/lavoro/spazio da dedicarci. Io per lavoro sono spesso via, mia meglio se non ci mette mano a ste cose, ho un bimbo piccolo, e non per ultimo quando sono a casa non voglio sbattimenti (oltre a quelli della vita quotidiana).
Preferisco spendere 100/200€ anno in più ma non dover muovere un dito.

Tra l'altro in lombardia gia abbiamo norme molto restrittive in merito alla biomassa e un impianto serio è (sarebbe) installabile con costi simili se non superiori ad una pdc ed occupa più spazio.


Certamente! i costi possono essere visti sia sottoforma di denaro che in tempo, purtroppo in questi casi ci si basa sul proprio portafoglio e sulle abitudini/tempo disponibile, e obblighi di legge imposti,
sono tantissime le variabili che cambiano molto da regione a regione da comune a comune..



---------------
Inverter PWM Edison 3024, fotovoltaico 7500Wp,
6000Wp sotto MPPT Tracer 10420, 1500Wp sotto inverter PWM,
banco batterie FAAM TTM Tubular Traction Maxi 12 celle 4PZS 460 Ah C5.

 
 InizioPagina
 

Pagine: (59)  < ...  39   40   41   42   43   44   45   46   47   48   49   50   51   52   53   54   55   56   57   [58]   59    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum