Solare Fotovoltaico
UPS OnLine 5000VA con FV

VISUALIZZA L'ALBUM


FinePagina

Sostenibile

Avatar
MegaWatt


Utente
Msg:392

Stato:



Inviato il: 1/5/2012,23:28

Salve raga ,
mentre faccio esperienza con il mio piccolo impianto FV della piccola casetta di legno in giardino, penso e ripenso all'impianto per casa.

Ho da tempo collegata tutta la casa ad un UPS Metasystem Megaline 5000va doppio cabinet , un gruppo che eroga 3600W ed ha in un cabinet 4 schede di potenza da 1250va cad e nell'altro cabinet ha 4 pacchi batterie , ognuno formato da 3 batterie AGM 12V 9Ah in serie, quindi ogni pacco eroga 36V ed in parallelo (credo) con gli altri pacchi.

Oggi l'ho smontato poich dopo 5 anni mi segnala batterie esauste e mi invita a cambiarle. A questo punto mi si accesa una lampadina, utilizzare l'UPS risparmiando i soldi per l'inverter!

Il gruppo espandibile fino a 10000VA (7kw) ed di tipo OnLine doppia conversione, ossia fa lavorare il carico sempre sulle batterie ed utilizza la rete per ricaricarle.

E' un gruppo di qualit e sarebbe un peccato escluderlo , come sarebbe un peccato dover comprare un inverter della stessa potenza da utilizzare per dare all'UPS la 220V che gli serve per caricare le batterie.

Come potrei caricare con il FV le batterie del gruppo limitando l'uso della 220 v proveniente dall'ENEL ???

Stavo pensando a 3 stringhe FV , ognuna con un regolatore ed un pacco batterie da 12V, poi potrei mettere i 3 pacchi in serie per raggiungere i 36 V e mettere il tutto in parallelo (con diodi) con le batterie del gruppo, ma potrebbe funzionare?

Ho il dubbio che l'UPS, lavorando costantemente sulle batterie, prelevi energia dall'ENEL alla pari di quella consumata per singolo istante ed ho paura che tutto questo venga controllato dall'elettronica di bordo.

Non credo quindi sia tanto semplice innestare una sorgente 36V FV in modo pacifico nell'UPS...

Qualche idea?

ForumEA/us/img542/3072/img0330e.jpg

Il cabinet delle batterie non si vede in foto pich smontato.

Saluti





---------------



 

andrevr
KiloWatt


Utente
Msg:134

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,10:23

mmm bella la tua domanda , anchio a casa ne ho da 1500VA per il pc e mi sono sempre posto questo problema , secondo me bisognerebbe mettere mano all elettronica dell UPS poich se stacchi la rete ENEL e lo colleghi al fotovoltaico in Corrente Continua non penso che ti dia tensione per tanti minuti visto che hanno predisposto un tempo di funzionamento senza ENEL , secondo me ci metti meno a farlo con inverter poi dipende da quello che vuoi realizzare perch se hai in mente di fare un impianto fotovoltaico da 3kw con batterie allora puoi lasciare l UPS cosi come e quando farai lo scambio da SOLE a ENEL nemmeno te ne accorgi faccine/tongue.gif

Io per ora per prenderci la mano mi sto fotovoltaizzando il garage poi vedremo come funziona !! intanto sarei gia contento di realizzare l impianto in garage

 

Sostenibile

Avatar
MegaWatt


Utente
Msg:392

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,10:30

Ciao andrevr , grazie per il tuo messaggio.

Il problema questo.

Questo UPS un gioiello e non vorrei sprecarlo ma al contrario vorrei ampliarlo nel tempo fino a 7kwp (ora eroga 3,6Kwp) ed evitare l'acquisto di un inverter il cui uso sarebbe solo quello di sostituirsi all'ENEL nell'ingresso 220V dell'UPS.
Ora se l'UPS assorbe dall'ENEL tanta corrente quanta se ne sta consumando per singolo istante , va da se che dovrei acquistare un inverter di potenza pari a quella dell'UPS ma mentre quest ultimo ampliabile , gli inverter no , quindi dovrei comprarne uno da 7KWp solo per caricare le batterie.

Ora provo a girare questo quessito alla MetaSystem soerando in una loro risposta positiva.

Grazie ancora faccine/smile.gif



---------------



 

andrevr
KiloWatt


Utente
Msg:134

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,10:37

no forse non hai capito , l UPS ha un sistema che se rileva la tensione dell ENEL ti da l erogazione magari pulita da spurie mentre se non rileva l ENEL e magari tu stai caricando le batterie con il fotoltaico lui dopo tot minuti a seconda di come impostato ti stacca l erogazione , io proprio perche un gioiello ( io ho un Atlantis Land per il pc ed un gioiello ) non andrei a modificarlo in nessuna maniera , se proprio ti fai un impianto fotovoltaico normale con batterie e gli metterei sotto l inverter da 3Kw che tanto non costa molto su ebay ( o ti costa sicuramente meno di mettere mano sull UPS ) e poi con due rel ti fai lo scambio tra fotovoltaico ed ENEL a monte dell UPS

P.S : Ti ho chiesto una info nell 3d del tuo impianto della casetta fammi sapere faccine/biggrin.gif

 

Sostenibile

Avatar
MegaWatt


Utente
Msg:392

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,11:19

Ciao ,
mi chiaro ci che dici ed in sintesi anche ci che intendevo io. L'idea non quella di staccare l'ENEL dall'UPS altrimenti va in Offline e dopo un tot si spegne , al contrario l'idea era quella di inserire in qualche modo una carica in cc all'inerno del vano batterie sperando che l'UPS prelevi dall'ENEL solo nel caso in cui le batterie dovessero scendere di tensione , quindi in caso di assorbimento maggiore della carica proveniente dal FV.

Comunque ho contattato la casa madre che mi conferma come unica possibilit l'utilizzo di un inverter di potenza uguale a quella dell'UPS , non sono previste schede opzionali per la ricarica delle batterie da fonti rinnovabili e non tollerata dall'elettronica di bordo l'inserimento di corrente in cc direttamente nel vano batterie faccine/sad.gif

In pratica devo comprare un inverter da almeno 5Kwp (tipo un Kema Power da 700 EUR) e poi portare la potenza dell'UPS a 5Kwp.

P.S.
Ti ho risposto faccine/tongue.gif



---------------



 

andrevr
KiloWatt


Utente
Msg:134

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,11:37

CITAZIONE (Sostenibile @ 2/5/2012, 12:19)
Ciao ,
mi chiaro ci che dici ed in sintesi anche ci che intendevo io. L'idea non quella di staccare l'ENEL dall'UPS altrimenti va in Offline e dopo un tot si spegne , al contrario l'idea era quella di inserire in qualche modo una carica in cc all'inerno del vano batterie sperando che l'UPS prelevi dall'ENEL solo nel caso in cui le batterie dovessero scendere di tensione , quindi in caso di assorbimento maggiore della carica proveniente dal FV.

Comunque ho contattato la casa madre che mi conferma come unica possibilit l'utilizzo di un inverter di potenza uguale a quella dell'UPS , non sono previste schede opzionali per la ricarica delle batterie da fonti rinnovabili e non tollerata dall'elettronica di bordo l'inserimento di corrente in cc direttamente nel vano batterie faccine/sad.gif

In pratica devo comprare un inverter da almeno 5Kwp (tipo un Kema Power da 700 EUR) e poi portare la potenza dell'UPS a 5Kwp.

P.S.
Ti ho risposto faccine/tongue.gif

Infatti il problema che l UPS usa l energia dell ENEL solo in minima parte per caricare le batterie ( piu o meno un 10% ) mentre il restante 90% viene usata per erogarti la tensione in uscita , sostanzialmente se l UPS non in funzionamento con le batterie serve piu che altro da filtro per le spurie della rete , poi quando funziona a batterie quando manca l ENEL allora entra in funzionamento da inverter faccine/biggrin.gif per quello l unica soluzione che hai quella di farti un impianto da 3kw sul tetto di casa e relative batterie ( con un costo non da poco ) e farti il circuito di scambio ENEL e Fotovoltaico a monte dell UPS , secondo me ci metti meno se ti misuri i consumi che hai costanti a casa e ci metti un bel inverter gridtie connesso alla rete ENEL faccine/biggrin.gif

 

Sostenibile

Avatar
MegaWatt


Utente
Msg:392

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,11:50

Perdonami Andrevr ma il mio UPS lavora in modo differente da quello che hai descritto tu. Gli UPS che descrivi tu sono i Line Interactive, ossia lavorano sempre su ENEL ed agganciano le batterie solo quando manca la corrente. Il mio un OnLine , lavora SEMPRE sulle batterie e usa l'ENEL solo per caricarle.

Questi sono i Line Interactive

e questo il mio di tipo Modulare (espandibile in potenza ed autonomia) On-Line (lavora sempre su batterie)



---------------



 

andrevr
KiloWatt


Utente
Msg:134

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,12:06

CITAZIONE (Sostenibile @ 2/5/2012, 12:50)
Perdonami Andrevr ma il mio UPS lavora in modo differente da quello che hai descritto tu. Gli UPS che descrivi tu sono i Line Interactive, ossia lavorano sempre su ENEL ed agganciano le batterie solo quando manca la corrente. Il mio un OnLine , lavora SEMPRE sulle batterie e usa l'ENEL solo per caricarle.

Questi sono i Line Interactive

e questo il mio di tipo Modulare (espandibile in potenza ed autonomia) On-Line (lavora sempre su batterie)

Leggendo il manuale qui presente lo descrive come un normale UPS che utilizza le batterie solo in caso di mancanza ENEL , poi che l UPS vada a convertire la tensione da alternata a continua e poi riconverte tale tensione da continua ad alternata solo un sistema per poter eliminare le spurie e gli sbalzi che ci sono sulla rete ENEL che non sono pochi ! faccine/biggrin.gif

Quello che ho a casa per il PC e i router ( che sono il consumo maggiore che ho in casaa ) target=_blank> questo faccine/smile.gif

 

Sostenibile

Avatar
MegaWatt


Utente
Msg:392

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,14:11

Miii che batosta che ho preso!!! In effetti anche la tipologia OnLine lavora sempre sulla rete ed al massimo usa costantemente le batterie per normalizzare la frequenza d'onda se ho capito bene ....

Che peccato comunque che la MetaSystem non produca una scheda opzionale che permetta di gestire fonti rinnovabili, dicono di aver avuto numerose richieste in merito ma non hanno ancora deciso se soddisfarle o no.

faccine/sad.gif



---------------



 

marpad65
KiloWatt


Utente
Msg:230

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,21:47

Ciao Sostenibile

E' da qualche settimana che leggo le vostre esperienze senza mai commentare..

Bel giogliellino!! peccato che lavori a 36 Volt ... leggi attentamente le istruzioni, questo UPS converte da alternata a continua e viceversa, ben lontano dai tradizionale UPS da 4 soldi (si fa per dire). Basta che realizzi un circuitino che ti stacca l'enel e vai a pannelli FV con altrettante Batterie da 100Ah + diodo come descrivono nel forum .....

E' da settembre che alimento casa con un UPS di questo tipo, solo che funziona a 72 volt

Marco



---------------



 

Sostenibile

Avatar
MegaWatt


Utente
Msg:392

Stato:



Inviato il: 2/5/2012,22:03

Ciao marco (anche io mi chiamo Marco ) ,
si ho letto circa il significato di doppia conversione, la fa per formare un'onda perfetta (nulla a che vedere con i surfisti hihi ) solo che questa doppia conversione ha un prezzo in termini di consumo.

Che intendi per circuito che stacchi l'enel ? parli di un circuito di commutazione enel/fv da mettere in ingresso dell'UPS oppure parli di un circuito da collegare internamente ? Nel secondo caso mi puoi gentilmente spiegare come?

Marco



---------------



 

marpad65
KiloWatt


Utente
Msg:230

Stato:



Inviato il: 3/5/2012,20:21

Ciao Sostenibile

Dal mio punto di vista questo tipo di UPS spettacolare perche ideato per alimentare i server, onda sinusoidale pura rigenerata dall'inverter interno. Sicuramente non puoi aggiornarlo per arrivare a 7KVA, lo puoi declassare ma non andare oltre i 5KVA, questo dipende dalle tue esigenze.

Dal momento che al suo ingresso colleghi un rel contattore 2x20A NC con bobina che puo dipendere dal circuito di pilotaggio, diventa un signor inverter come quelli che trovi in commercio, questa la soluzione pi veloce e semplice, oppure, dovresti individuare il punto e la tensione di scambio tra le due conversioni e fornire circa un volt in + dal FV in tensione prima dell'inverter in modo che diventi prioritario il FV, + o - come un impianto FV che immette in rete.

Marco



---------------



 

andrevr
KiloWatt


Utente
Msg:134

Stato:



Inviato il: 4/5/2012,07:47

CITAZIONE (Sostenibile @ 2/5/2012, 15:11)
Miii che batosta che ho preso!!! In effetti anche la tipologia OnLine lavora sempre sulla rete ed al massimo usa costantemente le batterie per normalizzare la frequenza d'onda se ho capito bene ....

Che peccato comunque che la MetaSystem non produca una scheda opzionale che permetta di gestire fonti rinnovabili, dicono di aver avuto numerose richieste in merito ma non hanno ancora deciso se soddisfarle o no.

faccine/sad.gif

e si caro amicone mio tutti gli UPS lavorano cosi , da 220v la trasformano in 12-24-36-48v ( a seconda del tipo e della potenza ) poi con questa tensione continua provvedo a caricare le batterie ( che una volta cariche mica consumano energia ) e poi riconvertono la tensione da continua ad alternata per permettere di eliminare gli sbalzi di tensione e le spurie che ci sono sulla rete ENEL , il mio per esempio siccome che ho la tensione di casa che tra i 240-245v quando supera i 242v va in opposizione di voltaggio abbassando la tensione in uscita usando le batterie come carico da caricare praticamente la potenza che l ups toglie per piallare la tensione la usa per ricaricare le batterie ! faccine/biggrin.gif diciamo che ne tuo caso hai un vantaggio che essendo sotto UPS tutte le utenze di casa durano di piu perch non ricevono sbalzi faccine/biggrin.gif

CITAZIONE (marpad65 @ 2/5/2012, 22:47)
Ciao Sostenibile

E' da qualche settimana che leggo le vostre esperienze senza mai commentare..

Bel giogliellino!! peccato che lavori a 36 Volt ... leggi attentamente le istruzioni, questo UPS converte da alternata a continua e viceversa, ben lontano dai tradizionale UPS da 4 soldi (si fa per dire). Basta che realizzi un circuitino che ti stacca l'enel e vai a pannelli FV con altrettante Batterie da 100Ah + diodo come descrivono nel forum .....

E' da settembre che alimento casa con un UPS di questo tipo, solo che funziona a 72 volt

Marco

sostanzialmente era quello che gli avevo consigliato io , si mette su impianto fotovoltaico da 3kwp con batterie e inverte e poi nel centralino dove parte l alimentazione dell UPS gli mette due rel , uno che lo alimenta con ENEL e l altro con l inverter del fotovoltaico , con un semplice commutare commuta i due rel e il gioco fatto ( ovviamente devono essere interbloccati visto che quando uno si chiude l altro deve restare aperto altrimenti senti un bel botto faccine/biggrin.gif faccine/biggrin.gif

CITAZIONE (marpad65 @ 3/5/2012, 21:21)
Ciao Sostenibile

Dal momento che al suo ingresso colleghi un rel contattore 2x20A NC con bobina che puo dipendere dal circuito di pilotaggio, diventa un signor inverter come quelli che trovi in commercio, questa la soluzione pi veloce e semplice, oppure, dovresti individuare il punto e la tensione di scambio tra le due conversioni e fornire circa un volt in + dal FV in tensione prima dell'inverter in modo che diventi prioritario il FV, + o - come un impianto FV che immette in rete.

Marco

Basterebbe solo che avesse un regolatore di carica con un contatto che gli dice quando le batterie sono cariche e una volta che le batterie sono cariche con quel contatto va a pilotare un rel che pilota i rel di potenza se al nostro amico interessa uno schemino gli e lo faccio senza problemi faccine/biggrin.gif ( poi gli mando la fattura per ahahahahha scherzo )

 
 InizioPagina
 

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum