Solare Fotovoltaico
Confronto SSP e Accumulo elettrochimico costi e vantaggi ,valutazioni tecniche ed economiche

VISUALIZZA L'ALBUM

Pag: (17)  < ...  2   3   4   [5]   6   7   8  ...>    (Ultimo Msg)


FinePagina

sonico

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:172

Stato:



Inviato il: 09/01/2019 17:42:47

@dolam: estrarre i dati da MPP_Solar tramite la seriale è una cosa che potrei fare ma mi sembra di averla vista in giro, un eseguibile che lanci su Raspy e legge i dati preparando un file di testo compatibile con 123Solar. Lo cerco e se lo trovo posto il link.

Domanda: ma come fai con un sonoff ad accendere ad es. un condizionatore? Io ho trovato ad esempio l'SDK per i Samsung ma sono per Android, IoS, Tizen o il loro Smart HUB. Per Raspy (win10 o linux) non trovo nulla...
Magari esiste un comando hardware? Sai nulla?



---------------
6 poly 280w. 16 celle LiFeYPO4 Winston da 90Ah.






 

dolam
MegaWatt


Utente
Msg:388

Stato:



Inviato il: 09/01/2019 18:09:50

"estrarre i dati da MPP_Solar tramite la seriale è una cosa che potrei fare ma mi sembra di averla vista in giro,"
si la fa fotosettore ed è anche molto bravo, ma lui ha scelto di farsi pagare per il suo software, peraltro brevettato.

Lo fanno in molti altri in maniera free ma avendo usato WatchPower e Lucibus per tanti anni non ho mai approfondito ma non ho grande interesse, il mio è attivo solo come deterrente antifurto ad utilizzo random su un magazzino fuori mano e solo per accendere delle luci

"Magari esiste un comando hardware? Sai nulla?"

si in genere tutti i condizionatori sono predisposti per un controllo remoto
per l'ON/OFF tramite un contatto pulito, quelli pronti già al totale controllo remoto hanno invece una piccola porta ( BUS) dove è possibile collegare il proprio comando wi-fi ( Hi-Sense ad esempio lo fa con 48€)

Si può usare Il sonoff basic va modificato all'uopo creando un contatto pulito che da remoto si chiude e si apre , su internet trovi molte guide, alcune mie. ( uso anche gli Z-Wave e ora gli Shelly)
il sonoff basic in scena con un TH10/16 può anche accendere e spegnere in automatico il condizionatore ed inviarti il "push" sul telefono che ti avverte del cambiamento di stato .
in pratica puoi usare un solo TH10/16 e comandare più condizionatori alle temperature da te desiderate e ricevere messaggio quando fa freddo e o fa caldo e quando interviene il condizionatore. ( ma e anche , lavatrice, lavastoviglie e/o boiler elettrici e quant'altro occorresse remotizzare)

Oggi esistono nuovi alleati per una domotica ancor più spinta
Google Home
Alexa
Home di Apple
controllabile a voce e da remoto da ogni tipo di device, in connessione diretta e passando su server velocissimi già pronti per il 5G.

Per dirla con una battuta: siamo già al passato del futuro.



---------------



 

emuland

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4451

Stato:



Inviato il: 09/01/2019 20:15:36

CITAZIONE (dolam, 09/01/2019 18:09:50 ) Discussione.php?215488&4#MSG58

@emuland
Uso e consiglio a tutti i sonoff POW 2 ma anche i ch4 pro per la domotica sono eccellenti,
Sul Pow non ti consiglierei di superare i 2500/2800W d'assorbimento ma quando dovessi farlo meglio usare l'intermezzo di un relè FOTEK allo stato solido da 40A. AC-AC

Col sonoff non puoi monitorare tutti i consumi ma le singole utenze si , qualsiasi , in ambito casalingo.

Per il monitoraggio consumi generali dovresti usare gli Eastron SDM 230Modbus , sia quelli a marchio ufficiale che non.
Costano poco e sono altamente affidabili.

Esiste un altro forum dove ci sono schede-immagini-software già precompilate solo da scaricare e da usare con Raspberry.
E' tutto totalmente gratuito, compresi gli aggiornamenti periodici.
Puoi usare i treni di onde per alimentare le resistenze dei boiler elettrici in funzione dell'energia che residua durante la produzione, nei boiler finisce tutta l'energia disponibile , anche fossero solo 200W, in maniera continua se
nza che tu vada a toccare nulla e se non c'è assorbimento tutto resta fermo.
Nessuna manutenzione richiesta, ovviamente tutto controllabile da remoto tramite account DNS.
I più bravi ci monitorano anche il PIP 4048 e similari, io non sono capace di estrarre dati da dal MPP_solar- PIP_Victron etc, ma c'è chi lo fa regolarmente.

per questo ti consiglio di fare prima monitoraggio, produzione consumi, puoi mettere un SDM230 Modbus al cavo di rete prelievi, un SDM 230Modbus ai consumi da inverter5048, puoi monitorare l'inverter in SSP se è un SMA o un ABB , anche altri ma dopo devi essere bravo a compilare le modifiche ai programmini 123solar e MeterN.

Infine quasi tutti modificano i sonoff per usarli su DomoticZ, lo sconsiglio anche se si pensa di essere più sicuri in realtà si perdono le funzionalità delle "scene" originali che sono molto efficaci ed oltretutto non sono mai offline, i modificati spesso chiedono di essere riavviati e magari proprio quando sei fuori.


Tutto il sito è totalmente gratuito ma un offerta annuale è gradita seppur non obbligata.

Ill forum è di libero accesso a chiunque , anche non registrato ( vero spirito di internet).
cerca

SolarStretch 3.1 - immagine preconfigurata di 123Solar e MeterN

scoprirai un mondo immenso, a disposizione della "signora Maria" ma anche per la cameriera non solo la padrona.

Su domoticZ c'è addirittura una sezione dedicata con veri "scienziati" a dare consigli
si chiede solo educazione e linguaggio urbano.



conosco tutto quello che mi hai i dicato. io monitori il fronius via JSON su domoticz. devo vedere se esiste qualcosa come metern per win ( il Raspberrynlo ho ( uno dei primi 1000 prodotti e un pi3 ma non ho troppa voglia di integrarlo poi su domoticz win)

conosco i limiti del pow1.

sul discorso scenari, se usi domoticz tutto il sistema dei sonoff cade.

(io usavo 5 sonoff tempo fa, e spesso perdevano la connessione ai server AWS rendendoli non raggiungibili)



---------------
4A per mmq di supposta cono-"scienza", per Legge
Rane Fritte, cavallette, bagarozzi e cotillon!...

 

dolam
MegaWatt


Utente
Msg:388

Stato:



Inviato il: 10/01/2019 11:57:48

"(io usavo 5 sonoff tempo fa, e spesso perdevano la connessione ai server AWS rendendoli non raggiungibili)"

e questo è accaduto quando l'azienda ha trasferito gli utenti dai server cinesi a quelli di Amazon
ora non più.

Domoticz è molto potente ma è rivolto esclusivamente ad utenti esperti in programmazione
e i sonoff modificati sono soggetti a maggiori problemi di connessione, più spesso di quelli ufficiali che ormai non ne hanno più ( questo è un mio feedback)

Il Pi3 è invece molto utile e stabile ed ha il vantaggio di non consumare quasi nulla d'energia , è piccolo ed ha tutte le connessioni che si vuole, per di più costa nulla, dalla Cina si prende a 30€.



---------------



 

sonico

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:172

Stato:



Inviato il: 11/01/2019 11:26:13

La misura della potenza consumata da parte dei Sonof o degli altri "contaenergia" che si trovano sul web (tipo quelli con uscita ad impulsi o modbus) è precisa?
Ho un piccolissimo problemino, dettaglio con i numeri appena torno a casa e faccio la lettura contatori di oggi.

Il sistema pannelli + caricabatteria + Inverter on-grid (GTIL) è in funzione dal 8/12/2018.
Da quella data ad oggi, il caricabatteria solare ha registrato una produzione di 62KWh.
Il contatore Enel ha registrato un consumo di 97KWh (perfettamente in linea con il mio consumo medio SENZA sistema solare in funzione)
Il contatore ad impulsi posto a MONTE dell'inverter ha misurato 77KWh
Il contatore a VALLE dell'inverter ha misurato 130KWh

Contando anche che la casa è rimasta disabitata per 8 giorni sotto le feste (ero dai suoceri), qualcosa non torna... Quasi quasi mi conviene spegnere tutto!

Qualcun altro stà usando il GTIL qui nel forum?
Poi vi aggiorno con le misure di oggi.



---------------
6 poly 280w. 16 celle LiFeYPO4 Winston da 90Ah.






 

dolam
MegaWatt


Utente
Msg:388

Stato:



Inviato il: 11/01/2019 13:11:05

Sonico
dovresti ricapitolare meglio, forse così possiamo intenderci di più:
Produzione da FV = 77 kWh
Consumo totale della casa = 130 kWh
prelievi da batterie = X kWh
Prelievo da ENEL = 97 kWh

se come l'ho scritto io è corretto, viene fuori che dei 77 kWh
di produzione fotovoltaica ne hai riprelevati solo 33 dalle batterie

ma bisognerebbe sapere se prima le batterie erano cariche, quanta energia ora hanno dentro e comunque tieni presente che il sistema carica-scarica batterie consuma energia ( uno dei motivi della mia avversione) ed in inverno il problema s'aggrava per il freddo.
Infine tieni conto che i contatori ad impulsi sono molto imprecisi, gli Eastron SDM230Modbus sono molto più precisi , attorno a +/- 1/1,5%



---------------



 

sonico

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:172

Stato:



Inviato il: 11/01/2019 13:19:11

Certo, ma non è tanto l'efficienza del sistema che mi preoccupa. É il fatto che con il sistema acceso e con una certa quantità di energia fornita dai pannelli (anche se bassa, l'efficienza sarà sempre almeno un 60/70%) il consumo registrato da Enel rimane in linea con il consumo usuale! Perché a sistema acceso consumo di più? Occhio che non ho un Pip, il gtil è un ongrid con clamp limitatore che porta l'assorbimento da Enel a circa 15W.
L'autoconsumo del gtil è 1.5w in standby e 15w in funzione. Il contatore Enel mi segna, durante il funzionamento del gtil valori compresi tra 12 e 19w istantanei. Perché allora il conteggio dei kwh è stato così elevato?

I contatori ad impulsi sono eastron sdm120 dovrebbe essere in classe 1



Modificato da sonico - 11/01/2019, 13:47:59


---------------
6 poly 280w. 16 celle LiFeYPO4 Winston da 90Ah.






 

sonico

Avatar
KiloWatt


Utente
Msg:172

Stato:



Inviato il: 11/01/2019 19:37:11

Chiedo scusa a tutti, ho commesso un errore nella lettura dei valori.
Tutto ok... Faccine/Smileys_0110.gif



---------------
6 poly 280w. 16 celle LiFeYPO4 Winston da 90Ah.






 

dolam
MegaWatt


Utente
Msg:388

Stato:



Inviato il: 11/01/2019 19:57:49

I contatori ad impulsi sono eastron sdm120 , in genere sono meno precisi dei corrispondenti ModBus, esistono anche gli sdm120Modbus.

Non so come e in che punto misuri l'energia prodotta.
Il GTIL lo conosco e usa l'elettronica per non immettere in rete, ovvero lui assorbe sempre un minimo dalla rete e questo gli impedisce di immettervi energia FV:
In questa maniera accade che se non hai assorbimenti durante la produzione l'energia in eccesso viene semplicemente dispersa e quindi non utilizzata, bisognerebbe sapere come misuri la produzione fotovoltaica e se tutta quella prodotta va realmente nelle batterie.
Esempio produci 1500W , le tue batterie sono cariche, non hai assorbimento in casa,
quell'energia non viene usata se il tuo sistema la misura la vedi conteggiata ma non è usata.

Inoltre ricorda che in caso tu immettessi per sbaglio energia in rete e non hai contatore di scambio,
il contatore conteggerebbe quell'energia come consumo.

il Post è stato scritto prima di leggere che è tutto OK
ora ti riesce di postare i numeri giusti visto che è tutto OK


Quindi consiglio di controllare un pò queste cose



Modificato da dolam - 11/01/2019, 20:57:46


---------------



 

Luca450Mhz

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:3204

Stato:



Inviato il: 11/01/2019 23:46:47

Finalmente sono riuscito a mettere insieme i dati!
Allora per l'anno 2018, ho raggiunto questi risultati (dati relativi ai kWh di energia elettrica consumata):

Prodotti da FV: 1841 kWh (72,2% del totale)
Usati da enel: 708 kWh (27,7% del totale)

Allego anche grafico dei consumi: il mese di novembre questo anno è stato critico. Ho prodotto più a dicembre che a novembre, e dal grafico si vede!
Ho speso 225 euro (tolto il canone).
Le mie batterie da muletto hanno 3 anni e mezzo e vanno ancora alla grande!!
Obiettivi: aumentare un pochino la potenza lato FV per sopperire in parte alle difficoltà dell'inverno.

Ora dico la mia: il mio impianto FV prima era in un'altra casa, poi mi sono trasferito. L'impianto mi ha seguito. Con SSP non è possibile. Ho potuto creare il mio impianto piano piano, facendo degli investimenti graduali; con SSP non è possibile. Ho avuto modo nel tempo di aumentare i pannelli FV, e lo farò ancora; con SSP non è possibile.
D'accordo che per alcune tipologie di utenti meglio SSP, ma io il mio off-grid non lo cambierei mai con un SSP.



Immagine Allegata: Consumi_2018.fw.png
 
ForumEA/T/Consumi_2018.fw.png



---------------
Pannelli: 6975 Wp (poli e mono). Inverter UPS PSW7 6kW 48V toroidale con switch comandato dal mio si...

 

Claudio

Avatar
PetaWatt


MODERATORE
Msg:15120

Stato:



Inviato il: 12/01/2019 00:43:32

Condivido Luca450Mhz, grafico molto simile al mio, il mio tallone d'Achille è il clima, quest'anno Luglio e Agosto ha funzionato h24, dovrei aggiungere qualche pannello e togliere tutti quei piccoli accessori che sono rimasti sotto il contatore per comodità di impianto.



---------------
Inverter Sofar Solar HYD6000-EP, 5250W pannelli, 14kWh lifepo4.





...

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


MODERATORE
Msg:4424

Stato:



Inviato il: 12/01/2019 06:18:28

Azz anche io vorrei aggiungere qualche pannello (in realtà solamente 2) ma Nell altra falda del tetto (ho un tetto a 4 falde) falda a sud ovest
Per sfruttare il sole al tramonto e stressare un po' meno le batterie. Vediamo se mi autorizzano .



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inve...

 

dolam
MegaWatt


Utente
Msg:388

Stato:



Inviato il: 12/01/2019 08:45:10

Luca:
"Ora dico la mia: il mio impianto FV prima era in un'altra casa, poi mi sono trasferito. L'impianto mi ha seguito. Con SSP non è possibile. Ho potuto creare il mio impianto piano piano, facendo degli investimenti graduali; con SSP non è possibile. Ho avuto modo nel tempo di aumentare i pannelli FV, e lo farò ancora; con SSP non è possibile."
D'accordo che per alcune tipologie di utenti meglio SSP, ma io il mio off-grid non lo cambierei mai con un SSP.

Luca vedo che sei soddisfatto ma come avevo già detto molti non conoscono lo SSP:

"il mio impianto FV prima era in un'altra casa, poi mi sono trasferito. L'impianto mi ha seguito. Con SSP non è possibile." = NON E' VERO, l'impianto puoi portarlo ovunque purché, giustamente , lo comunichi a GSE;

"Ho potuto creare il mio impianto piano piano, facendo degli investimenti graduali; con SSP non è possibile." = NON E' VERO, con SSP puoi aumentare quando vuoi il tuo impianto purché, giustamente , lo comunichi a GSE;

questa è uguale a prima "Ho avuto modo nel tempo di aumentare i pannelli FV, e lo farò ancora; con SSP non è possibile." = NON E' VERO, con SSP puoi aumentare quando vuoi il tuoi pannelli purché, giustamente , lo comunichi a GSE;

Peraltro oggi esiste una una piattaforma online (SIAD) dove lo stesso utente può fare le comunicazioni al GSE, gli impianti possono persino essere ceduti ( venduti o regalati non ha importanza)ad altri e puoi montare anche pannelli purché non siano pannelli già usati su un impianto che riscosse gli incentivi a suo tempo.

Purtroppo voi confondete i CE, con gli incentivi del fotovoltaico che sono giustamente sottoposti a regole ferree perchè potrebbero esservi delle truffe, come in realtà ve ne sono state.
Li confondete con lo SSP che invece prevede solo la detrazione fiscale e il conguaglio delle bollette ogni anno nel mese di maggio, dopo aver percepito due acconti annuali a marzo e settembre in funzione dei consumi storici.
Ragazzi lo SSP è una batteria senza manutenzione, senza acido, senza fastidi, senza fili e magnetotermici aggiuntivi e con piena libertà d'uso ma soprattutto è molto economica , non costa nulla.

Purtroppo la rovina di questo paese è la burocrazia che danneggia anche il buono che c'è ma più di tutto la disinformazione.

Aggiungo che per chi non lo sapesse già, che se non si è in zona urbana sottoposta a vincolo dei beni ambientali l'installazione di pannelli fotovoltaici non è sottoposta a nessun tipo d'autorizzazione comunale o regionale, è edilizia libera e va solo comunicata, a fine lavori, al comune per motivi statistici, una semplice lettera di informazione.
(peraltro non sono previste sanzioni se non lo si fa).

Che dirvi ho dato il mio contributo informativo, molti di voi già lo sanno sicuramente ma ad altri magari torna utile.
Una sola richiesta:
vedo che siete avari sui dati riferiti ai costi dei vostri impianti, se l'inserite si può fare un conteggio migliore su quanto costa un kWh che esce dalle batterie, soprattutto ci si può rendere conto di quanto esse durino nel tempo, magari torna utile ad altri per fare un pò di conti.



Modificato da dolam - 12/01/2019, 08:48:10


---------------



 

emuland

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:4451

Stato:



Inviato il: 12/01/2019 10:10:08

la pratica MUTA dove la mettiamo?(almeno fino al 2017)

la comunicazione, fatta da un semplice cittadino è "impegnativa"

le comunicazioni fatte dal cittadino al GSE ok, ma comunque non sono così semplici (cioè spesso ti devi rivolgere ad un tecnico che non lavora solitamente gratis giustamente)



---------------
4A per mmq di supposta cono-"scienza", per Legge
Rane Fritte, cavallette, bagarozzi e cotillon!...

 

Claudio

Avatar
PetaWatt


MODERATORE
Msg:15120

Stato:



Inviato il: 12/01/2019 10:25:23

L'ho scritto più volte il costo del mio impianto.

Primi 6 pannelli 480€
Aumento altri 6 pannelli 480€ nessuna spesa per comunicazioni o modifica progetto
Aumento altri 3 pannelli 240€ nessuna spesa per comunicazioni o modifica progetto
Inverter PIP4048MS 700€
Batterie 1280€
Varie per impianto 320€
Totale 3500€

Nessuna richiesta incentivi o detrazioni, nessuna schedatura in elenchi, modifico quando voglio senza dover nulla a nessuno, per me farmi gli affari miei è impagabile, anche a costo di qualche Kwh perso.



---------------
Inverter Sofar Solar HYD6000-EP, 5250W pannelli, 14kWh lifepo4.





...

 
 InizioPagina
 

Pag: (17)  < ...  2   3   4   [5]   6   7   8  ...>    (Ultimo Msg)

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum