Motori termici, magnetici, elettrici, etc...
ottimizzare rendimento motore-generatore

VISUALIZZA L'ALBUM


FinePagina

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 07/10/2019 13:04:25

iniziamo dai generatori, attaccare 6 diodi ad un generatore trifase molto comodo ma non il meglio, ad es. se stessimo litigando con un eolico per fargli sputare un p di Joule, anche un piccolo aumento di rendimento potrebbe essere il benvenuto



---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 07/10/2019 23:14:46

nessuno si chiede perche piazzare un ponte di diodi e condensatori non sia propriamente il meglio (il pi comodo si)



Modificato da qqcreafis - 13/10/2019, 15:41:36


---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

AlessandroT

Avatar
GigaWatt


MODERATORE
Msg:4374

Stato:



Inviato il: 07/10/2019 23:17:34

Magari per le perdite introdotte?



---------------
6 poly 250w. Bella stagione 4 sotto inverter pip 3024 e 2 sotto boiler 24v, inverno tutti sotto inve...

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 10/10/2019 21:53:22

si certo, il problema capire perch ci sono

l'imputato n 1 la resistenza interna in particolare per quei generatori che per loro progetto hanno una elevata resistenza interna

in un intervallo di tempo molto piccolo delta t

l'energia prodotta utilizzabile

delta E utile = [ fem(t)*I-Rinterna*I^2 ]*delta t

l'energia totale prodotta dal generatore (e sottratta ad es al vento)

delta E totale = fem(t)*I*delta t

di conseguenza il rentimento (istantaneo)

RENDIMENTO (t) = (delta E utile)/(delta E totale)=1-(Rinterna*I/fem(t))

la fem dipende dal generatore e dalle condizioni di utilizzo (n giri)

la R interna da come costruito e non si pu annullare (solo con i superconduttori)

l'unico modo per avere un buon rendimento tenere bassa l'intensit di corrente


Ma la domanda giusta come devo variare la corrente erogata nel tempo, per quanto tempo devo erogare corrente ????


Se si usano diodi, si ha un forte assorbimento di corrente per un "breve" intervallo di tempo rispetto alla sinusoide (o forma d'onda simile), forte perch si ha poco tempo per generare l'energia richiesta


conviene fare altro...



Modificato da qqcreafis - 11/10/2019, 00:26:44


---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 13/10/2019 12:23:31

l'altro...

prima figura diodi e condensatore, secondo .."altro sistema"



Immagine Allegata: giusto6.png
 
ForumEA/U/giusto6.png



Modificato da qqcreafis - 13/10/2019, 15:40:40


---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 13/10/2019 13:00:12

insomma si assorbe in un tempo maggiore con correnti istantanea pi basse bisogna cercare di capire come



---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 13/10/2019 15:40:17

insomma abbiamo un generatore di tensione variabile ne tempo circa una sinusoide vabb se ci mettiamo i diodi (ma non i condensatori!!!)diventa una pulsante , cosa che ci pu semplificare la vita.

quindi in quale modo dobbiamo estrarre energia da questa pulsante per ridurre al minimo le perdite ???



---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 17/10/2019 16:59:42

si potrebbe ipotizzare un step up che assorba corrente dalla pulsante
in modo dipendente dalla tensione della pulsante e da altri parametri utili in modo da minimizzare le perdite



---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 17/10/2019 17:16:57

in pratica si assorbe poco quando la tensione bassa e un p di pi quando la tensione alta il tutto ad es di mantenere costante il rendimento su tutto il ciclo


viceversa di potrebbe alimentare un motore con step down e ponte ad H per inveritire l'alimentazione.

Ci facevano andare un motore a 14000 rpm ....



---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 17/10/2019 22:16:34

torniamo al generatore cerchiamo di mantenere costante il rendimento


RENDIMENTO (t) = (delta E utile)/(delta E totale)=1-(Rinterna*I/fem(t))

potenza(t)=fem^2/R*(1-rho)=4*pigreco^2*(lunghezza filo)^2costante ^2*frequenza^2 (cos(omega*t))^2(1-rendimento)/R=costante di costruzione*frequenza^2 (cos(omega*t))^2(1-rendimento)

fissato il rendimento e il numero di giri al secondo determinata la potenza


che comunque rimane costante per gran parte del ciclo e non solo variabile sui picchi


si possono seguire anche altre strategie sempre per "raschiare il fondo del barile" ovvero recuperare qualche joule, ad es evitare di produrre energia quando la fem troppo bassa, in questo caso si potrebbe ipotizzare che l'assorbimento dell'elettronica necessaria sia superiore all'energia prodotta



Modificato da qqcreafis - 18/10/2019, 23:30:18


---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

qqcreafis

Avatar
GigaWatt


Utente
Msg:9948

Stato:



Inviato il: 22/10/2019 21:04:37

quindi..... uno step up che mantenga costante i rendimento deve trasferire ad una tensione fissa una corrente variabile in funzione di quella bassa dei numeri di giri e della fase, chiaro che del generatore bisogna sapere tutto.

potenza(t)=fem^2/R*(1-rho)



---------------
ODE AD UNO STUDENTE MERITEVOLE (Sermone)
Allora Xyz stato bravo! noi dobbiamo riconoscere ...

 

Inefficiente
Watt


Utente
Msg:69

Stato:



Inviato il: 20/01/2020 21:09:05

Il diodo una pessima scelta anche per la caduta di tensione che avviene ai suoi capi.
Un raddrizzatore a mosfet pilotati da un operazionale hanno senza dubbio una resa migliore, inoltre mandando in conduzione i mosfet in ritardo rispetto l'inizio della semionda si potrebbe parzializzare il carico in modo da regolare il numero di giri e consentire alla turbina di lavorare al regime che permette il rendimento piu alto.



Modificato da Inefficiente - 20/01/2020, 21:22:55
 
 InizioPagina
 

Versione Completa!

Home page     TOP100-SOLAR    Home page forum