Se sei già registrato           oppure    

Orario: 19/05/2022 23:06:05  

 

Energia Alternativa ed Energia Fai Da Te > Stufe Termostufe Termocamini

VISUALIZZA L'ALBUM

Pagine: (17)   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   [12]   13   14   15   16   17    (Ultimo Msg)


Nuova caldaia pellet
FinePagina

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1879

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 06:05:51

Mi chiedevi quante accensioni fa nell'arco della giornata...di preciso non saprei,non molte comunque, direi 5 o 6, ma potrebbe farne di meno se la scheda caldaia leggesse la T del puffer...avevo pensato anch'io di rivolgermi a un idraulico o un tecnico esterno che non abbia a che fare con la ditta installatrice e saprei anche a chi rivolgermi...conosco un idraulico che è quello che ho sempre chiamato per i lavori di casa,ha installato anche un impianto simile al mio anni fa a casa di un mio amico e sinceramente mi fiderei piu delle sue parole che di quelle della ditta installatrice..poi potrei anche rivolgermi a un vecchio utente del forum, @Biomass sa di chi parlo...ero andato anche a casa sua un paio di volte anni fa e lui da giovane siccome lavorava da un idraulico la caldaia pellet ,il puffer e altro se li era piazzati lui,qui sul forum è tutto documentato ma ultimamente non ha piu postato nulla e non interviene neanche nelle varie discussioni,è un tipo in gamba e mi piacerebbe sentire il suo parere ,non è escluso che lo faccia visto che ho anche il suo numero di cell...



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1879

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 06:11:12

...

LINK

Leggere qui



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:19096

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 06:25:27


CITAZIONE

Perchè dici che entra acqua fredda in caldaia? il ritorno impianto va nel puffer...nella caldaia non ci sono mai meno di 60° anche dopo ore che gira il circolatore impianto e nel puffer vedo la temperatura che non va mai sotto i 55°


Dico che entra fredda perché si vede dalla foto che hai messo.
Il termometro in basso, non segna certo 55º
Considera che all'avvio del circolatore, arrivano centinaia di litri di acqua a 18º.
Quell'acqua, va in caldaia
Lo si vede dal termometro e lo puoi sentire toccando il tubo del ritorno in caldaia, dove non è isolato ( corpo valvola per esempio)



---------------
Instagram: real_biomass
Youtube: Biomass Cippomix
W il cippatino

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:19096

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 06:36:27

Con un puffer così grande, quelle 5-6 accensioni sono tante.
Io senza puffer ne faccio 1 al giorno.
Raramente ne fa 2

Quello non spiegabile è l'accensione breve di pochi minuti
Penso al termostato
Mettiamo che il termostato da il consenso ad una temperatura x. (Ipotesi 55º)
Il puffer da 1500 ci arriva, ma per un periodo, la temperatura può oscillare 55º ~56º (contatto chiuso~contatto aperto) per un po' di tempo.
È lì che la caldaia si accende e si spegne?



---------------
Instagram: real_biomass
Youtube: Biomass Cippomix
W il cippatino

 

Biomass

Avatar
PetaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:19096

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 07:55:40

Forse più semplicemente' fa più accensioni perché sovradimensionata.

Beppe non mi ricordo a che potenza la fai andare...
A potenza 3?



---------------
Instagram: real_biomass
Youtube: Biomass Cippomix
W il cippatino

 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1879

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 10:05:33

CITAZIONE (Biomass, 23/12/2020 06:25:27 ) Discussione.php?216307&12#MSG175


CITAZIONE
Perchè dici che entra acqua fredda in caldaia? il ritorno impianto va nel puffer...nella caldaia non ci sono mai meno di 60° anche dopo ore che gira il circolatore impianto e nel puffer vedo la temperatura che non va mai sotto i 55°


Dico che entra fredda perché si vede dalla foto che hai messo.
Il termometro in basso, non segna certo 55º
Considera che all'avvio del circolatore, arrivano centinaia di litri di acqua a 18º.
Quell'acqua, va in caldaia
Lo si vede dal termometro e lo puoi sentire toccando il tubo del ritorno in caldaia, dove non è isolato ( corpo valvola per esempio)

No Bio,in questo caso di devo dire che non è cosi....intanto dalla foto che ho messo a pag 3 il termometro del puffer segnava 62° e poi ti assicuro che acqua fredda in caldaia non ne arriva , ho voluto fare questa prova diversi giorni fa,quando partiva il circolatore impianto con termo quasi freddi è ovvio che nel puffer torna acqua quasi fredda ma tenendo la mano sul ritorno caldaia anche per un po l'ho sempre sentito molto caldo....puo darsi che una piccola parte di acqua fredda entri in caldaia dato che il ritorno impianto è posto circa 40 cm sopra il ritorno caldaia ma non si percepisce, secondo me si miscela bene ...la potenza fiamma la decide la scheda,è impostata su 5 ma a quella potenza l'ho vista lavorare solo il primo giorno che è stata messa in funzione,cioè con acqua fredda sia in caldaia che nel puffer,da quando è a regime lavora tra 1 e 3 qualche volta a 4



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1879

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 10:31:40

CITAZIONE (Biomass, 23/12/2020 06:36:27 ) Discussione.php?216307&12#MSG176



Quello non spiegabile è l'accensione breve di pochi minuti
Penso al termostato
Mettiamo che il termostato da il consenso ad una temperatura x. (Ipotesi 55º)
Il puffer da 1500 ci arriva, ma per un periodo, la temperatura può oscillare 55º ~56º (contatto chiuso~contatto aperto) per un po' di tempo.
È lì che la caldaia si accende e si spegne?

E' lunga da spiegare la storia di queste accensioni brevi e inutili che fa,dovresti essere qui e capiresti al volo perchè succedono...una cosa per me è chiara,le fa perchè non legge la T del puffer e considera l'acqua del puffer come se fosse all'interno caldaia,il puffer non viene considerato come elemento esterno....provo a spiegartelo, la caldaia è settata con una T di 70° ma non come massima,penso come T ottimale tant'è vero che sotto i settanta modula a potenze superiori da 70° in su gira in economia ma non si spegne...in pratica succede questo: circolatore impianto fermo perchè in ambiente è stata raggiunta la T impostata , la caldaia gira fino a che nel puffer si raggiungono i 66/67° poi va in stand-bye, non chiedermi in base a cosa si è spenta perchè proprio non l'ho capito ancora...dunque dovrebbe stare spenta finche non si è abbassata la T nel puffer, e invece no...siccome la caldaia tiene conto solo dei 70° impostati come soglia passati una manciata di minuti l'acqua del puffer che sta a 67° si mischia bene con quella in caldaia abbassandola e appena scattano 69° lei si riaccende,mentre invece non dovrebbe perchè il circolatore impianto è fermo e nel puffer ci sono ben 67°!!!! infatti gira per 15 m circa e poi si rispegne ....alla fine nel puffer non è cambiato nulla , si è alzata solo la temperatura in caldaia inutilmente,uno spreco di combustibile insomma...



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1879

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 10:37:45

Ho capito perchè dici del termometro in basso che non segna 55....quello messo nella parte bassa del puffer non è un termometro è quello che segna l'altezza dell'acqua nell'impianto, ogni tacca è 2 M , dalla base del puffer al vaso aperto che sta in solaio ci sono 6 M



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1879

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 10:47:22

CITAZIONE (Biomass, 23/12/2020 07:55:40 ) Discussione.php?216307&12#MSG177

Forse più semplicemente' fa più accensioni perché sovradimensionata.



No no, non è sovradimensionata...quando il circolatore impianto è in funzione lei gira senza fermarsi tenendo una temperatura costante nel puffer di 56/57° certo non a potenza massima...lavora tra 2 e 3 poi quando il circolatore si ferma e nel puffer ci sono gia 60° va in economia ...



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

emocabras
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:46

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 11:01:27

Lavora tra 2 e 3 a 56/57,anche se hai impostato pot5, quindi in centralina hai temp caldaia impostato su questa temperatura e modula una volta arrivata a set, se e così allora 70 e il delta T di stacco su over temp impostata e intorno agli 80 hai temp di sicurezza, da ciò che scrivi non si capisce bene devi verificare in centralina le temperature impostate nei diversi parametri altrimenti e impossibile capire una cosa e certa , se citi che modula 56/57 allora quella e la temp impostata come set point di lavoro.
Inutile dirti che così il puffer non ha nessuna utilità e come se non l'avessi e giusto lì ad occupare spazio e basta.

 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1879

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 14:16:59

Non riusciamo proprio a capirci...la caldaia NON legge la temperatura del puffer perchè NON c'è la sonda,i 56/57° sono nel puffer ma in caldaia ci sono sempre 8/10° gradi in più cioè 65/67° ok? e siccome l'unica soglia che la caldaia considera sono i famosi 70° quando è vicina cioè a 65/67° lei modula a potenze inferiori ma continua a girare e si mette in stand-bye solo quando nel puffer ci sono 66/67°.....e fin li potrebbe anche starmi bene perchè in fondo l'ambiente si scalda abbastanza in fretta i termo stanno ben caldi anche per ore,quello che non tollero e trovo uno spreco di combustibile sono quelle accensioni mordi e fuggi di 10-15 m quando il puffer è gia oltre i 65° e il circolatore impianto è fermo....questa cosa secondo me si deve e si puo evitare solo mettendo una sonda nel puffer in modo che la caldaia si basi su temperatura puffer e non unicamente su quella della caldaia...l'idraulico mi dice che in fondo è la stessa cosa ma per me non è cosi, il puffer deve essere considerato unita esterna alla caldaia e non parte di essa.....i fatti dimostrano che in questo modo come è piazzata i termo si scaldano lo stesso pero c'è spreco di combustibile,con 2 o 3 di queste accensioni inutili ogni giorno moltiplicate per mesi di riscaldamento alla fine fa cifra....



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

emocabras
Watt


Gruppo:Utente
Messaggi:46

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 14:56:33

Io ti ho capito benissimo e ho ben chiaro come è impostato il tuo impianto.

Termostato casa collegato a circolatore con interposta sonda termostatica su puffer per inibire lo stesso circolatore, ho capito che in caldaia non c'è niente, ma se tu scrivi che la caldaia modula a 56/57 significa che tu una temperatura impostata in caldaia prossima ai 60 gradi con un delta di modulazione di 5 6 gradi e una temperatura ti t over impostata di 70.

Per capirci nella maggior parte della caldaie oltre alla temperatura che imposti, per quest'ultima tu puoi impostare due delta T, uno e quello in cui deve iniziare a modulare e uno e quel delta t over che fa spegnere la caldaia.

Possiamo stare qui a scrivere e scrive ma se non sai che parametri hai impostati È tutto inutile, con certezza sappiamo che la caldaia è gestita da se stessa nessuno gli dice attacca o stacca, il puffer non e sfruttato e hai un usura di candelette, accensioni insignificanti etc, indi per cui fai casino all'istallatore e informalo che hai un puffer un accumulo che vuoi sfruttare e dai retta monta una vac.

Forse il mio modo di scrivere non è carino, tu non di devi offendere non hai installato tu la caldaia ma chi l'ha montata mi sa che una gestione con puffer non sa nemmeno cosa sia, e non solo visto che non ti ha nemmeno montato una vac e consigliato visto e considerato che sei in regime di detrazione una miscelatrice climatica sul secondario, per intenderci lato impianto.

Altra cosa come ti ho scritto già le caldaie sono progettate per avere la massima efficienza a piena potenza , tu devi caricare puffer a caldaia al massimo come già ti ho scritto, la caldaia andrà in modulazione per pochissimo tempo a fine ricarica con casa calda e puffer caldo. Solo quando il puffer sarà scarico dopo parecchie ore la caldaia ripartirà e il ciclo di ripete , questo e il sistema per consumare meno, sporcare meno la caldaia e avverte maggior comfort con climatica lato impianto.

Poi vedi tu, io nei tuo panni mi sarei arrabbiato non poco, pago il puffer per avere la funzione di puffer non per averlo li piazzato senza utilita' tanto vale collego la caldaia diretta all'impianto e Bo.



Modificato da emocabras - 23/12/2020, 15:41:01
 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1879

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 15:42:06

Non mi sono offeso,ci mancherebbe...ma le cose che ho scritto ora le ho gia scritte fin dall'inizio della discussione nei primi post andavo un po a tentoni poi ho cominciato a capirci qualcosa...dici che tu al posto mio ti saresti arrabbiato, io mi sono gia arrabbiato...e sto aspettando che si presenti chi di dovere per sentire cosa mi racconta...non posso prendermela con l'idraulico perchè lui ha fatto il lavoro e viene pagato dalla ditta installatrice non da me, dev'essere la ditta a dirgli eventualmente di fare delle modifiche ....



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 

lupocattivo

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:2937

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 15:52:40

Salve, mi stavo lambiccando i neuroni, perchè ho poca confidenza con i Puffer... Ora guardando la foto penso di aver individuato che tipo di puffer è installato... Però in tutti i modi io lo guardi mi sembra soltanto una sorta di miscelatore ...

Se ho visto bene ecco la serie dei "Puffer" e magari beppe ci può specificare meglio quale ha installato.

PFXXL
PF-PFS-PFSS

Un pensiero che mi rimane fisso è l'effetto "Termosifone"... Passi che le sezioni dei tubi sono basse e le linee trasverse non sono in pendenza ma credo che in qualche modo in certi momenti si possa stabilire una "Circolazione a Termosifone" .

Il Puffer lo vedo come elemento "Passivo" quindi non è in grado di portare aumenti di temperatura, al contrario la "Caldaia" non sarà di certo una scatoletta di latta. Se è di buona qualità avranno senz'altro utilizzato una buona dose di materiali metallici.

In ultima analisi essendo la "Caldaia" l'elemento "Attivo" del sistema anche quando la centralina avrà dato il comando di STOP, per un certo periodo continuerà a riscaldare l'Acqua... E il resto viene da sè...
Non ricordo se tutti i circolatori sono fermi, ma anche se ce ne fosse uno acceso, visto che lo scambio termico non avviene in contro-corrente, ma è semplicemente un "Mixer" si potrebbero innescare moti convettivi per cui si innesca una circolazione indotta.



Modificato da lupocattivo - 23/12/2020, 15:55:49
 

beppepore

Avatar
GigaWatt


Gruppo:Utente
Messaggi:1879

Stato:



Inviato il: 23/12/2020 17:00:18

Il mio è PF01500F cioè senza serpentina,solo accumulo per riscaldamento



---------------
Non sono un tecnico,pero' mi arrangio

 
 InizioPagina
 

Pagine: (17)   1   2   3   4   5   6   7   8   9   10   11   [12]   13   14   15   16   17    (Ultimo Msg)

Versione Mobile!

Home page       TOP100-SOLAR      Home page forum